Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
18 Febbraio 2009 | IRAN

Iran

Verso una legge che limiterà le esecuzioni dei minori

 
versione stampabile

AGI

PENA MORTE: IRAN VERSO LEGGE CHE LIMITA ESECUZIONI MINORI

Teheran, 17 feb. - La Commissione Giustizia del Parlamento iraniano ha approvato le linee guida di un disegno di legge che dovrebbe limitare le esecuzioni di minorenni. Lo ha riferito un portavoce della magistratura, Ali Reza Jamshidi, secondo il quale la bozza e' stata esaminata anche dal potente Consiglio dei Guardiani. L'idea e' vietare l'impiccagione di coloro che "non comprendevano la natura del crimine nel momento in cui l'hanno commesso o nel caso in cui vi siano dubbi sulla loro maturita' e capacita' introspettiva". Il percorso per arrivare a una legge e' ancora lungo, ma la notizia e' stata accolta positivamente dalla associazioni che si battono per la tutela dei diritti dei minorenni nella repubblica islamica. In Iran, l'eta' in cui si diventa penalmente perseguibili e' nove anni per le femmine; 15 per i maschi.

Nel 2008 sono aumentate le esecuzioni di ragazzi che vevano commesso crimini quando ancora erano minorenni. In ottobre il governo ha acconsentito a cambiare in ergastolo la pena di morte in genere comminata ai minori condannati per traffico di droga (per gli adulti rimane la pena di morte).

 

AFP

Iran: projet de loi limitant les exécutions de mineurs

TEHERAN, 17 fév 2009 - Les autorités judiciaires iraniennes ont rédigé un projet de loi prévoyant d'alléger les peines encourues par les mineurs, et qui rend notamment plus difficiles les condamnations à mort d'enfants, a annoncé mardi le porte-parole de la Justice.

Aux termes de la nouvelle loi, les mineurs auteurs de meurtres ne seront pas exécutés par pendaison "s'ils ne comprennent pas la nature du crime commis ou s'il existe un doute sur leur maturité et (leur niveau de) compréhension", a déclaré Ali Reza Jamshidi lors d'un point de presse.

Le projet de loi, approuvé par la commission judiciaire du Parlement, semble constituer une amélioration par rapport au code pénal actuel, qui fixe à neuf ans l'âge de responsabilité pénale pour une fille et à 15 ans pour un garçon.

Il doit encore être débattu au Parlement et recevoir le feu vert du conseil des gardiens, une instance conservatrice qui a déjà passé par pertes et profits des textes semblables jugés contraires à l'islam et à la Constitution.

Selon ce projet de loi, les tribunaux devront rechercher l'avis d'experts pour tenter de déterminer la maturité des mineurs jugés pour meurtre.

Depuis des années, les défenseurs des droits de l'Homme en Iran appellent les autorités à se conformer à leurs engagements auprès des conventions internationales sur les droits de l'enfant et d'arrêter d'exécuter des personnes condamnées pour des crimes commis avant l'âge de 18 ans.

Le meurtre, le viol, le vol à main armée, le trafic de drogue et l'adultère sont passibles de la peine de mort en Iran.

Dix-sept personnes ont été exécutées au cours des 18 derniers mois pour des crimes commis avant leurs 18 ans, selon les défenseurs des droits de l'Homme.

NEWS CORRELATE
4 Dicembre 2016
FIRENZE, ITALIA
A Firenze seduta solenne del Consiglio Regionale in occasione della Giornata internazionale "Città per la vita, contro la pena di morte" e Festa della Toscana, alle ore 11.00, presso il Teatro della Compagnia regionale

Riconoscimento alla Comunità di Sant'Egidio per l'impegno nella lotta alla pena capitale


Ha ritirato il premio il Prof. Adriano Roccucci, segretario generale della Comunità di Sant'Egidio
1 Dicembre 2016

dal Colosseo

1 Dicembre 2016
da Avvenire

Sant'Egidio. Duemila città si illuminano contro la pena di morte


Il 30 novembre è la Giornata mondiale delle città per la vita, iniziativa nata nel 2002 per abolire la pena capitale
30 Novembre 2016
PARIGI, FRANCIA
In occasione della Giornata delle Città per la Vita e dei 35 anni di abolizione della pena di morte in Francia

Parigi: 30 novembre, ore 19 Incontro per l'abolizione universale della pena di morte, Maison Victor Hugo, 6 Places de Vosges, Paris (Metro Bastille)


Con la Comunità di Sant'Egidio e il movimento dei Giovani per la Pace, alla presenza altre personalità
30 Novembre 2016
LISBONA, PORTOGALLO
Insieme alla Comunità di Sant'Egidio

Lisbona è città per la vita, contro la pena di morte, appuntamento il 30 novembre ore 18, Arco da rua Augusta


Sono molte le città portoghesi che aderiscono alla Giornata delle città per la vita
29 Novembre 2016
BIELORUSSIA
Lo annuncia Andrei Paluda dell'Associazione Viasna. Con la Comunità di Sant'Egidio siamo vicini alla sua famiglia

Apprendiamo con dolore che condanna di Ivan Kulesh è stata eseguita in Bielorussia


Ivan è uno dei condannati per i quali stiamo inviando appelli urgenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati