Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
28 Giugno 2008 | CINA

China

Revocato il 15% delle condanne a morte nella prima metà del 2008

 
versione stampabile

Associated Press

China overturns 15 percent of death sentences in first half of 2008, full figure still secret

By CHRISTOPHER BODEEN - BEIJING _ China's highest court overturned 15 percent of all death sentences handed down in the first half of this year, an official newspaper said Friday, although the total number of executions carried out remains a state secret.
The China Daily touted the rejection rate as a sign of the high degree of scrutiny exercised by the court since it took back the right of final review from lower courts last year.
Most death sentences were overturned for lack of evidence or because they were «inappropriate,» the paper quoted Judge Gao Jinghong, of the Supreme People's Court's Third Criminal Law Court, as saying.
China is following international trends in reducing numbers of executions and could eliminate the death penalty altogether «when social conditions demand so,» the paper said. «But for now it has to stay.» China is believed to execute more people per year than any other country. Human rights group Amnesty International estimates that at least 470 people were put to death last year. That was down from an estimated 1,010 in 2006, the group said, but cautioned that the actual number of executions was undoubtedly higher.
Despite recent reforms, China still keeps execution figures secret, for reasons that remain obscure. Many aspects of China's legal system remain opaque, with cases considered to have political aspects tried behind closed doors. Evidence, even in capital cases, is described only vaguely and often goes unchallenged.
The Supreme People's Court relinquished the right of final review to speed up hearings and executions amid an anti-crime drive launched in the 1980s.
The court's right was restored on Jan. 1, 2007, following a series of scandals involving miscarriage of justice and false prosecutions that put pressure on the legal system.
The use of the death penalty even for nonviolent crimes such as graft or tax evasion _ and the practice of parading condemned criminals before crowds prior to execution _ also have lent Chinese justice a reputation for brutality that increasingly sensitive communist image managers have been eager to alter.
But prospects for further change are uncertain at best.
Zhou Yongkang, who handles law and order issues on the Communist Party's supreme nine-member Politburo Standing Committee, told judges and prosecutors earlier this month that China's unique political, cultural and economic orientation ruled out the adoption of Western legal standards.

NOTIZIE CORRELATE
27 Novembre 2018
REGNO UNITO
Roma, 28 novembre

IX Incontro internazionale dei ministri della Giustizia per "Un mondo senza pena di morte"


presso la Nuova Aula dei Gruppi parlamentari - Camera dei Deputati
27 Novembre 2018
#STAND4HUMANITY

IL 30 NOVEMBRE AL COLOSSEO: CITTA' PER LA VITA , CONTRO LA PENA DI MORTE


Lato Arco di Costantino ore 18
14 Novembre 2018
NEW YORK, STATI UNITI
La Terza Commissione dell'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato la risoluzione per la moratoria con 123 voti a favore

Approvata la risoluzione sulla moratoria della pena di morte con un numero maggiore di consensi rispetto al 2016


Un segnale positivo verso l’obiettivo dell’abolizione completa della pena capitale nel mondo!
3 Novembre 2018
La pena di morte in Germania venne applicata fin dal Medioevo. Fu cancellata dall'ordinamento giudiziario della Repubblica Federale nel 1949, mentre nella Repubblica Democratica fu abolita nel 1987

Germania: lo stato tedesco dell'Assia ha eliminato la pena di morte dalla costituzione che la conservava per un'anomalia giuridica


Con il loro voto i cittadini hanno modificato una norma che da 69 anni conservava la pena di morte
18 Ottobre 2018

Vescovi Usa: plauso per la fine della pena di morte nello Stato di Washington


"Ci uniamo ai vescovi cattolici di Washington, alla Conferenza cattolica dello Stato di Washington, alla rete di mobilitazione cattolica e a tutte le persone di buona volontà nell'accogliere favorevolmente questa decisione e perseverare nel lavoro per porre fine alla pena di morte"
12 Ottobre 2018
STATI UNITI

Lo Stato di Washington ha abolito la pena di morte


La Corte suprema dello Stato di Washington ha stabilito che la pena di morte “viola la Costituzione” e di conseguenza viene abolita
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati