Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
6 Marzo 2008 | COREA DEL SUD

North Korea

Quindici persone sconfinano per fame. Messi a morte

 
versione stampabile

AP

Korea executes 15 people trying to flee or help others escape

SEOUL, South Korea (AP) _ North Korea publicly executed 15 people who attempted to flee the country or helped others escape, a warning aimed at stemming the growing flow of refugees to China, an aid group said Wednesday.
The two men and 13 women were executed Feb. 20 by firing squad on a bridge in Onseong, a northeastern town on the border with China and Russia, the Good Friends private aid organization said in its regular newsletter.
They were accused of crossing the Tumen River into neighboring China or helping others to cross, the aid agency said.
A growing number of North Koreans cross into China in search of food and to avoid political oppression. Activists claim tens of thousands of North Koreans live in hiding in China, where they face forced repatriation to their impoverished homeland if caught.
Others try to make it to South Korea. Since the 1950-53 Korean War, 12,250 North Koreans have fled to the South, according to South Korea's Unification Ministry.
The North carried out the recent executions as a warning against illegal border crossings to China, Good Friends said, citing an unnamed North Korean official.
The execution «has further stirred the public (unrest) ... and made people upset at a time when all people were worried as there were nothing to eat,» the group quoted an unnamed woman in the town as saying.
The aid agency declined to say how it obtained the information, citing its sensitivity. Some of the group's previous reports regarding the North have later been confirmed.

__________________________

Quinze Nord-Coréens accusés d'être passés en Chine exécutés

SEOUL, 5 mars 2008 - Les autorités nord-coréennes ont  exécuté treize femmes et deux hommes accusés d'être illégalement  passés en Chine pour chercher des vivres, a affirmé mercredi une  association humanitaire sud-coréenne.
Selon l'association Good Friends basée à Séoul, ces exécutions  publiques ont eu lieu le 20 février dans le district de Juwongu dans  la ville de Onseong (nord-est).
Le ministère sud-coréen de l'Unification n'était pas en mesure  de confirmer cette information.
Selon l'association citant un responsable local non identifié,  les exécutions étaient destinées à dissuader les passages de plus en  plus nombreux de l'autre côté de la frontière.
"Disparaître et traverser illégalement la frontière pour visiter  des parents en Chine est devenu une habitude pour certains. Nous les  avons abattus pour pour faire passer un message", a-t-il dit.
Des milliers de Nord-Coréens fuyant les pénuries alimentaires  chroniques et la répression dans leur pays tentent de passer en  Chine voisine mais sont généralement renvoyés chez eux.
Pékin leur dénie en effet le statut de réfugiés politiques,  estimant qu'ils viennent chercher en Chine "des avantages  économiques". Le renvoi en Corée du Nord après une défection entraîne souvent l'internement dans un camp de travail, des tortures ou une exécution sommaire, estiment les associations internationales de défense des droits de l'Homme.

NEWS CORRELATE
4 Dicembre 2016
FIRENZE, ITALIA
A Firenze seduta solenne del Consiglio Regionale in occasione della Giornata internazionale "Città per la vita, contro la pena di morte" e Festa della Toscana, alle ore 11.00, presso il Teatro della Compagnia regionale

Riconoscimento alla Comunità di Sant'Egidio per l'impegno nella lotta alla pena capitale


Ha ritirato il premio il Prof. Adriano Roccucci, segretario generale della Comunità di Sant'Egidio
1 Dicembre 2016

dal Colosseo

1 Dicembre 2016
da Avvenire

Sant'Egidio. Duemila città si illuminano contro la pena di morte


Il 30 novembre è la Giornata mondiale delle città per la vita, iniziativa nata nel 2002 per abolire la pena capitale
30 Novembre 2016
PARIGI, FRANCIA
In occasione della Giornata delle Città per la Vita e dei 35 anni di abolizione della pena di morte in Francia

Parigi: 30 novembre, ore 19 Incontro per l'abolizione universale della pena di morte, Maison Victor Hugo, 6 Places de Vosges, Paris (Metro Bastille)


Con la Comunità di Sant'Egidio e il movimento dei Giovani per la Pace, alla presenza altre personalità
30 Novembre 2016
LISBONA, PORTOGALLO
Insieme alla Comunità di Sant'Egidio

Lisbona è città per la vita, contro la pena di morte, appuntamento il 30 novembre ore 18, Arco da rua Augusta


Sono molte le città portoghesi che aderiscono alla Giornata delle città per la vita
29 Novembre 2016
BIELORUSSIA
Lo annuncia Andrei Paluda dell'Associazione Viasna. Con la Comunità di Sant'Egidio siamo vicini alla sua famiglia

Apprendiamo con dolore che condanna di Ivan Kulesh è stata eseguita in Bielorussia


Ivan è uno dei condannati per i quali stiamo inviando appelli urgenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati