Donations to the Community of Sant'Egidio are tax deductible
under current regulations

Also this year it can target the 5x1000 to the Community of Sant'Egidio
Write the number 80191770587 in the tax return

Andrea Riccardi: on the web

Andrea Riccardi: on social networks

Andrea Riccardi: press review

change language
sei in: no death penalty - news newslettercontact uslink

Sostieni la Comunità

 
April 29 2013 | PAPUA NEW GUINEA

from Vatican Web Site: Papua New Guinea – Mons.Douglas Young against the campaign supporting death penalty in the country. (EN)

 
versione stampabile

 

Home > Cultura e Società > notizia del 2013-04-26 11:50:06

Papua Nuova Guinea: mons. Douglas contro la pena di morte

 



Di fronte alla violenza cieca verso altri esseri umani, di fronte agli stupratori e assassini, di fronte al dolore e alla frustrazione delle vittime, “la reazione di molti, anche del Procuratore Generale, è chiedere la pena di morte. Ma è proprio questo che la nazione intende dire ai giovani: che se qualcuno fa del male il miglior rimedio è semplicemente ucciderlo?”. E’l’interrogativo che apre la riflessione di mons. Douglas W. Young, arcivescovo di Mount Hagen, che in un comunicato inviato all’agenzia Fides stigmatizza la campagna pro-pena capitale del Paese, mentre la Chiesa e altri settori della società promuovono una moratoria e l’abolizione della pena capitale. “E’ già ampiamente noto – ricorda – che la pena di morte non è un deterrente per il crimine violento. Coloro che commettono questi reati non pensano che saranno catturati e ancor meno che potranno essere condannati. Il deterrente importante per la criminalità non è la severità della pena, ma la sua certezza. Parlando della pena di morte, si sta iniettando nella società e nella cultura della Papua Nuova Guinea la stessa vena vendicativa che è parte del nostro problema attuale”, ammonisce l’arcivescovo. Nei giorni scorsi il Ministro per lo Sviluppo della Comunità, Loujaya Tony, ha ricordato alle donne che “si educano i figli a credere che la violenza potrebbe essere una soluzione ai problemi”. Mons. Douglas Young, intervenendo sulla stessa falsariga, invita le istituzioni, i corpi sociali, le comunità religiose a “sostenere programmi che aiutino i giovani a trovare lavoro, identità, e soddisfazione nella vita”, piuttosto che cercare scorciatoie con la violenza. Inoltre “bisogna rafforzare la capacità della polizia di trovare, arrestare e perseguire i criminali, dando un messaggio chiaro: chi compie crimini sarà punito”. Come Chiesa “poniamo la nostra attenzione verso politiche che realmente affrontino la piaga della violenza in Papua, non a quelle che servono solo a brutalizzare ulteriormente la nazione”, conclude. (R.P.)

Bollettino del Radiogiornale della Radio Vaticana Anno LVII no. 116



Testo proveniente dalla pagina http://it.radiovaticana.va/news/2013/04/26/papua_nuova_guinea:_mons._douglas_contro_la_pena_di_morte/it1-686568
del sito Radio Vaticana

NEWS CORRELATE
September 6 2019

Despite thousands of appeals for clemency, Billy Crutsinger was executed yesterday. Pain and disdain for this horror. Let’s keep on struggling to stop the death penalty


Thanks to all those who joined our appeals
March 15 2019
UNITED STATES
March 14, 2019

Bishops’ Conference Committee Chairman Welcomes Governor of California’s Declaration of Moratorium on Death Penalty


#DeathChamberClosedForMercy
March 15 2019
UNITED STATES
By Mario marazziti

The death penalty makes everyone guilty. The revolutionary choice of the governor of California who signed the moratorium on capital executions ·

February 27 2019
Bruxelles from February 26 to March 1

Pope Francis on Wednesday urged the abolition of the death penalty worldwide Francis sent a video message to the "World Congress Against the Death Penalty"

November 14 2018
NEW YORK, UNITED STATES

Third Committee (Social, Humanitarian, Cultural) Approves Death Penalty Moratorium


Approved as amended by a recorded vote of 123 in favour to 36 against, with 30 abstentions
November 3 2018
GERMANY
The death penalty in Germany was canceled by the judiciary of the Federal Republic in 1949, while in the Democratic Republic it was abolished in 1987

The German state of Hesse has voted to finally scrap the death penalty from its constitution

tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
November 28 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
November 12 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
November 11 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
October 24 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
June 4 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

114 visite

253 visite

67 visite

76 visite

80 visite
tutta i media correlati