Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
17 Maggio 2008 | STATI UNITI

Mississippi/USA

Il Mississippi sta per mettere a morte Earl Berry, nonostante il suo evidente ritardo mentale

 
versione stampabile

deathpenaltyinfo

Mississippi Preparing to Execute Man Despite Strong Evidence of Mental Retardation

Earl Berry is scheduled to be executed on May 21 in Mississippi, despite evidence that he has mental retardation. Judicial review of this evidence has been denied because his former lawyers failed to file the evidence in a timely fashion. This would be the second execution since the U.S. Supreme Court approved Kentucky's method of lethal injection on April 16. Last month, a psychologist concluded that Berry had an IQ of 75 or below and “significantly sub-average intellectual functioning and … meets the criteria to be classified as mentally retarded.” The U.S. Supreme Court banned execution of those with mental retardation in Atkins v. Virginia (2002).
Affidavits describe Berry’s slow development, head injuries sustained as a child, multiple suicide attempts, and that, even as an adult, he was never able to live independently. When Berry was discharged from a Mississippi prison hospital at 25, his release followed a suicide attempt and he was diagnosed with “suicidal gestures/mentally retarded.” During his school years, Berry’s IQ was tested at 72. In 1992, a psychologist also testified that Berry suffered from paranoid schizophrenia.

http://www.deathpenaltyinfo.org/article.php?did=2721&scid=64

NEWS CORRELATE
7 Luglio 2017
STATI UNITI
Dopo una vasta campagna mondiale basata sulla preoccupazione per la sua salute mentale e sulla richiesta di abolizione della pena di morte

Apprendiamo con dolore che in Virginia ha avuto luogo l'esecuzione di William Morva


William Morva, 35 anni, è morto alle 9.15 di giovedì nel centro correttivo di Greensville a Jarratt, in Virginia
24 Giugno 2017
STATI UNITI

Comunità di Sant'Egidio: a Washington per rafforzare l'impegno contro la pena di morte

2 Maggio 2017
STATI UNITI

Anthony Farina non è più condannato a morte. Non sarà libero, ma non rischia più l'esecuzione


Dal 2012 migliaia di appelli urgenti alle autorità e lettere e cartoline a Anthony hanno sostenuto questo importante cambiamento
29 Aprile 2017
STATI UNITI
Apprendiamo che lo Stato dell'Arkansas ha portato a termine quattro delle esecuzioni previste

L'ultima esecuzione ieri, Kenneth William era un afroamericano di 38 anni

21 Aprile 2017
STATI UNITI

L'Arkansas ha messo a morte uno dei condannati di nome Ledell Lee


E' prima esecuzione dal 2005. La nostra campagna continua con l'invio di appelli e la richiesta di clemenza
15 Aprile 2017
STATI UNITI
Un giudice ha accolto il ricorso dell'azienda produttrice dei farmaci: il prodotto non era stato venduto per questo scopo

Fermate le esecuzioni in Arkansas in seguito all'esposto di un'azienda farmaceutica


Il provvedimento è temporaneo, continuiamo a inviare appelli!
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

19 visite

10 visite

13 visite

9 visite

10 visite
tutta i media correlati