Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
14 Agosto 2008 | SUDAN

Sudan

Trenta condanne a morte emesse finora per l'attacco a Omdurman

 
versione stampabile

ANSA

SUDAN: 30 CONDANNE A MORTE FINORA PER ATTACCO A OMDURMAN TRE TRIBUNALI SI SONO ESPRESSI, NE MANCANO ANCORA DUE

KHARTOUM, - Sono arrivate a 30 fino a questo momento le condanne a morte per impiccagione emesse da tribunali sudanesi incaricati di giudicare 52 aderenti al Movimento per la Giustizia e l'Eguaglianza (Jem), del Darfur, che il 10 maggio attaccarono in modo massiccio la citta' gemella di Khartoum, Omdurman, mettendola a ferro e fuoco con armi pesanti montate su 300 jeep e lasciando sul terreno circa 220 morti.
Oggi sono state comunicate le sentenze di due delle cinque corti impegnate nell'accertamento delle responsabilita' per quell'episodio, che creo' preoccupazione nel presidente Omar el Bashir e il suo governo, sulla cui testa si stava preparando la tempesta della richiesta di incriminazione per genocidio e crimini di guerra da parte della giustizia internazionale.
I due tribunali hanno emesso rispettivamente 10 e 12 sentenze capitali. Altre otto erano state emesse due giorni fa. Ora si attende il giudizio di altri due tribunali, tra i quali sono stati suddivisi i giudizi sugli arrestati per l'episodio di guerra piu' sconvolgente verificatosi nel centro del potere sudanese da quando e' in corso la guerra civile del Darfur, cominciata nel febbraio 2003.
Un ulteriore sviluppo ha movimentato oggi la situazione di grande tensione che si e' sviluppata negli ultimi tempi in Sudan, dopo la notizia della richiesta di incriminazione di Bashir da parte del procuratore generale della Corte Penale Internazionale (Cpi), Luis Moreno Ocampo. L'altro movimento ribelle del Darfur, il Movimento di Liberazione Sudanese (Slm), divenuto partner di governo dopo aver firmato un accordo di pace - accordo in alcuni momenti apparentemente ritrattato ma ancora in vigore - ha chiesto oggi al presidente Bashir di graziare, tutti gli accusati dell'assalto a Omdruman condannati a morte.
Bashir lo ha gia' fatto per 400 ragazzi, che sono stati rilasciati due giorni fa.
E' stato il vicesegretario generale dell'Slm, Yassir Arman, a invitare Bashir a considerare quei ribelli ''prigionieri di guerra'' e a non ratificare le loro condanne a morte. Parlando a una cerimonia alla periferia di Khartoum per commemorare il terzo anniversario della morte dell'antico capo del movimento, John Garang, Arman ha anche detto che il Sudan dovrebbe collaborare con la Cpi a proposito della vicenda giudiziaria che vede coinvolto il presidente sudanese.

NOTIZIE CORRELATE
9 Agosto 2018
The Los Angeles Times

The Catholic Church's opposition on the death penalty began with previous popes


By Mario Marazziti
29 Giugno 2018
BURKINA FASO

Il Burkina Faso elimina la pena di morte: un altro passo verso l’abolizionismo globale

26 Giugno 2018
Mons. Rodolfo Diamante, segretario esecutivo della Commissione episcopale per la pastorale carceraria presenta un libro contro la pena di morte

La Conferenza episcopale delle Filippine resta vigile sul tema della pena di morte


In occasione della memoria del dodicesimo anniversario dell'abolizione della pena capitale nel paese
18 Giugno 2018
BIELORUSSIA
La Bielorussia è l'unico paese europeo che ancora mantiene e applica la pena capitale, la sospensione delle due condanne è un fatto senza precedenti

La Corte Suprema bielorussia sospende due condanne a morte


la diplomazia francese era intervenuta lo scorso anno con un comunicato con il quale invitava la Bielorussia ad introdurre una moratoria contro la pena di morte
5 Maggio 2018
STATI UNITI

Robert Earl Butts Jr. è stato messo a morte per iniezione letale venerdì 4 maggio 2018

3 Maggio 2018
STATI UNITI
Per ora Robert è salvo! Ringraziamo per questi 90 giorni di sospensione e continuiamo a inviare appelli per la salvezza di Robert Butts Jr.

Il Comitato per la Clemenza della Georgia ha sospeso l'esecuzione di Robert Butts Jr a meno di 24 dalla esecuzione!


Continuiamo a inviare appelli
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

9 visite

5 visite
tutta i media correlati