Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
11 Novembre 2009 | KIRGHIZISTAN

Kyrgyzstan

Il Parlamento rifiuta di sottoscrivere il II Protocollo Opzionale ONU che bandisce la pena di morte

 
versione stampabile

AP

Kyrgyz lawmakers reject death penalty ban

By LEILA SARALAYEVA

BISHKEK, Kyrgyzstan _ Lawmakers in Kyrgyzstan voted Wednesday to reject a United Nations protocol banning the death penalty in a move sharply criticized by human rights activists.

The decision not to adopt the optional protocol to the 1989 U.N. covenant on civil rights signals that the former Soviet nation may be set to reverse recent reforms that led to the removal of the death penalty from its statute books.

Kyrgyzstan, an impoverished, predominantly Muslim Central Asian nation, imposed a moratorium on executions in 1998 and abolished the death penalty in its 2007 constitution.

But the rejection of the U.N. protocol could lead to reinstatement of the death penalty. Backers say capital punishment would help combat crime and save the government money spent on prisoners serving life sentences.

Proposals to reinstate the death penalty have picked up steam in Kyrgyzstan in recent months, with one top-ranking security official suggesting that executions could be carried out in public.

Government-backed Ak Zhol party lawmaker Askar Salymbekov said his faction's decision to vote against the U.N. protocol reflected public opinion. «Around 80 percent to 90 percent of our population is for imposing the death penalty,» he said.

Rights activists say the move is unconstitutional and could lead to backsliding on democracy.

«The introduction of the death penalty would be a threat to everybody who lives in our country,» said Tolekan Ismailov, executive director of the Citizens Against Corruption rights group. «If Kyrgyzstan takes this step, it will be condemned by many international organizations.»

While the death penalty remains on the books in some other former Soviet nations, Belarus is the only one in which it is still carried out. Others, including Russia, have banned it or imposed moratoriums to meet requirements for membership in the Council of Europe, a human rights body.

NOTIZIE CORRELATE
27 Novembre 2018
REGNO UNITO
Roma, 28 novembre

IX Incontro internazionale dei ministri della Giustizia per "Un mondo senza pena di morte"


presso la Nuova Aula dei Gruppi parlamentari - Camera dei Deputati
27 Novembre 2018
#STAND4HUMANITY

IL 30 NOVEMBRE AL COLOSSEO: CITTA' PER LA VITA , CONTRO LA PENA DI MORTE


Lato Arco di Costantino ore 18
14 Novembre 2018
NEW YORK, STATI UNITI
La Terza Commissione dell'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato la risoluzione per la moratoria con 123 voti a favore

Approvata la risoluzione sulla moratoria della pena di morte con un numero maggiore di consensi rispetto al 2016


Un segnale positivo verso l’obiettivo dell’abolizione completa della pena capitale nel mondo!
3 Novembre 2018
La pena di morte in Germania venne applicata fin dal Medioevo. Fu cancellata dall'ordinamento giudiziario della Repubblica Federale nel 1949, mentre nella Repubblica Democratica fu abolita nel 1987

Germania: lo stato tedesco dell'Assia ha eliminato la pena di morte dalla costituzione che la conservava per un'anomalia giuridica


Con il loro voto i cittadini hanno modificato una norma che da 69 anni conservava la pena di morte
18 Ottobre 2018

Vescovi Usa: plauso per la fine della pena di morte nello Stato di Washington


"Ci uniamo ai vescovi cattolici di Washington, alla Conferenza cattolica dello Stato di Washington, alla rete di mobilitazione cattolica e a tutte le persone di buona volontà nell'accogliere favorevolmente questa decisione e perseverare nel lavoro per porre fine alla pena di morte"
12 Ottobre 2018
STATI UNITI

Lo Stato di Washington ha abolito la pena di morte


La Corte suprema dello Stato di Washington ha stabilito che la pena di morte “viola la Costituzione” e di conseguenza viene abolita
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati