Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
21 Ottobre 2009 | LIBANO

Lebanon

Richieste sette condanne a morte dalla Procura

 
versione stampabile

ANSA

TERRORISMO: LIBANO, PENA DI MORTE CHIESTA PER 7 INTEGRALISTI

BEIRUT, 21 OTT - La pena di morte e' stata richiesta in Libano per sette presunti membri di un gruppo terrorista ispirato ad al Qaida e accusato dell'uccisione di alti ufficiali delle forze armate e della polizia, di soldati dell'esercito e di pianificare attentati contro la forza Onu schierata nel sud del Paese (Unifil).

L'agenzia nazionale di notizie Nna riferisce stamani che la magistratura di Beirut ha inoltre chiesto l'ergastolo per altri 14 presunti membri di Fatah al Islam, gruppo che nell'estate 2007 si e' confrontato per tre mesi in una sanguinosa battaglia contro l'esercito libanese nel campo profughi palestinese di Nahr al Bared, nel nord del Libano. Il magistrato ha in tutto chiesto la condanna per 31 tra libanesi e palestinesi, accusati di appartenere al gruppo.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni vicini agli imputati ascoltati dal magistrato e citati dalla Nna, il sedicente leader di Fatah al Islam, Shaker al Abssi, sarebbe fuggito in Siria in cambio di 500 dollari in un momento non meglio precisato ma successivo alla fine della battaglia di Nahr al Bared.

Non e' stata ancora fissata la data d'inizio del processo contro i presunti terroristi, accusati anche di esser responsabili degli attentati contro l'esercito libanese nell'estate 2008 a Tripoli, nel quale morirono 15 soldati e cinque civili.

Secondo la Nna, gli imputati avrebbero gia' confessato altri crimini, tra cui l'uccisione del generale dell'esercito Francois al Hajj nel dicembre 2007, candidato ad assumere il comando delle forze armate, e quella nel gennaio 2008 di Wissam Eid, capitano di polizia che all'epoca lavorava all'inchiesta internazionale sull'omicidio dell'ex premier libanese Rafik Hariri del 2005.

Gli imputati avrebbero anche ammesso di aver pianificato attentati contro l'Unifil, di cui fanno parte oltre 2.000 soldati italiani, e contro l'attuale capo della polizia il generale Ashraf Rifi.

 

NOTIZIE CORRELATE
27 Novembre 2018
REGNO UNITO
Roma, 28 novembre

IX Incontro internazionale dei ministri della Giustizia per "Un mondo senza pena di morte"


presso la Nuova Aula dei Gruppi parlamentari - Camera dei Deputati
27 Novembre 2018
#STAND4HUMANITY

IL 30 NOVEMBRE AL COLOSSEO: CITTA' PER LA VITA , CONTRO LA PENA DI MORTE


Lato Arco di Costantino ore 18
14 Novembre 2018
NEW YORK, STATI UNITI
La Terza Commissione dell'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato la risoluzione per la moratoria con 123 voti a favore

Approvata la risoluzione sulla moratoria della pena di morte con un numero maggiore di consensi rispetto al 2016


Un segnale positivo verso l’obiettivo dell’abolizione completa della pena capitale nel mondo!
3 Novembre 2018
La pena di morte in Germania venne applicata fin dal Medioevo. Fu cancellata dall'ordinamento giudiziario della Repubblica Federale nel 1949, mentre nella Repubblica Democratica fu abolita nel 1987

Germania: lo stato tedesco dell'Assia ha eliminato la pena di morte dalla costituzione che la conservava per un'anomalia giuridica


Con il loro voto i cittadini hanno modificato una norma che da 69 anni conservava la pena di morte
18 Ottobre 2018

Vescovi Usa: plauso per la fine della pena di morte nello Stato di Washington


"Ci uniamo ai vescovi cattolici di Washington, alla Conferenza cattolica dello Stato di Washington, alla rete di mobilitazione cattolica e a tutte le persone di buona volontà nell'accogliere favorevolmente questa decisione e perseverare nel lavoro per porre fine alla pena di morte"
12 Ottobre 2018
STATI UNITI

Lo Stato di Washington ha abolito la pena di morte


La Corte suprema dello Stato di Washington ha stabilito che la pena di morte “viola la Costituzione” e di conseguenza viene abolita
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati