Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
15 Giugno 2010 | GHANA

Ghana

Perchè si può abolire la pena di morte

 
versione stampabile

Public Agenda

Ghana: Heed Call to Abolish Death Penalty

EDITORIAL

Human rights and human dignity are universally acknowledged as fundamental norms that form the basis of politically organized society. Obviously, the death penalty is one piece of legislation that directly contradicts this premise. It is also said that the death penalty is based on a misconception of justice.

Unfortunately, the Constitution of Ghana, which guarantees the protection of fundamental human rights and freedoms in Chapter Five, endorses the death penalty in Article 13. In fact, Article 13 (1) states that "No person shall be deprived of his life intentionally except in the exercise of the execution of a sentence of a court in respect of a criminal offence under the laws of Ghana of which he has been convicted."

On Wednesday, this provision apparently inspired a Ho High Court presided over by Mr. Justice Essel Mensah to sentence Emmanuel Adzanku, a 40-year-old palm wine tapper of Matse Tsipe, to death by hanging for murdering one William Addo also of Matse Tsipe. This was after a seven-member jury found Adzanku guilty of murder after a trial that lasted for seven years.

The ruling underscored one point: that even though Ghana has always set the pace for others in human rights and democracy, it has been overtaken in this particular case by nations such South Africa, Angola, Cote d?Iviore, Liberia, Guinea Bissau and Senegal.

On the other hand, many are consoled by the fact that for more than a decade, persons sentenced to death have rather been confined to condemned cells. This has been interpreted to mean that Ghana is, to all intents and purposes, death penalty abolitionist in practice.

One would ask why is it that we have the death penalty on our statute books but it is not implemented. Obviously, it is not a good law.

We at the Public Agenda hold the view that the Constitution Review Commission can perhaps kick start the process to abolish the death penalty by considering Article 13 (1) of the Constitution for review if it is not already listed for review.

On the other hand, we need political will to do so. It is a long held view that Ghana's politicians have not formally expunged the law because of the fear that they might lose the backing of a sizeable portion of the public who support the death penalty.

Some say that the law exists to deter people who might contemplate engaging in capital crimes. This perception is negated by the fact that the Ghana Police Service admits that the existence of the death penalty on Ghana's statute books has not led to any significant reduction in capital crimes.

This calls for education of the public; there is an obligation on all of us - politicians, civil society, media, etc. - to actually educate the public about the reason why we think the death penalty should be abolished. Our human rights records are at stake, Let's act now!

 

NEWS CORRELATE
20 Agosto 2016
STATI UNITI
PENA SOSPESA PER JEFF WOOD

L'ESECUZIONE DI JEFFERY WOOD NON AVRA' LUOGO


LA SUA ESECUZIONE ERA STATA FISSATA PER IL 24 AGOSTO 2016
5 Luglio 2016
CONAKRY, GUINEA
L'abolizione della pena capitale era stata indicata come possibile dal Ministro della Giustizia Cheik Sako nel corso del Convegno promosso a Roma dalla Comunità di Sant'Egidio lo scorso febbraio

Guinea-Conakry: il parlamento ha approvato l'abolizione pena di morte dal codice penale


E' il primo passo per passare dalla moratoria de facto alla moratoria de jure. L'abolizione sarà la tappa successiva
25 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Marazziti presenta l'iniziativa della Comunità di Sant'Egidio

"Citiesforlife" a Oslo, come metodo per continuare nella via dell'abolizione #AbolitionNow


A Oslo la marcia degli abolizionisti per le strade della città
20 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Inizia oggi il VI Congresso Mondiale Contro la Pena di Morte a Oslo

La Comunità di Sant'Egidio partecipa al Congresso di Oslo con una delegazione da Italia, Congo, Belgio, Spagna, Germania e Indonesia


Sono 1500 gli iscritti provenienti da oltre 80 paesi del mondo, tra loro 20 ministri, 200 diplomatici, parlamentari, accademici, avvocati, associazioni e membri della società civile
4 Giugno 2016
CITTÀ DEL VATICANO
No alla pena di morte e all'ergastolo: "Una pena senza speranza è tortura"

Papa Francesco parlando ai magistrati e giuristi del mondo torna a dire No alla pena di morte

24 Maggio 2016
INDONESIA
La Comunità di Sant'Egidio in Indonesia e le associazioni indonesiane impegnate in difesa dei diritti umani come Kontras, Imparsial, Elsam, Lbh Masyarakat, chiedono di fermare le esecuzioni

La Chiesa e la società civile si mobilitano contro le esecuzioni capitali


Giacarta è tra le 15 città indonesiane dove negli anni scorsi si è tenuta la manifestazione "Città per la vita, città contro la pena di morte" organizzata da Sant'Egidio in oltre duemila comuni nei cinque continenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
23 Maggio 2016
AP

Malaysian death row convict loses final appeal in Singapore
23 Maggio 2016
AsiaNews

Vescovo filippino: È presto per giudicare il contraddittorio Duterte. No alla pena di morte
14 Maggio 2016
Ilsole24ore

Pfizer blocca i farmaci per la pena di morte negli Usa
14 Maggio 2016
La Stampa

Pena di morte, Pfizer blocca l’uso dei suoi farmaci per le iniezioni letali negli Usa
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

1 visite

1 visite

7 visite

6 visite

7 visite
tutta i media correlati