Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
2 Settembre 2010 | SINGAPORE

Singapore

Il caso di Yong Vui Kong suscita lo sdegno della comunità buddhista

 
versione stampabile

Buddhist Channel

On Singapore's Death Penalty

by Aik ThengChong, Singapore, The Buddhist Channel, Sept 1, 2010

I refer to your article ‘Malaysian in Singapore death row spends time reading Buddhist scriptures’

Yong Vui Kong was sentenced to death in January 2009 for trafficking 47 grams of heroin. He committed the crime when he was 19 years old then. Under Singapore's Misuse of Drugs Act the death penalty is mandatory when someone is caught trafficking more than 30 grams of heroin, leaving the judge with no discretion to consider issues such as mitigating circumstances or to hand down alternative sentences.

Due to the relentless and tireless effort of his defends lawyer who appeal all the way to the Malaysian Government to save his life from the gallows, it has drawn considerable attention to his case and also the issue of the Death Penalty which is still retained by 58 countries around the world.

The main rational on why the death penalty is necessary are usually given on the ground of public safety or as a deterrent measure to prevent others from committing the same crime.

-But does Vui Kong deserve to die on whichever ground the crime he has committed falls on?

- Does he need to die for the perceived number of lives he would have destroy with the 47 grams of heroin he has in his possession?

- Are we not infringing on the ‘right of life’ by taking away another?

- The law in Singapore says it is a crime for individual to take his/her own life, yet in the same breath, the State is allow to do so under its laws. Is this called justice?

- Will his death put a stop to other traffickers from bring in more heroin into Singapore?

Far from it, when there is demand, there will always be supply available.

One problem with the legal system is that, once words have been put into writing and become laws, it is already casted in ‘stone’, it is without mercy, sympathy or compassion as in the case of Vui Kong. No doubt as a last resort, he can appeal for clemency to higher authority, but it is hardly ever successful, as the authority does want to be seem to be setting precedence by granting clemency in such cases.

Vui Kong needs to be punished for his crime, but we certainly need not be that vengeful in our laws as to want to take his life.

May the Buddha be with you and may you be successful in your recent second plea of clemency with the Singapore President.

NOTIZIE CORRELATE
27 Novembre 2018
REGNO UNITO
Roma, 28 novembre

IX Incontro internazionale dei ministri della Giustizia per "Un mondo senza pena di morte"


presso la Nuova Aula dei Gruppi parlamentari - Camera dei Deputati
27 Novembre 2018
#STAND4HUMANITY

IL 30 NOVEMBRE AL COLOSSEO: CITTA' PER LA VITA , CONTRO LA PENA DI MORTE


Lato Arco di Costantino ore 18
14 Novembre 2018
NEW YORK, STATI UNITI
La Terza Commissione dell'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato la risoluzione per la moratoria con 123 voti a favore

Approvata la risoluzione sulla moratoria della pena di morte con un numero maggiore di consensi rispetto al 2016


Un segnale positivo verso l’obiettivo dell’abolizione completa della pena capitale nel mondo!
3 Novembre 2018
La pena di morte in Germania venne applicata fin dal Medioevo. Fu cancellata dall'ordinamento giudiziario della Repubblica Federale nel 1949, mentre nella Repubblica Democratica fu abolita nel 1987

Germania: lo stato tedesco dell'Assia ha eliminato la pena di morte dalla costituzione che la conservava per un'anomalia giuridica


Con il loro voto i cittadini hanno modificato una norma che da 69 anni conservava la pena di morte
18 Ottobre 2018

Vescovi Usa: plauso per la fine della pena di morte nello Stato di Washington


"Ci uniamo ai vescovi cattolici di Washington, alla Conferenza cattolica dello Stato di Washington, alla rete di mobilitazione cattolica e a tutte le persone di buona volontà nell'accogliere favorevolmente questa decisione e perseverare nel lavoro per porre fine alla pena di morte"
12 Ottobre 2018
STATI UNITI

Lo Stato di Washington ha abolito la pena di morte


La Corte suprema dello Stato di Washington ha stabilito che la pena di morte “viola la Costituzione” e di conseguenza viene abolita
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati