Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
22 Dicembre 2010 | NEW YORK, STATI UNITI

ONU

La pena di morte sempre più debole: 109 paesi approvano la Risoluzione per la moratoria universale delle esecuzioni

 
versione stampabile

Comunità di Sant’Egidio

LA PENA DI MORTE SEMPRE PIU’ DEBOLE NEL MONDO DOPO L’APPROVAZIONE DELLA TERZA RISOLUZIONE  PER UNA MORATORIA UNIVERSALE DA PARTE DELL’ASSEMBLEA GENERALE DELLE NAZIONI UNITE

L’Assemblea generale dell’ONU ha approvato per la terza volta (109 voti a favore, 41 contro, 35 astenuti, 7 assenti) una Risoluzione che chiede una moratoria universale della pena di morte, verso la sua completa abolizione. E’ riaffermato in maniera solenne il dovere di tutti i sistemi giudiziari di rispettare sempre la vita umana. Viene confermato il superamento della pena capitale tra gli obiettivi della comunità internazionale e si fissa una soglia di rispetto dei diritti umani non più compatibile con l’uso della pena di morte.

Il numero crescente dei paesi co-sponsor e il voto favorevole alla Risoluzione di paesi come la Mongolia e le Maldive, Vanuatu, Bhutan e Somalia, in passato contrari, segnano in maniera concreta l’indebolimento della pena capitale anche nel continente con più esecuzioni al mondo, mentre si apprende di ulteriori iniziative allo studio della Corte Suprema cinese per l’uso della pena di morte per gli ultrasettantacinquenni.

La Comunità di Sant’Egidio che ha accompagnato il percorso verso la fine delle esecuzioni in Asia centrale, dall’Uzbekistan al Kazakhstan, con interventi diretti presso i presidenti di Mongolia e Maldive, segnala con soddisfazione gli importanti cambiamenti nel continente asiatico e la conferma dei passi positivi in Africa, il continente che con più rapidità ha visto ridursi il numero dei paesi favorevoli alla pena capitale.

Il voto positivo delle Nazioni Unite è un risultato straordinario e conferma un trend generale verso la fine della pena capitale, e segnali importanti appaiono il voto favorevole alla Risoluzione dell’Algeria, le astensioni di 7 paesi arabi e di paesi come Cuba, dove progressivamente le sentenze capitali negli ultimi anni sono state commutate, come nel caso recente di Cruz Leon, dopo le commutazioni in 30 anni di reclusione di quasi tutti i condannati a morte cubani nel 2008, e la ratifica dell'abolizionista Protocollo Opzionale 2  in Kyrgyzstan.

Stanno calando le esecuzioni nel mondo. In India meno di 200 persone sono nel braccio della morte, e negli Stati Uniti le esecuzioni sono scese al livello più basso da oltre un decennio, 46 nell’anno trascorso, contro le 80 dell’anno 2000. Negli USA rimane il braccio della morte più popolato del mondo, in California, 697 detenuti, anche a causa del fatto che ormai le esecuzioni sono scese al di sotto di una per anno, e Wyoming  e New Hampshire conservano i meno popolati del mondo con un solo detenuto.

Stanno crescendo le difficoltà all’approvvigionamento dei farmaci necessari all’iniezione letale e con soddisfazione la Comunità di Sant’Egidio vede l’accordo di massima raggiunto dal Ministero degli Affari Esteri italiano con la società Hospira di Liscate finalizzato a impedire l’uso del farmaco Pentothal (sodium thiopental) nei bracci della morte americani e internazionali. Un accordo a cui la Comunità di Sant’Egidio ha lavorato direttamente assieme ad altre organizzazioni umanitarie nazionali e internazionali. Un accordo che deve essere tradotto in un percorso vincolante e con sanzioni applicabili come danno economico anche agli intermediari e distributori.

Un passo avanti per una cultura e una giustizia della vita.

Mario Marazziti

Comunità di Sant’Egidio

Piazza di S.Egidio 3/a – 00153 Roma - Tel +39.06585661  -  Fax +39.065883625

www.santegidio.org   Email – [email protected]

NEWS CORRELATE
20 Agosto 2016
STATI UNITI
PENA SOSPESA PER JEFF WOOD

L'ESECUZIONE DI JEFFERY WOOD NON AVRA' LUOGO


LA SUA ESECUZIONE ERA STATA FISSATA PER IL 24 AGOSTO 2016
5 Luglio 2016
CONAKRY, GUINEA
L'abolizione della pena capitale era stata indicata come possibile dal Ministro della Giustizia Cheik Sako nel corso del Convegno promosso a Roma dalla Comunità di Sant'Egidio lo scorso febbraio

Guinea-Conakry: il parlamento ha approvato l'abolizione pena di morte dal codice penale


E' il primo passo per passare dalla moratoria de facto alla moratoria de jure. L'abolizione sarà la tappa successiva
25 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Marazziti presenta l'iniziativa della Comunità di Sant'Egidio

"Citiesforlife" a Oslo, come metodo per continuare nella via dell'abolizione #AbolitionNow


A Oslo la marcia degli abolizionisti per le strade della città
20 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Inizia oggi il VI Congresso Mondiale Contro la Pena di Morte a Oslo

La Comunità di Sant'Egidio partecipa al Congresso di Oslo con una delegazione da Italia, Congo, Belgio, Spagna, Germania e Indonesia


Sono 1500 gli iscritti provenienti da oltre 80 paesi del mondo, tra loro 20 ministri, 200 diplomatici, parlamentari, accademici, avvocati, associazioni e membri della società civile
4 Giugno 2016
CITTÀ DEL VATICANO
No alla pena di morte e all'ergastolo: "Una pena senza speranza è tortura"

Papa Francesco parlando ai magistrati e giuristi del mondo torna a dire No alla pena di morte

24 Maggio 2016
INDONESIA
La Comunità di Sant'Egidio in Indonesia e le associazioni indonesiane impegnate in difesa dei diritti umani come Kontras, Imparsial, Elsam, Lbh Masyarakat, chiedono di fermare le esecuzioni

La Chiesa e la società civile si mobilitano contro le esecuzioni capitali


Giacarta è tra le 15 città indonesiane dove negli anni scorsi si è tenuta la manifestazione "Città per la vita, città contro la pena di morte" organizzata da Sant'Egidio in oltre duemila comuni nei cinque continenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
23 Maggio 2016
AP

Malaysian death row convict loses final appeal in Singapore
23 Maggio 2016
AsiaNews

Vescovo filippino: È presto per giudicare il contraddittorio Duterte. No alla pena di morte
14 Maggio 2016
Ilsole24ore

Pfizer blocca i farmaci per la pena di morte negli Usa
14 Maggio 2016
La Stampa

Pena di morte, Pfizer blocca l’uso dei suoi farmaci per le iniezioni letali negli Usa
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

3 visite

2 visite

1 visite

1 visite

7 visite
tutta i media correlati