Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
21 Ottobre 2009 | LIBANO

Lebanon

Richieste sette condanne a morte dalla Procura

 
versione stampabile

ANSA

TERRORISMO: LIBANO, PENA DI MORTE CHIESTA PER 7 INTEGRALISTI

BEIRUT, 21 OTT - La pena di morte e' stata richiesta in Libano per sette presunti membri di un gruppo terrorista ispirato ad al Qaida e accusato dell'uccisione di alti ufficiali delle forze armate e della polizia, di soldati dell'esercito e di pianificare attentati contro la forza Onu schierata nel sud del Paese (Unifil).

L'agenzia nazionale di notizie Nna riferisce stamani che la magistratura di Beirut ha inoltre chiesto l'ergastolo per altri 14 presunti membri di Fatah al Islam, gruppo che nell'estate 2007 si e' confrontato per tre mesi in una sanguinosa battaglia contro l'esercito libanese nel campo profughi palestinese di Nahr al Bared, nel nord del Libano. Il magistrato ha in tutto chiesto la condanna per 31 tra libanesi e palestinesi, accusati di appartenere al gruppo.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni vicini agli imputati ascoltati dal magistrato e citati dalla Nna, il sedicente leader di Fatah al Islam, Shaker al Abssi, sarebbe fuggito in Siria in cambio di 500 dollari in un momento non meglio precisato ma successivo alla fine della battaglia di Nahr al Bared.

Non e' stata ancora fissata la data d'inizio del processo contro i presunti terroristi, accusati anche di esser responsabili degli attentati contro l'esercito libanese nell'estate 2008 a Tripoli, nel quale morirono 15 soldati e cinque civili.

Secondo la Nna, gli imputati avrebbero gia' confessato altri crimini, tra cui l'uccisione del generale dell'esercito Francois al Hajj nel dicembre 2007, candidato ad assumere il comando delle forze armate, e quella nel gennaio 2008 di Wissam Eid, capitano di polizia che all'epoca lavorava all'inchiesta internazionale sull'omicidio dell'ex premier libanese Rafik Hariri del 2005.

Gli imputati avrebbero anche ammesso di aver pianificato attentati contro l'Unifil, di cui fanno parte oltre 2.000 soldati italiani, e contro l'attuale capo della polizia il generale Ashraf Rifi.

 

NOTIZIE CORRELATE
17 Giugno 2020
STATI UNITI
La Corte Suprema riesamina il caso sollevato dai vescovi texani sul mancato conforto spirituale perché il cappellano non può entrare nella camera della morte

La Corte Suprema concede uno stop dell'ultimo minuto all'esecuzione di Ruben Gutierrez


Grazie a tutti coloro che hanno firmato l'appello per Ruben!!!! Speriamo e combattiamo ancora.
20 Maggio 2020
STATI UNITI
Continuiamo a lavorare e a batterci per una giutizia che non tolga la vita

Con dolore apprendiamo che Walter "Arkie" Barton è stato messo a morte a Bonne Terre, in Missouri, ieri, mercoledì 19 maggio in serata


Noi non ci rassegniamo: la pena di morte può essere bloccata ovunque nel mondo. Grazie per gli appelli con cui avete sostenuto Walter
17 Novembre 2019
Buona notizia!

Usa, sospesa in Texas l'esecuzione di Rodney Reed! Ringraziamo tutti coloro che hanno inviato petizioni


La pena di morte è una strada senza ritorno, molti condannati sono poi stati riconosciuti innocenti ed estranei ai fatti #NoDeathPenalty
27 Ottobre 2019
Ruben NON verrà eseguito il 30 ottobre!

Buona notizia! La Corte d'Appello del Texas ha concesso una sospensione dell'esecuzione a Ruben Gutierrez


Ringraziamo tutti quelli che hanno inviato l'appello per Ruben
8 Ottobre 2019
RINGRAZIAMO TUTTI COLORO CHE HANNO INVIATO PETIZIONI E CONTRIBUITO ALLA GIUSTIZIA

L'ESECUZIONE DI RANDY HALPRIN E' STATA SOSPESA! RIPRENDEREMO A MANDARE APPELLI SE SARA' NECESSARIO


ERA PREVISTA PER IL 10 OTTOBRE 2019 GIORNATA MONDIALE CONTRO LA PENA DI MORTE
6 Settembre 2019
STATI UNITI

Nonostante le migliaia di appelli l’esecuzione di Bill Crutsinger ha avuto luogo. Dolore e sdegno per questo orrore


Grazie a tutti quelli che hanno inviato appelli e che continueranno a lottare con noi
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

148 visite

66 visite

63 visite

37 visite

38 visite
tutta i media correlati