Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
14 Agosto 2008 | SUDAN

Sudan

Trenta condanne a morte emesse finora per l'attacco a Omdurman

 
versione stampabile

ANSA

SUDAN: 30 CONDANNE A MORTE FINORA PER ATTACCO A OMDURMAN TRE TRIBUNALI SI SONO ESPRESSI, NE MANCANO ANCORA DUE

KHARTOUM, - Sono arrivate a 30 fino a questo momento le condanne a morte per impiccagione emesse da tribunali sudanesi incaricati di giudicare 52 aderenti al Movimento per la Giustizia e l'Eguaglianza (Jem), del Darfur, che il 10 maggio attaccarono in modo massiccio la citta' gemella di Khartoum, Omdurman, mettendola a ferro e fuoco con armi pesanti montate su 300 jeep e lasciando sul terreno circa 220 morti.
Oggi sono state comunicate le sentenze di due delle cinque corti impegnate nell'accertamento delle responsabilita' per quell'episodio, che creo' preoccupazione nel presidente Omar el Bashir e il suo governo, sulla cui testa si stava preparando la tempesta della richiesta di incriminazione per genocidio e crimini di guerra da parte della giustizia internazionale.
I due tribunali hanno emesso rispettivamente 10 e 12 sentenze capitali. Altre otto erano state emesse due giorni fa. Ora si attende il giudizio di altri due tribunali, tra i quali sono stati suddivisi i giudizi sugli arrestati per l'episodio di guerra piu' sconvolgente verificatosi nel centro del potere sudanese da quando e' in corso la guerra civile del Darfur, cominciata nel febbraio 2003.
Un ulteriore sviluppo ha movimentato oggi la situazione di grande tensione che si e' sviluppata negli ultimi tempi in Sudan, dopo la notizia della richiesta di incriminazione di Bashir da parte del procuratore generale della Corte Penale Internazionale (Cpi), Luis Moreno Ocampo. L'altro movimento ribelle del Darfur, il Movimento di Liberazione Sudanese (Slm), divenuto partner di governo dopo aver firmato un accordo di pace - accordo in alcuni momenti apparentemente ritrattato ma ancora in vigore - ha chiesto oggi al presidente Bashir di graziare, tutti gli accusati dell'assalto a Omdruman condannati a morte.
Bashir lo ha gia' fatto per 400 ragazzi, che sono stati rilasciati due giorni fa.
E' stato il vicesegretario generale dell'Slm, Yassir Arman, a invitare Bashir a considerare quei ribelli ''prigionieri di guerra'' e a non ratificare le loro condanne a morte. Parlando a una cerimonia alla periferia di Khartoum per commemorare il terzo anniversario della morte dell'antico capo del movimento, John Garang, Arman ha anche detto che il Sudan dovrebbe collaborare con la Cpi a proposito della vicenda giudiziaria che vede coinvolto il presidente sudanese.

NEWS CORRELATE
20 Agosto 2016
STATI UNITI
PENA SOSPESA PER JEFF WOOD

L'ESECUZIONE DI JEFFERY WOOD NON AVRA' LUOGO


LA SUA ESECUZIONE ERA STATA FISSATA PER IL 24 AGOSTO 2016
5 Luglio 2016
CONAKRY, GUINEA
L'abolizione della pena capitale era stata indicata come possibile dal Ministro della Giustizia Cheik Sako nel corso del Convegno promosso a Roma dalla Comunità di Sant'Egidio lo scorso febbraio

Guinea-Conakry: il parlamento ha approvato l'abolizione pena di morte dal codice penale


E' il primo passo per passare dalla moratoria de facto alla moratoria de jure. L'abolizione sarà la tappa successiva
25 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Marazziti presenta l'iniziativa della Comunità di Sant'Egidio

"Citiesforlife" a Oslo, come metodo per continuare nella via dell'abolizione #AbolitionNow


A Oslo la marcia degli abolizionisti per le strade della città
20 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Inizia oggi il VI Congresso Mondiale Contro la Pena di Morte a Oslo

La Comunità di Sant'Egidio partecipa al Congresso di Oslo con una delegazione da Italia, Congo, Belgio, Spagna, Germania e Indonesia


Sono 1500 gli iscritti provenienti da oltre 80 paesi del mondo, tra loro 20 ministri, 200 diplomatici, parlamentari, accademici, avvocati, associazioni e membri della società civile
4 Giugno 2016
CITTÀ DEL VATICANO
No alla pena di morte e all'ergastolo: "Una pena senza speranza è tortura"

Papa Francesco parlando ai magistrati e giuristi del mondo torna a dire No alla pena di morte

24 Maggio 2016
INDONESIA
La Comunità di Sant'Egidio in Indonesia e le associazioni indonesiane impegnate in difesa dei diritti umani come Kontras, Imparsial, Elsam, Lbh Masyarakat, chiedono di fermare le esecuzioni

La Chiesa e la società civile si mobilitano contro le esecuzioni capitali


Giacarta è tra le 15 città indonesiane dove negli anni scorsi si è tenuta la manifestazione "Città per la vita, città contro la pena di morte" organizzata da Sant'Egidio in oltre duemila comuni nei cinque continenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
23 Maggio 2016
AP

Malaysian death row convict loses final appeal in Singapore
23 Maggio 2016
AsiaNews

Vescovo filippino: È presto per giudicare il contraddittorio Duterte. No alla pena di morte
14 Maggio 2016
Ilsole24ore

Pfizer blocca i farmaci per la pena di morte negli Usa
14 Maggio 2016
La Stampa

Pena di morte, Pfizer blocca l’uso dei suoi farmaci per le iniezioni letali negli Usa
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

1 visite

0 visite

7 visite

6 visite

7 visite
tutta i media correlati