Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
30 Settembre 2010 | UGANDA

Uganda

Sono 167 i detenuti scampati alla condanna a morte quest'anno, grazie ad una nuova legge

 
versione stampabile

The Daily Monitor

167 Ugandan death row inmates saved from gallows

Recent figures show that a January ruling by the Ugandan supreme court making it illegal to keep people on death row for more than three years has saved 167 lives.

According to the Ugandan newspaper The Daily Monitor, 167 death row inmates have seen their sentence commuted to life in prison this year.

Their reprieve is the consequence of a January Supreme Court decision according to which it is unconstitutional to keep a person on death row for more than three years. The court argued that any longer term would represent an additional, illegal punishment.

“One hundred and fifty inmates qualified by the time the court order was made but as time goes by, over 10 more have qualified. The number is now 167,” Ugandan prisons spokesman Frank Baine told the Monitor on September 13.

The Supreme Court ruling resulted from legal action taken by hundreds of death row inmates over more than five years with support from local human rights lawyers, the British-based NGO Death Penalty Project and World Coalition member organization FHRI.

While activists had succeeded in having long periods on death row recognized as unconstitutional, the court had dismissed their argument that the death penalty itself was a violation of constitutional rights.

Other countries in the region, most recently Kenya, have been accepting the fact that spending more than three years on death row is an inhuman punishment and should be outlawed.

 

NOTIZIE CORRELATE
6 Settembre 2019
STATI UNITI

Nonostante le migliaia di appelli l’esecuzione di Bill Crutsinger ha avuto luogo. Dolore e sdegno per questo orrore


Grazie a tutti quelli che hanno inviato appelli e che continueranno a lottare con noi
16 Agosto 2019

Sospesa - per la seconda volta - l'esecuzione di Dexter Johnson in Texas. Grazie a tutti coloro che hanno aderito all'appello in suo favore

3 Maggio 2019
GEORGIA
E' stata la prima esecuzione in Georgia nel 2019, la precedente il 4 maggio di un anno fa

L'esecuzione di Scotty Morrow è purtroppo avvenuta. Preghiamo per lui e continuiamo a lottare per l'abolizione della pena di morte, perché non c'è giustizia senza vita


Gli appelli esauriti, la clemenza negata. Scotty ha chiesto ancora perdono ai familiari delle vittime
1 Maggio 2019
STATI UNITI

L'esecuzione di Dexter Johnson è stata temporaneamente sospesa. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno aiutato a inviare migliaia di appelli!!!

15 Marzo 2019
STATI UNITI
dall'Osservatore Romano

Marazziti: la decisione presa dal nuovo governatore della California, Gavin Newsom, di mettere uno stop, forse definitivo, alle esecuzioni capitali è un gesto di coraggio politico

14 Marzo 2019
SANT'EGIDIO: PENA DI MORTE

Pena di morte: grande segnale di speranza la sospensione in California, il più grande braccio della morte del mondo

tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

62 visite

30 visite

38 visite

28 visite

27 visite
tutta i media correlati