Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
7 Agosto 2009 | CILE

Chile

Un gruppo di deputati chiede il ripristino della pena di morte

 
versione stampabile

ANSA

CILE: PROPOSTO RIPRISTINO PENA MORTE; AMNESTY, RIPUGNANTE

SANTIAGO DEL CILE, 5 AGO - Amnesty International ha definito ''ripugnante'' la proposta di ripristinare in Cile la pena di morte per i delitti piu' gravi avanzata dall'opposizione di destra del Paese.

La pena di morte venne abolita in Cile nel maggio 2001, durante la presidenza di Ricardo Lagos, e venne sostituita dall'ergastolo. Il dibattito sul ripristino della pena capitale in Cile e' stato riaperto dall'assassinio di una bimba di cinque anni, che prima di essere uccisa e' stata sequestrata e violentata da un uomo a Valparaiso, a 140 chilometri ad ovest di Santiago.

Sulla base di questo episodio, un gruppo di deputati del partito di destra ''Union Democrata Independiente'' ha presentato un disegno di legge che modifica il codice, ripristinando, appunto, la pena capitale.

Amnesty International ha chiesto ai deputati del Parlamento cileno di non esaminare nemmeno il disegno di legge depositato, ricordando che il Cile e' tra i firmatari della Convenzione Americana, in base alla quale quando uno Stato abolisce la pena di morte dal proprio ordinamento si impegna a non ripristinarla.

''La pena di morte - ha ricordato Amnesty in un comunicato - rappresenta la negazione piu' estrema dei diritti umani, in quanto e' un omicidio premeditato a sangue freddo, perpetrato

dallo Stato''.

 

EFE

El asesinato de un niño de 5 años reabre debate de la pena de muerte en Chile

Santiago de Chile, 5 ago .-El asesinato de Francisca Silva de 5 años, cuyo cuerpo fue lanzado al mar por su agresor, reabrió hoy el debate acerca de la pena de muerte que se derogó el año 2001 en Chile.

Tanto diputados oficialistas como de la derecha opositora presentaron hoy un proyecto de ley que modifica el Código Penal restituyendo la pena de muerte en el país.

"La población ve con impotencia cómo ya no existen las sanciones justas, proporcionales y ejemplares", señala parte del texto propuesto por los diputados.

Durante el Gobierno del ex presidente Ricardo Lagos (2000-2006) en 2001 se derogó la pena de muerte y con ello, Chile se convirtió en el país número 106 en eliminar esta sanción de su ordenamiento jurídico.

Esta pena se reemplazó por la sanción de presidio perpetuo calificado, que impide postular a la libertad condicional antes de 40 años.

Ante la moción que presentaron algunos parlamentarios el Gobierno chileno señaló hoy que "en esta materia la sociedad chilena tomó una decisión en el sentido de erradicar la pena de muerte y generar un sistema de pena perpetua efectiva".

"Al respecto la experiencia de otros países nos muestra que la crueldad y la maldad no se combaten con más muerte, se combate con una justicia efectiva, con penas que se cumplan, con un funcionamiento adecuado de nuestras instituciones y tenemos que persistir en él", agregó la ministra portavoz, Carolina Tohá.

Pese a la iniciativa, el Pacto de San José de Costa Rica, suscrito y ratificado por Chile señala en uno de sus artículos que "no se restablecerá la pena de muerte en los estados que la han abolido", por lo que el país está imposibilitado a restablecer dicha pena en los casos para los que estaba prevista.

Al debate se sumó el ministro de Justicia, Carlos Maldonado, quién subrayó que "no hay apertura del Gobierno chileno para reabrir este debate, por una cuestión bien clara: la pena de muerte fue derogada, existió muchos años y al final en la práctica no se aplicaba".

 

NEWS CORRELATE
7 Luglio 2017
STATI UNITI
Dopo una vasta campagna mondiale basata sulla preoccupazione per la sua salute mentale e sulla richiesta di abolizione della pena di morte

Apprendiamo con dolore che in Virginia ha avuto luogo l'esecuzione di William Morva


William Morva, 35 anni, è morto alle 9.15 di giovedì nel centro correttivo di Greensville a Jarratt, in Virginia
24 Giugno 2017
STATI UNITI

Comunità di Sant'Egidio: a Washington per rafforzare l'impegno contro la pena di morte

2 Maggio 2017
STATI UNITI

Anthony Farina non è più condannato a morte. Non sarà libero, ma non rischia più l'esecuzione


Dal 2012 migliaia di appelli urgenti alle autorità e lettere e cartoline a Anthony hanno sostenuto questo importante cambiamento
29 Aprile 2017
STATI UNITI
Apprendiamo che lo Stato dell'Arkansas ha portato a termine quattro delle esecuzioni previste

L'ultima esecuzione ieri, Kenneth William era un afroamericano di 38 anni

21 Aprile 2017
STATI UNITI

L'Arkansas ha messo a morte uno dei condannati di nome Ledell Lee


E' prima esecuzione dal 2005. La nostra campagna continua con l'invio di appelli e la richiesta di clemenza
15 Aprile 2017
STATI UNITI
Un giudice ha accolto il ricorso dell'azienda produttrice dei farmaci: il prodotto non era stato venduto per questo scopo

Fermate le esecuzioni in Arkansas in seguito all'esposto di un'azienda farmaceutica


Il provvedimento è temporaneo, continuiamo a inviare appelli!
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

19 visite

10 visite

13 visite

9 visite

10 visite
tutta i media correlati