Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
21 Novembre 2009 | STATI UNITI

USA/Texas

Robert Thompson messo a morte in Texas anche se non aveva ucciso nessuno. E' la "law of parties"

 
versione stampabile

ANSA

PENA MORTE:TEXAS, GIUSTIZIATO ANCHE SE NON E' L'OMICIDA

CASO PARADOSSALE: ERGASTOLO AL VERO OMICIDA, A COMPLICE LA MORTE

 WASHINGTON, 20 NOV - Condanna paradossale in Texas:il vero omicida sta scontando l'ergastolo, un uomo suo complice solo in una tentata rapina e' stato giustiziato. Questo il caso di Robert Thompson, 34 anni, messo a morte mediante iniezione letale un'ora dopo che il governatore del Texas, Rick Perry, gli aveva negato la grazia nonostante la richiesta di commutazione in carcere a vita del Board of Pardons and Paroles, il comitato che si esprime sui casi piu' controversi.

In questo caso il Board aveva appunto votato a maggioranza (5-2) una rara raccomandazione di grazia perche' era emerso che il condannato non era fisicamente colui che aveva commesso l'omicidio. Ad uccidere, nel 1996, era stato un suo complice. Il quale pero' e' stato condannato all'ergastolo, mentre Robert Thompson e' stato messo a morte nonostante sia stato accertato che in quel tentativo di rapina non fu lui a uccidere.

Nei suoi confronti e' stata applicata la cosiddetta Law of Parties (la 'legge dei complici'), una controversa norma sulla responsabilita' penale dei complici che in Texas, unico stato in tutti gli Usa, e' adottata di routine ai casi di pena capitale.

Questa mostruosita' giuridica consente, come in questo caso, di mettere a morte un individuo anche se non e' colpevole di omicidio.

Non e' la prima volta che il governatore Perry riceve una raccomandazione di grazia dal Board of Pardons. Nel 2007 ricevette una richiesta analoga per il caso di Kenneth Foster, un condannato a morte che - appunto - la 'legge dei complici' del Texas aveva ritenuto meritevole della pena capitale nonostante non avesse commesso fisicamente l'omicidio nel caso per cui era stato processato. Cedendo di fronte alla pressione internazionale sollevatasi sul caso Foster, Perry allora commuto' in ergastolo la condanna quando mancavano poche ore dall'appuntamento del boia. In questo caso, invece, il governatore si e' mostrato inflessibile. E meno di un'ora dopo il no di Perry alla grazia, l'esecuzione e' stata portata a termine.

 

AFP

USA-justice-exécution  Exécution au Texas d'un homme noir qui n'avait pas commis de meurtre

WASHINGTON, 20 nov 2009 - Un homme noir de 34 ans a été exécuté jeudi soir au Texas (sud des Etats-Unis) par injection mortelle pour avoir participé à un braquage au cours duquel un autre homme a commis un meurtre, a-t-on appris vendredi auprès des autorités pénitentiaires texanes.

Robert Thompson a été déclaré mort à 18H19 locales, 15 minutes après le début de l'injection.

Fait extrêmement rare au Texas, le comité des grâces avait recommandé la commutation de sa peine en perpétuité réelle car ce n'est pas lui qui tenait l'arme du crime lors du braquage de décembre 1996 où un employé de supérette avait été tué.

Mais le gouverneur du Texas, Rick Perry, connu pour être inflexible sur le sujet de la peine capitale, a annoncé son refus de gracier le condamné moins d'une heure avant que celui-ci ne soit emmené dans la chambre d'exécution. C'est la deuxième fois seulement que le comité des grâces recommande à M. Perry de commuer une peine et la deuxième fois que le gouverneur républicain ne la suit pas.

Le 5 décembre 1996, Robert Thompson et un complice armés d'un pistolet semi-automatique et d'un revolver ont braqué une supérette à Houston (Texas), demandant à un employé le contenu de sa caisse.

Selon un communiqué du ministre de la Justice du Texas, les deux hommes ont tiré à plusieurs reprises sur le caissier et sur un autre employé qui cherchait à s'échapper. Ils se sont ensuite enfuis en voiture, et c'est un coup tiré depuis la voiture par le complice de Robert Thompson qui a tué la victime.

A l'issue de son procès, Robert Thompson a été condamné à mort. Son complice a été reconnu coupable du meurtre et purge une peine de prison à vie sans possibilité de libération conditionnelle.

Le Texas est l'un des rares Etats américains à autoriser la condamnation à mort de ceux qui n'ont pas directement commis un meurtre. Neuf condamnés seulement ont été exécutés pour ce motif depuis le rétablissement de la peine de mort aux Etats-Unis en 1976.

L'exécution de Robert Thompson est la 23e cette année au Texas, l'Etat américain qui met à mort le plus de condamnés avec 446 exécutions depuis le rétablissement de la peine de mort en 1976 sur 1.184 dans tous les Etats-Unis.

NEWS CORRELATE
1 Dicembre 2016

dal Colosseo

1 Dicembre 2016
da Avvenire

Sant'Egidio. Duemila città si illuminano contro la pena di morte


Il 30 novembre è la Giornata mondiale delle città per la vita, iniziativa nata nel 2002 per abolire la pena capitale
30 Novembre 2016
PARIGI, FRANCIA
In occasione della Giornata delle Città per la Vita e dei 35 anni di abolizione della pena di morte in Francia

Parigi: 30 novembre, ore 19 Incontro per l'abolizione universale della pena di morte, Maison Victor Hugo, 6 Places de Vosges, Paris (Metro Bastille)


Con la Comunità di Sant'Egidio e il movimento dei Giovani per la Pace, alla presenza altre personalità
30 Novembre 2016
LISBONA, PORTOGALLO
Insieme alla Comunità di Sant'Egidio

Lisbona è città per la vita, contro la pena di morte, appuntamento il 30 novembre ore 18, Arco da rua Augusta


Sono molte le città portoghesi che aderiscono alla Giornata delle città per la vita
29 Novembre 2016
BIELORUSSIA
Lo annuncia Andrei Paluda dell'Associazione Viasna. Con la Comunità di Sant'Egidio siamo vicini alla sua famiglia

Apprendiamo con dolore che condanna di Ivan Kulesh è stata eseguita in Bielorussia


Ivan è uno dei condannati per i quali stiamo inviando appelli urgenti
29 Novembre 2016
STATI UNITI
Uniti alla Comunità di Sant'Egidio

Le diocesi della Florida anche quest'anno partecipano alla Giornata "Città per la vita, contro la pena di morte"


Siete invitati a partecipare a un evento nella vostra zona!
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

1 visite

2 visite

2 visite

1 visite
tutta i media correlati