Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
28 Marzo 2008 | STATI UNITI

Pennsylvania/USA

Annullata la condanna a morte per Mumia Abu Jamal, almeno per ora.

 
versione stampabile

REPUBBLICA ON LINE

La decisione della corte federale d'appello di Philadelphia.
L'accusa potrà presentare un nuovo caso, o sarà ergastolo
Annullata condanna a morte per Mumia Abu Jamal
Membro delle Pantere Nere, ex giornalista radio, il detenuto è stato per anni il simbolo delle campagne contro la pena capitale

WASHINGTON - Un tribunale d'appello federale ha annullato oggi la condanna a morte contro Mumia Abu-Jamal. Il detenuto, condannato alla pena capitale nel 1982 per l'uccisione di un poliziotto, è stato per anni un simbolo delle campagne internazionali contro la pena di morte. I suoi sostenitori – da Amnesty International all'arcivescovo Desmond Tutu - sono convinti che abbia subito un processo ingiusto e razzista.
Un passato da giornalista radiofonico, militante delle Black Panthers, Abu Jamal - oggi cinquantatreenne - è nel braccio della morte da 26 anni. La decisione odierna della Corte d'appello di Philadelphia significa che l’accusa dovrà presentare nuovamente il proprio caso davanti ad una giuria per chiedere nuovamente la pena di morte entro 180 giorni, altrimenti la pena per Abu Jamal verrà automaticamente commutata in ergastolo. Secondo il Philadelphia Inquirer, è quasi certo che lo Stato ricorrerà in appello.
La corte ha tuttavia respinto la richiesta di annullare la condanna per omicidio di primo grado presentata da Mumia Abu Jamal, che aveva chiesto di avere un nuovo processo per poter provare la propria innocenza.

 ____________________________

Associated Press

PENNSYLVANIA: Court says famed death-row inmate deserves new penalty hearing

A federal appeals court on Thursday upheld the murder conviction of former Black Panther and celebrity death row inmate Mumia Abu-Jamal, but agreed with a lower court that he cannot be executed without a new penalty hearing.
The 3rd U.S. Circuit Court of Appeals said Abu-Jamal's conviction for murdering a Philadelphia police officer in 1981 should stand, but added that he should get a new sentencing hearing because of flawed jury instructions.
If prosecutors don't want to give him a new death penalty hearing, Abu-Jamal would be sentenced automatically to life in prison.
Abu-Jamal, who once was a radio reporter, had appealed his conviction, arguing that racism by the judge and prosecutors corrupted his 1982 conviction at the hands of a mostly white jury. Prosecutors, meanwhile, had appealed a federal judge's 2001 decision to grant Abu-Jamal a new sentencing hearing because of the allegedly flawed jury instructions.
A Philadelphia jury convicted Abu-Jamal of killing Officer Daniel Faulkner, 25, after the patrolman pulled over Abu-Jamal's brother in an overnight traffic stop.
The flaw in the jury instructions related to whether jurors understood how to weigh mitigating circumstances that might keep Abu-Jamal off death row.
Under the law, jurors did not have to unanimously agree on a mitigating circumstance.
"The jury instructions and the verdict form created a reasonable likelihood that the jury believed it was precluded from finding a mitigating circumstance that had not been unanimously agreed upon," the appeals court wrote.
Since his trial, Abu-Jamal's name has become a rallying cry for activists of many stripes to take to the streets in both the United States and Europe.
Hundreds of people protested outside the federal building in Philadelphia in May and an overflow crowd
? including legal scholars, students, lawyers, the policeman's widow and Abu-Jamal's brother ? filled the courtroom when the appeals court heard arguments about the case.
The officer's widow, Maureen Faulkner, has kept her husband's memory alive over the years, and recently co-wrote a book about the case. The book, Murdered by Mumia: A Life Sentence of Loss, Pain and Injustice," written with radio talk-show host Michael Smerconish, came out in December.
Few expect the fervor that permeates the case on both sides to die down, even with the appeal court's decision.
"Regardless of the decision, if anything it will heat up the outcry from people in the public," Mumia's lawyer, Robert R. Bryan of San Francisco, said in March. "I think the support from people not only here, but all across Europe will escalate."
Messages left for Bryan on Monday were not immediately returned.

NEWS CORRELATE
20 Agosto 2016
STATI UNITI
PENA SOSPESA PER JEFF WOOD

L'ESECUZIONE DI JEFFERY WOOD NON AVRA' LUOGO


LA SUA ESECUZIONE ERA STATA FISSATA PER IL 24 AGOSTO 2016
5 Luglio 2016
CONAKRY, GUINEA
L'abolizione della pena capitale era stata indicata come possibile dal Ministro della Giustizia Cheik Sako nel corso del Convegno promosso a Roma dalla Comunità di Sant'Egidio lo scorso febbraio

Guinea-Conakry: il parlamento ha approvato l'abolizione pena di morte dal codice penale


E' il primo passo per passare dalla moratoria de facto alla moratoria de jure. L'abolizione sarà la tappa successiva
25 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Marazziti presenta l'iniziativa della Comunità di Sant'Egidio

"Citiesforlife" a Oslo, come metodo per continuare nella via dell'abolizione #AbolitionNow


A Oslo la marcia degli abolizionisti per le strade della città
20 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Inizia oggi il VI Congresso Mondiale Contro la Pena di Morte a Oslo

La Comunità di Sant'Egidio partecipa al Congresso di Oslo con una delegazione da Italia, Congo, Belgio, Spagna, Germania e Indonesia


Sono 1500 gli iscritti provenienti da oltre 80 paesi del mondo, tra loro 20 ministri, 200 diplomatici, parlamentari, accademici, avvocati, associazioni e membri della società civile
4 Giugno 2016
CITTÀ DEL VATICANO
No alla pena di morte e all'ergastolo: "Una pena senza speranza è tortura"

Papa Francesco parlando ai magistrati e giuristi del mondo torna a dire No alla pena di morte

24 Maggio 2016
INDONESIA
La Comunità di Sant'Egidio in Indonesia e le associazioni indonesiane impegnate in difesa dei diritti umani come Kontras, Imparsial, Elsam, Lbh Masyarakat, chiedono di fermare le esecuzioni

La Chiesa e la società civile si mobilitano contro le esecuzioni capitali


Giacarta è tra le 15 città indonesiane dove negli anni scorsi si è tenuta la manifestazione "Città per la vita, città contro la pena di morte" organizzata da Sant'Egidio in oltre duemila comuni nei cinque continenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
23 Maggio 2016
AP

Malaysian death row convict loses final appeal in Singapore
23 Maggio 2016
AsiaNews

Vescovo filippino: È presto per giudicare il contraddittorio Duterte. No alla pena di morte
14 Maggio 2016
Ilsole24ore

Pfizer blocca i farmaci per la pena di morte negli Usa
14 Maggio 2016
La Stampa

Pena di morte, Pfizer blocca l’uso dei suoi farmaci per le iniezioni letali negli Usa
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

3 visite

2 visite

1 visite

1 visite

7 visite
tutta i media correlati