Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
31 Dicembre 2008 | ARABIA SAUDITA

Saudi Arabia

Messo a morte Mohammed S'himi. Quest'anno 102 esecuzioni nel paese

 
versione stampabile

ANSA

PENA MORTE: ARABIA S.; DECAPITATO SAUDITA, UCCISE LA MADRE

RIAD, 29 DIC - Un saudita e' stato decapitato con la sciabola oggi a Taef, nell'ovest dell'Arabia Saudita. Era stato condannato a morte per aver ucciso sua madre e suo fratello. Lo ha reso noto il ministero dell'Interno.

Il giustiziato si chiamava Mohammed S'himi e, in seguito ad una lite familiare, aveva bruciato la casa uccidendo sua madre e suo fratello e ferendo sua sorella.

Con questa decapitazione il numero di esecuzioni rese note dalle autorita' quest'anno sale a 102, mentre finora il record e' del 2007: 153.

Lo stupro, l'omicidio, la negazione della fede islamica, la rapina a mano armata e il traffico di droga sono crimini condannabili con la pena di morte.

Lo scorso 14 ottobre Amnesty International ha protestato contro il governo di Riad, colpevole di ''giustiziare persone a un ritmo di piu' di due alla settimana''

 

AFP

Un Saoudien, condamné pour meurtre, décapité

RYAD, 29 déc 2008  - Un Saoudien, condamné pour le meurtre de sa mère et de son frère, a été décapité au sabre lundi à Taëf, dans l'ouest de l'Arabie saoudite, a annoncé le ministère de l'Intérieur dans un communiqué.

Le supplicié, Mohammed S'himi, a mis le feu, lors d'une dispute, dans la maison familiale, ce qui a entraîné la mort de sa mère et de son frère, tandis que sa soeur a été blessée dans l'incendie, a précisé le ministère dans son communiqué publié par l'agence officielle Spa.

Cette décapitation porte à 102 le nombre d'exécutions annoncées cette année par les autorités saoudiennes.

Un record a été atteint en 2007 avec 153 exécutions, contre 37 en 2006.

Le viol, le meurtre, l'apostasie, le vol à main armée et le trafic de drogue font partie des crimes passibles de la peine capitale dans le royaume ultraconservateur qui applique strictement la charia, ou loi islamique.

Le 14 octobre, l'organisation Amnesty International s'était élevée contre le fait que le gouvernement saoudien continuait "d'exécuter des gens, à un rythme moyen de plus de deux par semaine".

 

NOTIZIE CORRELATE
17 Giugno 2020
STATI UNITI
La Corte Suprema riesamina il caso sollevato dai vescovi texani sul mancato conforto spirituale perché il cappellano non può entrare nella camera della morte

La Corte Suprema concede uno stop dell'ultimo minuto all'esecuzione di Ruben Gutierrez


Grazie a tutti coloro che hanno firmato l'appello per Ruben!!!! Speriamo e combattiamo ancora.
20 Maggio 2020
STATI UNITI
Continuiamo a lavorare e a batterci per una giutizia che non tolga la vita

Con dolore apprendiamo che Walter "Arkie" Barton è stato messo a morte a Bonne Terre, in Missouri, ieri, mercoledì 19 maggio in serata


Noi non ci rassegniamo: la pena di morte può essere bloccata ovunque nel mondo. Grazie per gli appelli con cui avete sostenuto Walter
17 Novembre 2019
Buona notizia!

Usa, sospesa in Texas l'esecuzione di Rodney Reed! Ringraziamo tutti coloro che hanno inviato petizioni


La pena di morte è una strada senza ritorno, molti condannati sono poi stati riconosciuti innocenti ed estranei ai fatti #NoDeathPenalty
27 Ottobre 2019
Ruben NON verrà eseguito il 30 ottobre!

Buona notizia! La Corte d'Appello del Texas ha concesso una sospensione dell'esecuzione a Ruben Gutierrez


Ringraziamo tutti quelli che hanno inviato l'appello per Ruben
8 Ottobre 2019
RINGRAZIAMO TUTTI COLORO CHE HANNO INVIATO PETIZIONI E CONTRIBUITO ALLA GIUSTIZIA

L'ESECUZIONE DI RANDY HALPRIN E' STATA SOSPESA! RIPRENDEREMO A MANDARE APPELLI SE SARA' NECESSARIO


ERA PREVISTA PER IL 10 OTTOBRE 2019 GIORNATA MONDIALE CONTRO LA PENA DI MORTE
6 Settembre 2019
STATI UNITI

Nonostante le migliaia di appelli l’esecuzione di Bill Crutsinger ha avuto luogo. Dolore e sdegno per questo orrore


Grazie a tutti quelli che hanno inviato appelli e che continueranno a lottare con noi
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

148 visite

66 visite

63 visite

37 visite

38 visite
tutta i media correlati