Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
29 Febbraio 2008 | ARABIA SAUDITA

Saudi Arabia

Ahmad Al-Bahrani salvato a pochi secondi dalla morte dal perdono della famiglia della vittima

 
versione stampabile

EFE

Perdón familia de la víctima salva vida asesino segundos antes decapitación

Riad, 27 feb - El saudí Ahmad Al Bahrani, condenado a la pena capital por haber asesinado a un compatriota, escapó a la muerte cuando la familia de la víctima decidió perdonarlo segundos antes de que fuese decapitado.
Según informa el diario Okaz en su página web, Al Bahrani fue conducido ayer, con los ojos vendados y las manos atadas a la espalda, a una plaza pública de la provincia de Qatif (oeste) para ser ejecutado a sable.
Allí, el verdugo tenía su espada desenfundada y preparada para cortarle la cabeza cuando un miembro de la familia de la víctima anunció que estaban dispuestos a perdonarlo.
Sin embargo, la familia condicionó el perdón a que Al Bahrani, condenado a muerte desde hace cinco años, pase otros tres años en la cárcel y pague una "diya" (dinero de sangre) de seis millones de riales saudíes (1,600 millones de dólares), reducidos posteriormente a 500.000 riales (133.000 dólares).
Según la ley islámica, aplicada en Arabia Saudí, uno paga la "diya" cuando causa la muerte de forma no intencionada de una persona, y su cantidad la determina el juez dependiendo de las circunstancias del accidente, la nacionalidad y la religión de la víctima.
En el caso de asesinato deliberado, un delito castigado con la pena capital por la ley islámica, el condenado puede evitar la aplicación de la sentencia si la familia de la víctima acepta el "dinero de sangre".
En este caso, la familia de la víctima es quien determina la suma de la "diya", que en algunos casos llega a millones de dólares.
Al menos 28 personas han sido ejecutadas desde principios de este año en el reino wahabí, donde además del asesinato, delitos como la violación, el tráfico de drogas, el asalto a mano armada o la brujería son castigados con la pena capital.

NEWS CORRELATE
4 Dicembre 2016
FIRENZE, ITALIA
A Firenze seduta solenne del Consiglio Regionale in occasione della Giornata internazionale "Città per la vita, contro la pena di morte" e Festa della Toscana, alle ore 11.00, presso il Teatro della Compagnia regionale

Riconoscimento alla Comunità di Sant'Egidio per l'impegno nella lotta alla pena capitale


Ha ritirato il premio il Prof. Adriano Roccucci, segretario generale della Comunità di Sant'Egidio
1 Dicembre 2016

dal Colosseo

1 Dicembre 2016
da Avvenire

Sant'Egidio. Duemila città si illuminano contro la pena di morte


Il 30 novembre è la Giornata mondiale delle città per la vita, iniziativa nata nel 2002 per abolire la pena capitale
30 Novembre 2016
PARIGI, FRANCIA
In occasione della Giornata delle Città per la Vita e dei 35 anni di abolizione della pena di morte in Francia

Parigi: 30 novembre, ore 19 Incontro per l'abolizione universale della pena di morte, Maison Victor Hugo, 6 Places de Vosges, Paris (Metro Bastille)


Con la Comunità di Sant'Egidio e il movimento dei Giovani per la Pace, alla presenza altre personalità
30 Novembre 2016
LISBONA, PORTOGALLO
Insieme alla Comunità di Sant'Egidio

Lisbona è città per la vita, contro la pena di morte, appuntamento il 30 novembre ore 18, Arco da rua Augusta


Sono molte le città portoghesi che aderiscono alla Giornata delle città per la vita
29 Novembre 2016
BIELORUSSIA
Lo annuncia Andrei Paluda dell'Associazione Viasna. Con la Comunità di Sant'Egidio siamo vicini alla sua famiglia

Apprendiamo con dolore che condanna di Ivan Kulesh è stata eseguita in Bielorussia


Ivan è uno dei condannati per i quali stiamo inviando appelli urgenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

1 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati