Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
9 Ottobre 2010 | COREA DEL SUD

North Korea

Un deputato sudcoreano denuncia 22 esecuzioni in pubblico dal dicembre 2009 ad oggi

 
versione stampabile

ANSA

PENA MORTE: COREA NORD, ESECUZIONI PUBBLICHE IN AUMENTO
PARLAMENTARE SEUL, STRETTA IN VISTA SUCCESSIONE KIM JONG-IL

SEUL, 7 OTT - La Corea del Nord sta aumentando il ritmo delle esecuzioni in pubblico, che coinvolgono non solo gente comune ma anche ex alti funzionari del regime caduti in disgrazia, nel tentativo di imporre un'altra stretta autoritaria sul Paese in preparazione della ipotizzata successione di Kim Jong-un, figlio terzogenito del leader attuale, Kim Jong-il.

E' la denuncia fatta da Yoon Sang-hyun, parlamentare sudcoreano del partito di maggioranza, il Grand National Party (Gnp), che, in base alle informazioni di intelligence, ha spiegato che il regime di Pyongyang ha portato a termine almeno 22 esecuzioni in pubblico tra fine 2009 e i primi sei mesi del 2010.

Secondo gli ultimi dati, 10 persone sono state uccise insieme lo scorso dicembre a Pyongyang, per accuse di vario genere, tra cui prostituzione, furto e violenza carnale, e nello stesso mese e' stata eseguita la condanna in pubblico del comandante di un plotone di frontiera accusato di traffico di droga e tratta di esseri umani. Sul patibolo sono finiti anche ex esponenti di spicco del regime, che hanno pagato con la vita il fallimento dei compiti loro affidati: in scia al collasso della riforma della valuta del novembre 2009, il regime comunista ha eseguito a marzo la condanna a morte di Pak Nam-gi, ex responsabile per le Finanze del partito dei Lavoratori nordcoreano e principale promotore della riforma, e di Ri Tae-il, primo vicedirettore del Dipartimento guida e organizzazione del Partito dei Lavoratori.

''Quando il fallimento della riforma si e' manifestato in tutta la sua gravita', creando un diffuso scontento nella popolazione - ha spiegato Yoon -, il regime ha dato la colpa ai due funzionari, facendoli uccidere in pubblico da un plotone di esecuzione con l'accusa di spionaggio''.

Secondo il parlamentare sudcoreano, inoltre, la reazione violenta dell'apparato di potere nordcoreano conferma le alte aspettative riposte nella riforma, il cui merito sarebbe dovuto andare ufficialmente all'erede Kim Jong-un.

Le nuove cifre sulle esecuzioni in Corea del Nord superano abbondantemente le stime di Amnesty International, secondo cui Pyongyang ha mandato al patibolo pubblico almeno 23 persone tra il 1970 e il 1992 e almeno sette nel corso del 2009.

NEWS CORRELATE
20 Agosto 2016
STATI UNITI
PENA SOSPESA PER JEFF WOOD

L'ESECUZIONE DI JEFFERY WOOD NON AVRA' LUOGO


LA SUA ESECUZIONE ERA STATA FISSATA PER IL 24 AGOSTO 2016
5 Luglio 2016
CONAKRY, GUINEA
L'abolizione della pena capitale era stata indicata come possibile dal Ministro della Giustizia Cheik Sako nel corso del Convegno promosso a Roma dalla Comunità di Sant'Egidio lo scorso febbraio

Guinea-Conakry: il parlamento ha approvato l'abolizione pena di morte dal codice penale


E' il primo passo per passare dalla moratoria de facto alla moratoria de jure. L'abolizione sarà la tappa successiva
25 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Marazziti presenta l'iniziativa della Comunità di Sant'Egidio

"Citiesforlife" a Oslo, come metodo per continuare nella via dell'abolizione #AbolitionNow


A Oslo la marcia degli abolizionisti per le strade della città
20 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Inizia oggi il VI Congresso Mondiale Contro la Pena di Morte a Oslo

La Comunità di Sant'Egidio partecipa al Congresso di Oslo con una delegazione da Italia, Congo, Belgio, Spagna, Germania e Indonesia


Sono 1500 gli iscritti provenienti da oltre 80 paesi del mondo, tra loro 20 ministri, 200 diplomatici, parlamentari, accademici, avvocati, associazioni e membri della società civile
4 Giugno 2016
CITTÀ DEL VATICANO
No alla pena di morte e all'ergastolo: "Una pena senza speranza è tortura"

Papa Francesco parlando ai magistrati e giuristi del mondo torna a dire No alla pena di morte

24 Maggio 2016
INDONESIA
La Comunità di Sant'Egidio in Indonesia e le associazioni indonesiane impegnate in difesa dei diritti umani come Kontras, Imparsial, Elsam, Lbh Masyarakat, chiedono di fermare le esecuzioni

La Chiesa e la società civile si mobilitano contro le esecuzioni capitali


Giacarta è tra le 15 città indonesiane dove negli anni scorsi si è tenuta la manifestazione "Città per la vita, città contro la pena di morte" organizzata da Sant'Egidio in oltre duemila comuni nei cinque continenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
23 Maggio 2016
AP

Malaysian death row convict loses final appeal in Singapore
23 Maggio 2016
AsiaNews

Vescovo filippino: È presto per giudicare il contraddittorio Duterte. No alla pena di morte
14 Maggio 2016
Ilsole24ore

Pfizer blocca i farmaci per la pena di morte negli Usa
14 Maggio 2016
La Stampa

Pena di morte, Pfizer blocca l’uso dei suoi farmaci per le iniezioni letali negli Usa
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

1 visite

0 visite

7 visite

6 visite

7 visite
tutta i media correlati