Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
10 Settembre 2009 | KISSIMMEE, STATI UNITI

DR Congo

Non sarà eseguita la condanna a morte di due norvegesi

 
versione stampabile

ANSA

CONGO: NORVEGESI CONDANNATI A MORTE, PENA NON SARA' ESEGUITA

OSLO, 9 SET - Il governo della Repubblica  democratica del Congo si e' impegnato a non applicare la  condanna a morte contro i due ex soldati norvegesi dichiarati  colpevoli di omicidio e spionaggio. Lo ha annunciato oggi il  ministro degli esteri norvegese Jonas Gahr Store.

Store ha avuto un incontro con il suo omologo congolese, Thambwe Mwamba, dopo che un tribunale militare, ieri, aveva condannato a morte i due, Joshua French, 27 anni, e Tjostolv

Moland, 28 anni.

Il ministro congolese ''ha assicurato che i due uomini non saranno messi a morte in nessuna circostanza, anche se il verdetto dovesse essere mantenuto'', scrive in un comunicato il ministero degli esteri norvegese, che aggiunge ''il governo congolese ha adottato una moratoria contro la pena di morte e la pena capitale non e' piu' applicata nel Paese''.

Inoltre ''il ministro Mwamba ha anche dichiarato che la Repubblica democratica del Congo e' aperta ad esaminare la possibilita' che una parte dell'eventuale pena venga scontata in Norvegia'' precisa il comunicato di Oslo.

I due norvegesi sono stati condannati a morte per l'omicidio del loro autista, trovato morto a maggio con una ferita d'arma da fuoco alla testa vicino a Kisangani, nell'est del Paese.

Inoltre French e Moland sono stati condannati per spionaggio, detenzione illegale di armi da guerra, rapina a mano armata e associazione a delinquere. I due si sono dichiarati innocenti e hanno annunciato che ricorreranno in appello.

Anche il governo norvegese e' stato coinvolto nel processo e condannato al pagamento di 60 milioni di dollari per spionaggio. Da parte sua Oslo ha respinto le accuse ed escluso che French e Moland avessero legami con il governo.

 

AFP

La RD Congo s'est engagée à ne pas exécuter les deux Norvégiens (Norvège)

OSLO, 9 sept 2009 - Le gouvernement de la République démocratique du Congo (RDC) s'est engagé à ne pas appliquer la peine capitale prononcée contre deux Norvégiens, reconnus coupables de meurtre et d'espionnage, a annoncé mercredi le chef de la diplomatie norvégienne Jonas Gahr Stoere.

Après la condamnation à mort prononcée par un tribunal militaire mardi à Kisangani (est de la RDC) contre deux ex-soldats norvégiens, Tjostolv Moland et Joshua French, M. Stoere s'est entretenu avec son homologue congolais Thambwe Mwamba.

"Il a donné à M. Stoere l'assurance que les deux hommes ne seraient exécutés en aucune circonstance même si le verdict devait être maintenu", selon un communiqué du ministère norvégien des Affaires étrangères.

"Le gouvernement congolais a adopté un moratoire sur la peine de mort et la peine capitale n'est plus appliquée dans le pays", ajoute le communiqué.

Tjostolv Moland, 28 ans, et Joshua French, 27 ans, ont été condamnés pour le meurtre, le 5 mai, du chauffeur d'un véhicule 4x4 qu'ils avaient loué à Kisangani, capitale de la Province orientale

de RDC, où ils s'étaient rendus en tant que touristes ou en prospection d'affaires, selon différentes versions.

La Norvège avait dès mardi "dénoncé" ces condamnations à mort. Les deux hommes ont aussi été condamnés pour espionnage, détention illégale d'arme de guerre, vol à main armée et association de malfaiteurs. L'un d'eux est également poursuivi pour tentative d'assassinat sur deux autres personnes, et le second pour complicité.

Tjostolv Moland et Joshua French se sont déclarés non coupables, affirmant que le chauffeur avait été tué pendant une attaque de bandits.

"Le ministre Mwamba a aussi déclaré que la RDC serait ouverte à une discussion sur la possibilité qu'une partie de la peine éventuelle (finalement retenue, ndlr) soit purgée en Norvège", précise le communiqué.

Condamné à une amende de 60 millions de dollars, le gouvernement norvégien a aussi rejeté les accusations d'espionnage."J'ai répété que les deux Norvégiens n'avaient aucun lien avec les autorités norvégiennes", a dit M. Stoere.

MM. Moland et French ont fait appel de leur condamnation mercredi, selon la chaîne norvégienne TV2 Nyhetskanalen.

Le chef de la diplomatie norvégienne a également convenu de rencontrer son collègue congolais en marge de l'Assemblée générale de l'ONU ce mois-ci à New York, et lui a rappelé que la sécurité des deux prisonniers incombait aux autorités congolaises.

NOTIZIE CORRELATE
27 Novembre 2018
REGNO UNITO
Roma, 28 novembre

IX Incontro internazionale dei ministri della Giustizia per "Un mondo senza pena di morte"


presso la Nuova Aula dei Gruppi parlamentari - Camera dei Deputati
27 Novembre 2018
#STAND4HUMANITY

IL 30 NOVEMBRE AL COLOSSEO: CITTA' PER LA VITA , CONTRO LA PENA DI MORTE


Lato Arco di Costantino ore 18
14 Novembre 2018
NEW YORK, STATI UNITI
La Terza Commissione dell'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato la risoluzione per la moratoria con 123 voti a favore

Approvata la risoluzione sulla moratoria della pena di morte con un numero maggiore di consensi rispetto al 2016


Un segnale positivo verso l’obiettivo dell’abolizione completa della pena capitale nel mondo!
3 Novembre 2018
La pena di morte in Germania venne applicata fin dal Medioevo. Fu cancellata dall'ordinamento giudiziario della Repubblica Federale nel 1949, mentre nella Repubblica Democratica fu abolita nel 1987

Germania: lo stato tedesco dell'Assia ha eliminato la pena di morte dalla costituzione che la conservava per un'anomalia giuridica


Con il loro voto i cittadini hanno modificato una norma che da 69 anni conservava la pena di morte
18 Ottobre 2018

Vescovi Usa: plauso per la fine della pena di morte nello Stato di Washington


"Ci uniamo ai vescovi cattolici di Washington, alla Conferenza cattolica dello Stato di Washington, alla rete di mobilitazione cattolica e a tutte le persone di buona volontà nell'accogliere favorevolmente questa decisione e perseverare nel lavoro per porre fine alla pena di morte"
12 Ottobre 2018
STATI UNITI

Lo Stato di Washington ha abolito la pena di morte


La Corte suprema dello Stato di Washington ha stabilito che la pena di morte “viola la Costituzione” e di conseguenza viene abolita
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati