Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
15 Dicembre 2009 | STATI UNITI

USA

Il "New York Times" contro la pena di morte: "Nessuna esecuzione è 'umana' "

 
versione stampabile

The New York Times

There Is No ‘Humane’ Execution

December 14, 2009

EDITORIAL

This is what passes for progress in the application of the death penalty: Kenneth Biros, a convicted murderer, was put to death in Ohio last week with one drug, instead of the more common three-drug cocktail. It took executioners 30 minutes to find a vein for the needle, compared with the two hours spent hunting for a vein on the last prisoner Ohio tried to kill, Romell Broom. Technicians tried about 18 times to get the needle into Mr. Broom’s arms and legs before they gave up trying to kill him. Mr. Biros was jabbed only a few times in each arm.

Ohio adopted the single-drug formula after the botched execution. It may well be an improvement over the three-drug cocktail, or may not. (Death penalty advocates who hailed it as less painful have no way, obviously, of knowing that.) But the execution only reinforced that any form of capital punishment is legally suspect and morally wrong.

Justice Ruth Bader Ginsburg noted, in a dissenting opinion in a death penalty case last year, that critics have charged that the three-drug cocktail poses a serious risk that the inmate will suffer severely. The one-drug method was not used before last week on human beings, and Ohio should not have used it without a more public airing of its strengths and weaknesses, with input from medical and legal authorities.

The larger problem, however, is that changing a lethal-injection method is simply an attempt, as Justice Harry Blackmun put it, to “tinker with the machinery of death.” No matter how it is done, for the state to put someone to death is inherently barbaric.

It has also become clear — particularly since DNA evidence has become more common — how unreliable the system is. Since 1973, 139 people have been released from death row because of evidence that they were innocent, according to the Death Penalty Information Center.

An untold number of innocent people have also, quite likely, been put to death. Earlier this year, a fire expert hired by the state of Texas issued a report that cast tremendous doubt on whether a fatal fire — for which Cameron Todd Willingham was executed in 2004 — was arson at all. Until his execution, Mr. Willingham protested his innocence.

Most states still have capital punishment, and the Obama administration has so far shown a troubling commitment to it, pursuing federal capital cases even in states that do not themselves have the death penalty.

Earlier this year, New Mexico repealed its death penalty, joining 14 other states — and the District of Columbia — that do not allow it. That is the way to eliminate the inevitable problems with executions.

 

NEWS CORRELATE
20 Agosto 2016
STATI UNITI
PENA SOSPESA PER JEFF WOOD

L'ESECUZIONE DI JEFFERY WOOD NON AVRA' LUOGO


LA SUA ESECUZIONE ERA STATA FISSATA PER IL 24 AGOSTO 2016
5 Luglio 2016
CONAKRY, GUINEA
L'abolizione della pena capitale era stata indicata come possibile dal Ministro della Giustizia Cheik Sako nel corso del Convegno promosso a Roma dalla Comunità di Sant'Egidio lo scorso febbraio

Guinea-Conakry: il parlamento ha approvato l'abolizione pena di morte dal codice penale


E' il primo passo per passare dalla moratoria de facto alla moratoria de jure. L'abolizione sarà la tappa successiva
25 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Marazziti presenta l'iniziativa della Comunità di Sant'Egidio

"Citiesforlife" a Oslo, come metodo per continuare nella via dell'abolizione #AbolitionNow


A Oslo la marcia degli abolizionisti per le strade della città
20 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Inizia oggi il VI Congresso Mondiale Contro la Pena di Morte a Oslo

La Comunità di Sant'Egidio partecipa al Congresso di Oslo con una delegazione da Italia, Congo, Belgio, Spagna, Germania e Indonesia


Sono 1500 gli iscritti provenienti da oltre 80 paesi del mondo, tra loro 20 ministri, 200 diplomatici, parlamentari, accademici, avvocati, associazioni e membri della società civile
4 Giugno 2016
CITTÀ DEL VATICANO
No alla pena di morte e all'ergastolo: "Una pena senza speranza è tortura"

Papa Francesco parlando ai magistrati e giuristi del mondo torna a dire No alla pena di morte

24 Maggio 2016
INDONESIA
La Comunità di Sant'Egidio in Indonesia e le associazioni indonesiane impegnate in difesa dei diritti umani come Kontras, Imparsial, Elsam, Lbh Masyarakat, chiedono di fermare le esecuzioni

La Chiesa e la società civile si mobilitano contro le esecuzioni capitali


Giacarta è tra le 15 città indonesiane dove negli anni scorsi si è tenuta la manifestazione "Città per la vita, città contro la pena di morte" organizzata da Sant'Egidio in oltre duemila comuni nei cinque continenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
23 Maggio 2016
AP

Malaysian death row convict loses final appeal in Singapore
23 Maggio 2016
AsiaNews

Vescovo filippino: È presto per giudicare il contraddittorio Duterte. No alla pena di morte
14 Maggio 2016
Ilsole24ore

Pfizer blocca i farmaci per la pena di morte negli Usa
14 Maggio 2016
La Stampa

Pena di morte, Pfizer blocca l’uso dei suoi farmaci per le iniezioni letali negli Usa
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

3 visite

2 visite

1 visite

1 visite

7 visite
tutta i media correlati