Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
11 Dicembre 2009 | BIELORUSSIA

Belarus

Il Presidente Lukashenko: "Aboliremo la pena di morte quando lo faranno anche gli USA. Serve un referendum popolare"

 
versione stampabile

LA STAMPA

"In Bielorussia c`è più democrazia che in occidente"
Il leader di Minsk: non cederò alle pressioni europee

 Intervista EMANUELE NOVAZIO INVIATO  A MINSK

 Alexander Lukashenko Presidente Lukashenko, Berlusconi arriva domani a Minsk, primo capo di E E governo europeo dal 1995. L`Italia fa da apripista a un Paese sotto osservazione.

Che garanzie darà sulla democratizzazione di quella che Bush considerava L`«ultima dittatura d`Europa»?

«Non credo che Silvio mi chiederà garanzie del genere. Sono venuti rappresentanti della Commissione europea e hanno trovato un Paese europeo. Parleremo soprattutto di cooperazione economica, con riferimento anche agli investimenti delle vostre imprese».

Ma l`Ue ha prolungato di un anno le sanzioni a 36 personalità bielorusse, lei compreso, perché non ha giudicato sufficienti i progressi democratici nel Paese, anche se le ha sospese in segno di incoraggiamento.

«Esercitare pressioni non è fra i principi che regolano i rapporti fra i Paesi, di peggio ci può essere solo una guerra».

Una recente risoluzione del Parlamento europeo le chiede l`abolizione della restrizioni alla libertà e la fine delle violenze contro le proteste degli oppositori, il rilascio dei prigionieri politici, libertà di associazione e la fine dei licenziamenti basati su motivazioni politiche. E` pronto a soddisfare queste richieste?

«In nessun modo. Siamo un Paese sovrano, abbiamo Costituzione e leggi, e tutti i nostri cittadini le devono rispettare. Abbiamo 2200 fra associazioni e organizzazioni pubbliche non governative, e 25 partiti. Più dell`Italia».

Il problema forse è la possibilità reale di esprimere opinioni e riunirsi.

«In Occidente contro i dimostranti si usano manganelli e idranti, qui no. I rappresentanti della nostra opposizione dovrebbero fare uno stage in Occidente per capire che cos`è  l`ordine pubblico».

Cosa significa per lei democrazia?

«Potere del popolo, non le interpretazioni che le si danno. Nella democrazia come la intendete voi non ci vedo il popolo. Le priorità della nostra democratizzazione sono la sovranità e l`indipendenza del nostro Paese e la stabilità assoluta della nostra società. A chi mi considera l`ultimo dittatore d`Europa rispondo che la dittatura è possibile in Usa, in Cina forse in Russia: Paesi con una fortissima economia e armi nucleari, che potranno continuare a esistere anche con tutto il mondo contro. Noi saremmo schiacciati».

L`Europa chiede l`abolizione della pena di morte nell`ultimo Paese europeo a praticarla. Cosa risponde?

«Che appena gli Stati Uniti la aboliranno la aboliremo anche noi. Ma abbiamo un problema: è stato il voto del 90% dei cittadini a introdurla. Abbiamo avviato un processo di revisione in Parlamento, ma per abolire una decisione approvata con referendum serve un altro referendum: se lo facessimo adesso il risultato sarebbe lo stesso».

Il rapporto fra Italia e Bielorussia è particolare per i 300 mila «bambini di Chernobyl» ospitati da famiglie italiane. Ci sono state oltre 800 adozioni, ma il processo si è fermato. Perché?

«Non abbiamo sospeso le adozioni, le abbiamo regolamentate: vogliamo garanzie sul benessere dei nostri bambini. Ci sono stati casi di maltrattamento e sparizioni».

Anche in Italia?

«Non so, forse. Ma con l`Italia abbiamo meno problemi che con altri. Se si vuole rendere più veloce il processo spetterà a Berlusconi fornire garanzie».

In prospettiva guarda all`Europa o alla Russia?

«Non fate l`errore di giudicarci in base alle informazioni della nostra opposizione, che a Bruxelles non rappresenta nessuno ma vuole sposare l`Ue a qualsiasi condizione. Voglio che siano rispettati i nostri interessi. Molti Paesi possono assicurare il nostro futuro, se l`Europa non sarà disponibile: India, Russia, Cina, il mondo arabo, Paesi africani e latino-americani».

Con Bush i rapporti erano difficili. Con Obama va meglio?

«Siamo soddisfatti e convinti che ci sarà un miglioramento sostanziale».

Non teme una rivoluzione colorata?

«Abbiamo le stesse probabilità dell`Italia».

NEWS CORRELATE
4 Dicembre 2016
FIRENZE, ITALIA
A Firenze seduta solenne del Consiglio Regionale in occasione della Giornata internazionale "Città per la vita, contro la pena di morte" e Festa della Toscana, alle ore 11.00, presso il Teatro della Compagnia regionale

Riconoscimento alla Comunità di Sant'Egidio per l'impegno nella lotta alla pena capitale


Ha ritirato il premio il Prof. Adriano Roccucci, segretario generale della Comunità di Sant'Egidio
1 Dicembre 2016

dal Colosseo

1 Dicembre 2016
da Avvenire

Sant'Egidio. Duemila città si illuminano contro la pena di morte


Il 30 novembre è la Giornata mondiale delle città per la vita, iniziativa nata nel 2002 per abolire la pena capitale
30 Novembre 2016
PARIGI, FRANCIA
In occasione della Giornata delle Città per la Vita e dei 35 anni di abolizione della pena di morte in Francia

Parigi: 30 novembre, ore 19 Incontro per l'abolizione universale della pena di morte, Maison Victor Hugo, 6 Places de Vosges, Paris (Metro Bastille)


Con la Comunità di Sant'Egidio e il movimento dei Giovani per la Pace, alla presenza altre personalità
30 Novembre 2016
LISBONA, PORTOGALLO
Insieme alla Comunità di Sant'Egidio

Lisbona è città per la vita, contro la pena di morte, appuntamento il 30 novembre ore 18, Arco da rua Augusta


Sono molte le città portoghesi che aderiscono alla Giornata delle città per la vita
29 Novembre 2016
BIELORUSSIA
Lo annuncia Andrei Paluda dell'Associazione Viasna. Con la Comunità di Sant'Egidio siamo vicini alla sua famiglia

Apprendiamo con dolore che condanna di Ivan Kulesh è stata eseguita in Bielorussia


Ivan è uno dei condannati per i quali stiamo inviando appelli urgenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

1 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati