Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
31 Ottobre 2009 | RUSSIA

Russia

Il Presidente della Corte Suprema: saremo fedeli agli impegni internazionali e con l'Europa sull'abolizione della pena di morte

 
versione stampabile

Interfax

Russian Supreme Court believes no death sentences can be passed nextyear

 MOSCOW.  Oct  31  ()  -  The Russian Supreme Court chairman believes  Russia has to continue to abide by the European Convention for the Protection  of  Human Rights and its protocols on the abolishment of the death penalty.

 "It  is  absolutely clear to us in the Supreme Court that we should abide by the provisions of the European Convention for the Protection of Human Rights  and  Fundamental  Freedoms and those on the abolishment of the death  penalty,  which  have  been  signed by Russia," Supreme Court Chairman Vyacheslav Lebedev said in an interview with Interfax.

 Hence,  in  the  Supreme  Court's  view,  "our  courts  will not be entitled  to  hand  down  death  sentences starting January 1, 2010," he said.

 The  Supreme  Court recently asked the Constitutional Court to make it clear whether death sentences can be handed down in Russia next year, because  judges  "may  wonder  how  to  apply the Constitutional Court's [1999] judgment starting January 1, 2010," Lebedev said.

 In  February  1999,  the  Constitutional  Court  passed  a judgment "Clause  5 of which says that death sentences cannot be pronounced until the right to a jury trial is guaranteed in the whole of Russia," Lebedev said.

 This  judgment is still in effect, Lebedev said. "However, starting January  1,  2010, jury trials will be in place in all regions of Russia without  any  exception.  The  Chechen Republic has been an exception so far, but  a  provision on introducing jury trials will take effect there on January 1 next year as well," he said.

"Therefore,  in  order  to dispel any doubts, the Supreme Court has appealed  to  the  Constitutional  Court  to  explain its own judgment," Lebedev said.

 While  Russia  signed  the  protocol  to the European Convention on Human Rights  on  abolishing  the  death  penalty  in  1997, the Russian parliament has still not ratified it, he said.

 "Nevertheless,  in  line  with  international  legal  standards,  a country  that  has  signed  an  international treaty, even if it has not ratified  it  but  has not clearly expressed its desire to withdraw from it, should observe it," Lebedev said.

 The  Russian law stipulates that only the Constitutional Court, and not the  Supreme Court, can explain and interpret its judgments, Lebedev said. "It  would  be incorrect, unethical, and absolutely wrong if other courts could explain Constitutional Court judgments," he said.

 The  Russian  Constitutional  Court  is to convene on November 9 to consider  a  Supreme  Court  request  that  the  Constitutional  Court's judgment  of February 2, 1999 be clarified as regards the possibility of passing  death  sentences after jury trials are introduced on the entire territory of Russia starting January 1, 2010.

NOTIZIE CORRELATE
27 Novembre 2018
REGNO UNITO
Roma, 28 novembre

IX Incontro internazionale dei ministri della Giustizia per "Un mondo senza pena di morte"


presso la Nuova Aula dei Gruppi parlamentari - Camera dei Deputati
27 Novembre 2018
#STAND4HUMANITY

IL 30 NOVEMBRE AL COLOSSEO: CITTA' PER LA VITA , CONTRO LA PENA DI MORTE


Lato Arco di Costantino ore 18
14 Novembre 2018
NEW YORK, STATI UNITI
La Terza Commissione dell'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato la risoluzione per la moratoria con 123 voti a favore

Approvata la risoluzione sulla moratoria della pena di morte con un numero maggiore di consensi rispetto al 2016


Un segnale positivo verso l’obiettivo dell’abolizione completa della pena capitale nel mondo!
3 Novembre 2018
La pena di morte in Germania venne applicata fin dal Medioevo. Fu cancellata dall'ordinamento giudiziario della Repubblica Federale nel 1949, mentre nella Repubblica Democratica fu abolita nel 1987

Germania: lo stato tedesco dell'Assia ha eliminato la pena di morte dalla costituzione che la conservava per un'anomalia giuridica


Con il loro voto i cittadini hanno modificato una norma che da 69 anni conservava la pena di morte
18 Ottobre 2018

Vescovi Usa: plauso per la fine della pena di morte nello Stato di Washington


"Ci uniamo ai vescovi cattolici di Washington, alla Conferenza cattolica dello Stato di Washington, alla rete di mobilitazione cattolica e a tutte le persone di buona volontà nell'accogliere favorevolmente questa decisione e perseverare nel lavoro per porre fine alla pena di morte"
12 Ottobre 2018
STATI UNITI

Lo Stato di Washington ha abolito la pena di morte


La Corte suprema dello Stato di Washington ha stabilito che la pena di morte “viola la Costituzione” e di conseguenza viene abolita
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati