Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
6 Dicembre 2008 | GIAMAICA

Jamaica

La pena capitale resterà in vigore

 
versione stampabile

AP

Jamaican parliament votes to keep death penalty

Jamaica (AP) _ Jamaica's parliament easily rejected a proposal Tuesday to ban the death penalty in a vote propelled by the country's high homicide rate and a horrific series of recent crimes against children.

Capital punishment has long been on the books in the Caribbean country but recent governments have been reluctant to issue death warrants and the last execution was in 1988.

There have been widespread calls in recent months for executions, even by members of the clergy, after the beheading of a young girl and the discovery of an 11-year-old boy's dismembered body in a trash bag.

Asked whether capital penalty should be kept, 34 members of parliament said yes and 15 said no. There were 10 absentees.

Prime Minister Bruce Golding, whose Jamaica Labor Party took power last year for the first time in nearly 20 years, pledged to resume executions as one response to a homicide rate that has repeatedly ranked among the world's highest in recent years.

Opponents said the death penalty will not deter crime and the government should focus instead on attacking poverty and reforming its justice system.

«What has happened that will change the circumstance of one murder?» said Carolyn Gomes, executive director of Jamaicans For Justice. «It's a complete of waste of time, we should be focused on apprehending people who commit crimes, getting them before the courts and the courts ruling expeditiously on those matters.» More than 1,240 killings have been reported so far this year in the island of 3 million people, nearing last year's total of 1,400. Jamaica reported a record 1,671 killings in 2005.

Chicago, a city of about 2.8 million, reported 443 homicides in 2007.

 

EFE

Parlamento de Jamaica vota a favor de mantener la pena de muerte Kingston

 El Parlamento de Jamaica votó hoy a favor de mantener la pena de muerte en el país mediante la horca, después de 20 años sin producirse ninguna ejecución.

Un total de 34 parlamentarios votaron a favor de mantener en vigor la pena de muerte, 15 lo hicieron en contra, 10 se ausentaron durante la votación, mientras que el presidente de la Cámara de Representantes, Delroy Chuck, no votó.

Según las leyes de Jamaica, los hombres que son condenados por asesinato se enfrentan a la máxima pena por ahorcamiento, mientras que las mujeres son sentenciadas a cadena perpetua.

"La Cámara de Representantes ha votado en favor de mantener la pena de muerte en estos momentos", anunció Delroy Chuck.

Antes de la votación, una coalición de grupos defensores de los derechos humanos y líderes religiosos reclamaron a los políticos que no se mantuviera en el país la pena de muerte.

Las encuestas de opinión han indicado que el 90 por ciento de la población de 2,7 millones de jamaicanos está a favor de mantener la pena de muerte y la horca contra los condenados por asesinato.

Entre los partidarios de mantener la pena de muerte se encuentra el primer ministro Bruce Golding, quién se ha propuesto reducir el alto índice de criminalidad en el país.

En lo que va de año han sido asesinados 1.400 personas en Jamaica

NEWS CORRELATE
4 Dicembre 2016
FIRENZE, ITALIA
A Firenze seduta solenne del Consiglio Regionale in occasione della Giornata internazionale "Città per la vita, contro la pena di morte" e Festa della Toscana, alle ore 11.00, presso il Teatro della Compagnia regionale

Riconoscimento alla Comunità di Sant'Egidio per l'impegno nella lotta alla pena capitale


Ha ritirato il premio il Prof. Adriano Roccucci, segretario generale della Comunità di Sant'Egidio
1 Dicembre 2016

dal Colosseo

1 Dicembre 2016
da Avvenire

Sant'Egidio. Duemila città si illuminano contro la pena di morte


Il 30 novembre è la Giornata mondiale delle città per la vita, iniziativa nata nel 2002 per abolire la pena capitale
30 Novembre 2016
PARIGI, FRANCIA
In occasione della Giornata delle Città per la Vita e dei 35 anni di abolizione della pena di morte in Francia

Parigi: 30 novembre, ore 19 Incontro per l'abolizione universale della pena di morte, Maison Victor Hugo, 6 Places de Vosges, Paris (Metro Bastille)


Con la Comunità di Sant'Egidio e il movimento dei Giovani per la Pace, alla presenza altre personalità
30 Novembre 2016
LISBONA, PORTOGALLO
Insieme alla Comunità di Sant'Egidio

Lisbona è città per la vita, contro la pena di morte, appuntamento il 30 novembre ore 18, Arco da rua Augusta


Sono molte le città portoghesi che aderiscono alla Giornata delle città per la vita
29 Novembre 2016
BIELORUSSIA
Lo annuncia Andrei Paluda dell'Associazione Viasna. Con la Comunità di Sant'Egidio siamo vicini alla sua famiglia

Apprendiamo con dolore che condanna di Ivan Kulesh è stata eseguita in Bielorussia


Ivan è uno dei condannati per i quali stiamo inviando appelli urgenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati