Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
24 Aprile 2008

Palestinian Authority

La World Coalition chiede al Presidente di attuare la moratoria delle esecuzioni

 
versione stampabile

Human Rights Tribune

Palestinian Authority: Against the death penalty in Palestinian occupied territories

The World Coalition Against the Death penalty calls on President Mahmoud Abbas to declare and official moratorium on the death penalty and not to ratify Mr Tha'er Rmailat's death sentence.
On 6 April 2008, the Palestinian High Military Court in Jenin sentenced Mr Tha'er Mahmoud Husni Rmailat to death by firing squad. Mr Rmailat, an officer of the Palestinian Military Intelligence, was convicted for the murder of a member of the Palestinian National Security Forces.
The World Coalition Against the Death Penalty (WCADP) is concerned that Mr Rmailat was not given the guarantees of a fair trial. In particular, his lawyer indicated that he was given only one day notice before the hearing when the legislation of the Palestinian Authority requires that a written notice be sent 72 hours in advance; and that his client was denied a psychological evaluation.
The WCADP notes with satisfaction that the Palestinian Authority has issued a decree on 22 June 2005 requesting that all sentences pronounced by the State Security courts, including death sentences, be retried in civilian courts as they were considered to fall short of international standards for fair trials and due process. It also notes that no execution has been carried out since July 2005.
It is concerned however that death sentences continue to be pronounced in conditions that contravene both international standards and the national legislation.
On 18 December 2007, the General Assembly of the United Nations adopted a resolution calling upon member states that maintain the death penalty to: Respect international standards that provide safeguards guaranteeing the protection of the rights of those facing the death penalty, in particular the minimum standards, as set out in the annex to Economic and Social Council resolution 1984/50 of 25 May 1984; Establish a moratorium on executions with a view to abolishing the death penalty;
In the spirit of the 2005 presidential decree, attached to the fair administration of justice, and of the United Nations General Assembly resolution, the World Coalition Against the Death Penalty calls upon President of the Palestinian authority Mr Mahmoud Abbas :
1) not to ratify Tha'er Rmailat's death sentence;
2) to issue a Presidential Decree declaring a moratorium on the death penalty, pending total abolition by the Palestinian Legislative Council.

NOTIZIE CORRELATE
14 Novembre 2018
NEW YORK, STATI UNITI
La Terza Commissione dell'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato la risoluzione per la moratoria con 123 voti a favore

Approvata la risoluzione sulla moratoria della pena di morte con un numero maggiore di consensi rispetto al 2016


Un segnale positivo verso l’obiettivo dell’abolizione completa della pena capitale nel mondo!
3 Novembre 2018
La pena di morte in Germania venne applicata fin dal Medioevo. Fu cancellata dall'ordinamento giudiziario della Repubblica Federale nel 1949, mentre nella Repubblica Democratica fu abolita nel 1987

Germania: lo stato tedesco dell'Assia ha eliminato la pena di morte dalla costituzione che la conservava per un'anomalia giuridica


Con il loro voto i cittadini hanno modificato una norma che da 69 anni conservava la pena di morte
18 Ottobre 2018

Vescovi Usa: plauso per la fine della pena di morte nello Stato di Washington


"Ci uniamo ai vescovi cattolici di Washington, alla Conferenza cattolica dello Stato di Washington, alla rete di mobilitazione cattolica e a tutte le persone di buona volontà nell'accogliere favorevolmente questa decisione e perseverare nel lavoro per porre fine alla pena di morte"
12 Ottobre 2018
STATI UNITI

Lo Stato di Washington ha abolito la pena di morte


La Corte suprema dello Stato di Washington ha stabilito che la pena di morte “viola la Costituzione” e di conseguenza viene abolita
10 Ottobre 2018

10 ottobre 2018 - Giornata Mondiale contro la Pena di Morte, Sant'Egidio rafforza l'impegno per l'abolizione

10 Ottobre 2018
Giornata mondiale contro la pena di morte

Intervista a Mario Marazziti, della Comunità di Sant'Egidio: la vendetta rende prigionieri


Nel 2017 la maggior parte delle esecuzioni ha avuto luogo in Iran, Arabia Saudita, Iraq e Pakistan.
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

2 visite

2 visite

1 visite

1 visite

9 visite
tutta i media correlati