Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
9 Ottobre 2010 | NEW YORK, STATI UNITI

European Union

L'Europarlamento approva a larga maggioranza una risoluzione per una moratoria mondiale delle esecuzioni

 
versione stampabile

ANSA

PENA MORTE: RISOLUZIONE PE PER MORATORIA, 25 VOTANO CONTRO APPELLO AI 43 PAESI CHE ANCORA LA PRATICANO, STATI UNITI INCLUSI

 BRUXELLES, 7 OTT - ''La pena di morte non puo' mai essere considerata un atto di giustizia''. Con queste parole il presidente, Jerzy Buzek, aveva aperto ieri la seduta della sessione plenaria. Oggi l'europarlamento ha approvato una risoluzione che chiede una moratoria mondiale sulle esecuzioni capitali. Straripante la maggioranza a favore (574 si'), macchiata da 25 voti contrari tra i quali quelli dei Le Pen padre e figlia, del francese Gollnisch (lo stesso che oggi si e' esibito nella contestazione dell'inno europeo), degli indipendentisti inglesi, di cinque conservatori e di un popolare (il finlandese Ville Itala).

Nel testo della risoluzione, adottata per rimarcare l'ottava giornata mondiale contro la pena di morte, si fa riferimento esplicito - tra gli altri paesi - a Russia, Cina, Egitto, Iran, Malaysia, Thailandia, Corea del Nord, Kirgyzstan, Arabia Saudita, Sudan Lettonia e Bielorussia (unico paese europeo in cui e' ancora praticata). Ma non mancano gli Usa (dove e' utilizzata in 25 dei 50 stati) che vengono invitati (al punto 6 della risoluzione) ad ''adottare immediatamente una moratoria delle esecuzioni in quanto membri dell'Osce''.

La risoluzione condanna l'uso della pena capitale in ogni caso e in qualsiasi circostanza. ''Nel mondo - e' scritto nel testo - sono 43 i paesi che mantengono la pena di morte e il maggior numero di esecuzioni si e' registrato in Cina, Iran e Iraq; nella sola Cina sono state eseguite circa 5.000 condanne, pari all'88% del totale delle esecuzioni nel mondo; in Iran sono state messe a morte almeno 402 persone, in Iraq almeno 77 e in Arabia Saudita almeno 69''.

Il Parlamento inoltre chiede ''alla Ue e ai suoi Stati membri di assicurare l'applicazione della risoluzione delle Nazioni Unite su una moratoria universale delle esecuzioni, in vista della piena abolizione della pena di morte in tutti gli Stati che ancora la praticano''.

I deputati ritengono infine che il nuovo servizio diplomatico europeo debba fornire orientamenti per una politica europea globale in difesa delle decine di persone di cittadinanza europea che rischiano di essere giustiziate in paesi terzi, attraverso meccanismi di identificazione, prestazione di assistenza giuridica e interventi legali dell'UE e delle rappresentanze diplomatiche.

L'Unione europea e' il principale finanziatore delle organizzazioni della societa' civile che si occupano di combattere la pena di morte. Dal 1994 ad oggi ha sostenuto piu' di 30 progetti in tutto il mondo, con un bilancio complessivo di oltre 15 milioni di euro.

NEWS CORRELATE
5 Maggio 2018
STATI UNITI

Robert Earl Butts Jr. è stato messo a morte per iniezione letale venerdì 4 maggio 2018

3 Maggio 2018
STATI UNITI
Per ora Robert è salvo! Ringraziamo per questi 90 giorni di sospensione e continuiamo a inviare appelli per la salvezza di Robert Butts Jr.

Il Comitato per la Clemenza della Georgia ha sospeso l'esecuzione di Robert Butts Jr a meno di 24 dalla esecuzione!


Continuiamo a inviare appelli
10 Aprile 2018
COSTA D'AVORIO

Dichiarazione finale del Congresso Regionale in Abidjan


La svolta africana: umanizzare le carceri e abolire la Pena di Morte
9 Aprile 2018
COSTA D'AVORIO
E' il terzo Congresso Regionale contro la pena capitale. Grande l'interesse, si sono iscritte oltre 300 persone

Il Congresso Regionale delle Associazioni Abolizioniste del mondo in Costa d'Avorio il 9 e 10 aprile 2018


La sessione plenaria del 10 Aprile dal titolo “Pena di morte, povertà, condizioni carcerarie: da una Giornata Mondiale all'altra” sarà presieduta da Annemarie Pieters (al centro nella foto)
23 Febbraio 2018
STATI UNITI

Lo stato della Florida ha portato a compimento l'esecuzione letale di Branch, nella prigione statale della Florida a Raiford


Branch, che era nel braccio della morte da quasi 25 anni, è stato dichiarato morto per un'iniezione letale alle 6:05 del pomeriggio
23 Febbraio 2018
STATI UNITI

Il governatore Greg Abbott ha commutato in pena a vita Thomas Whitacker


Il governatore ha ha accettato la raccomandazione rara e unanime del Texas Board of Pardons and Parole di concedere la grazia Thomas, condannato a morte, la cui esecuzione doveva avere luogo ieri
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

9 visite

5 visite

5 visite

6 visite

8 visite
tutta i media correlati