Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
4 Maggio 2010 | STATI UNITI

Texas/USA

La Santa Sede e la Comunità di Sant'Egidio chiedono clemenza per Kevin Scott Varga

 
versione stampabile

AGI

PENA DI MORTE: PETIZIONE INTERNAZIONALE, SALVATE 41ENNE IN TEXAS

Roma, - Sono gia' piu' di 1700 le persone che in Italia hanno firmato la petizione internazionale per salvare dall'esecuzione capitale Kevin Scott Varga, detenuto nel penitenziario del Texas, la cui esecuzione e' prevista per il 12 maggio. Un appello al governatore del Texas e' stato lanciato dalla Comunita' di Sant'Egidio, mentre la rete televisiva La7, che si e' occupata della vicenda di Kevin in una puntata del programma 'Il miglio verde', ha messo a disposizione il suo sito per la firma via internet della petizione internazionale. Da ultimo, la sorte del 41enne detenuto dal 2001 nel braccio della morte, e' stata presa a cuore dal Vaticano: la Segreteria di Stato si e' rivolta alla nunziatura a Washington, segnalando la possibilita' di chiedere, a nome del Santo Padre, un atto di clemenza, tanto al governatore quanto al Board of Pardons del Texas.

Secondo la Comunita' di Sant'Egidio, la condanna di Kevin Scott Varga e' viziata da pesanti irregolarita' ed e' profondamente ingiusta: accusato di omicidio e rapina e condannato nel 2000, Scott Varga, 41 anni, non ha potuto godere del diritto ad una giuria imparziale "allorche' un membro venne escluso perche' manifestamente contrario alla pena di morte". I suoi difensori si rivelarono incompetenti e inadeguati proprio perche' "non riuscirono a far valere l'appello per un nuovo processo in cui venisse riammesso il giurato abolizionista".

Nell'intervista realizzata da La 7, Scott Varga racconta il momento in cui per lui "il futuro cesso' di esistere", il 20 novembre 2000, il giorno in cui ricevette la condanna di morte, e di come alzo' muri intorno a se' "per non provare piu' alcuna emozione". Poi, ha spiegato, accadde "una cosa meravigliosa":

l'arrivo delle petizioni inviate dall'Europa. Nell'ultimo intervento ad un blog (http://minutesbeforesix.com), del 7 aprile scorso, Kevin ha scritto: "Combattero' finche' il mio cuore non si fermera'" e non perdero'' la speranza fino allora perche' Dio mi tiene nel palmo della sua mano". C'e' poco piu' di una settimana per convincere le autorita' americane a non uccidere questa speranza.

NEWS CORRELATE
5 Maggio 2018
STATI UNITI

Robert Earl Butts Jr. è stato messo a morte per iniezione letale venerdì 4 maggio 2018

3 Maggio 2018
STATI UNITI
Per ora Robert è salvo! Ringraziamo per questi 90 giorni di sospensione e continuiamo a inviare appelli per la salvezza di Robert Butts Jr.

Il Comitato per la Clemenza della Georgia ha sospeso l'esecuzione di Robert Butts Jr a meno di 24 dalla esecuzione!


Continuiamo a inviare appelli
10 Aprile 2018
COSTA D'AVORIO

Dichiarazione finale del Congresso Regionale in Abidjan


La svolta africana: umanizzare le carceri e abolire la Pena di Morte
9 Aprile 2018
COSTA D'AVORIO
E' il terzo Congresso Regionale contro la pena capitale. Grande l'interesse, si sono iscritte oltre 300 persone

Il Congresso Regionale delle Associazioni Abolizioniste del mondo in Costa d'Avorio il 9 e 10 aprile 2018


La sessione plenaria del 10 Aprile dal titolo “Pena di morte, povertà, condizioni carcerarie: da una Giornata Mondiale all'altra” sarà presieduta da Annemarie Pieters (al centro nella foto)
23 Febbraio 2018
STATI UNITI

Lo stato della Florida ha portato a compimento l'esecuzione letale di Branch, nella prigione statale della Florida a Raiford


Branch, che era nel braccio della morte da quasi 25 anni, è stato dichiarato morto per un'iniezione letale alle 6:05 del pomeriggio
23 Febbraio 2018
STATI UNITI

Il governatore Greg Abbott ha commutato in pena a vita Thomas Whitacker


Il governatore ha ha accettato la raccomandazione rara e unanime del Texas Board of Pardons and Parole di concedere la grazia Thomas, condannato a morte, la cui esecuzione doveva avere luogo ieri
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

9 visite

5 visite

5 visite

6 visite

8 visite
tutta i media correlati