Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
18 Marzo 2008 | GUATEMALA

Guatemala

Il veto del Presidente blocca per il momento la legge che avrebbe reintrodotto la pena capitale.

 
versione stampabile

Associated Press

GUATEMALA: Veto keeps Guatemala executions on hold

Guatemalan President Alvaro Colom on Friday vetoed a bill that would have reinstated capital punishment and given the president the power to commute death penalty sentences.
There are 34 prisoners in limbo on death row after a high court in 2002 suspended executions, ruling that presidential reprieves on death penalty cases were unconstitutional.
The vetoed measure, approved overwhelmingly in February by lawmakers, would have given Colom the authority to decide whether the prisoners in question are executed by lethal injection or have their sentences commuted to the maximum 50 years in prison.
"If (the death penalty) were a disincentive, we would reinstate it," Colom said. "But we have studied cases in various states in the United States, and it doesn't dissuade" crime.
The Catholic Church and European embassies openly opposed the law, saying it would violate human rights.
But various newspaper polls indicated more than 90 percent of Guatemalans favor capital punishment, and the measure was backed by 140 of the legislature's 158 members in February.
Otto Perez Molina of the conservative Patriotic Party, who was the runner-up to Colom in November elections, criticized the veto.
"He's taking things backward even though his own party supported the measure in Congress," Perez said.
Lawmakers can override Colom with a two-thirds supermajority.
Colom said "strengthening security institutions" is the best way to fight crime in Central America's most violent country, where gangs are rampant and as few as 2 % of more than 5,000 homicides a year are solved.
The last time Guatemala executed a prisoner was in 2000, when 2 members of a kidnapping ring were executed by lethal injection on live television.

Guatemala is a signatory to the Inter-American Convention on Human Rights, which requires that those sentenced to capital punishment be given the right to appeal for a pardon from the president or other authority.

NEWS CORRELATE
4 Dicembre 2016
FIRENZE, ITALIA
A Firenze seduta solenne del Consiglio Regionale in occasione della Giornata internazionale "Città per la vita, contro la pena di morte" e Festa della Toscana, alle ore 11.00, presso il Teatro della Compagnia regionale

Riconoscimento alla Comunità di Sant'Egidio per l'impegno nella lotta alla pena capitale


Ha ritirato il premio il Prof. Adriano Roccucci, segretario generale della Comunità di Sant'Egidio
1 Dicembre 2016

dal Colosseo

1 Dicembre 2016
da Avvenire

Sant'Egidio. Duemila città si illuminano contro la pena di morte


Il 30 novembre è la Giornata mondiale delle città per la vita, iniziativa nata nel 2002 per abolire la pena capitale
30 Novembre 2016
PARIGI, FRANCIA
In occasione della Giornata delle Città per la Vita e dei 35 anni di abolizione della pena di morte in Francia

Parigi: 30 novembre, ore 19 Incontro per l'abolizione universale della pena di morte, Maison Victor Hugo, 6 Places de Vosges, Paris (Metro Bastille)


Con la Comunità di Sant'Egidio e il movimento dei Giovani per la Pace, alla presenza altre personalità
30 Novembre 2016
LISBONA, PORTOGALLO
Insieme alla Comunità di Sant'Egidio

Lisbona è città per la vita, contro la pena di morte, appuntamento il 30 novembre ore 18, Arco da rua Augusta


Sono molte le città portoghesi che aderiscono alla Giornata delle città per la vita
29 Novembre 2016
BIELORUSSIA
Lo annuncia Andrei Paluda dell'Associazione Viasna. Con la Comunità di Sant'Egidio siamo vicini alla sua famiglia

Apprendiamo con dolore che condanna di Ivan Kulesh è stata eseguita in Bielorussia


Ivan è uno dei condannati per i quali stiamo inviando appelli urgenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati