Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
24 Dicembre 2010 | STATI UNITI

USA

Esecuzioni in netta diminuzione nel 2010

 
versione stampabile

The New York Times

Death Penalty Down in U.S., Figures Show

By JOHN SCHWARTZ

States are continuing a trend of executing fewer prisoners and juries are wary of sentencing criminal defendants to die, according to year-end figures compiled by a group that opposes the death penalty.
The 46 executions in 2010 constituted a nearly 12 percent drop from the previous year’s total of 52, according to the group, Death Penalty Information Center, which produces an annual report on execution trends. The overall trend shows a marked drop when compared with the 85 executions in 2000.
Jurors, too, show a continuing preference for the alternative of punishing criminal defendants with sentences of life without parole. Juries handed out 114 death sentences in 2010, slightly higher than the 112 death sentences last year, and 50 percent fewer for the current decade than in the 1990s — before the widespread availability of life without parole sentences for juries in capital cases.
“There’s just a whole lot more concern about the accuracy of the death penalty, the fairness and even the costs — all are contributing,” said Richard C. Dieter, the author of the report and the executive director of the center, which is in Washington. The availability of the alternative to the death penalty, Mr. Dieter said, also means that “prosecutors know it’s going to be a harder sell and are seeking it less.”
The states continue to condemn far more prisoners to death than they actually execute.
There are 3,261 people on death row in the United States; California has the largest population, with 697, while New Hampshire and Wyoming have one apiece. A majority of Americans support the death penalty, with 64 percent of those surveyed by Gallup in October 2010 favoring it and 29 percent opposed.
One contributing factor in the low number of executions nationwide is the shortage of a drug used for executions — they were postponed or canceled in Arkansas, California, Kentucky, Oklahoma and Tennessee.
Hospira, the company that makes sodium thiopental, the drug, has said that it expects to resume production in the first quarter of 2011.
The legal director of a group that supports the death penalty, Kent S. Scheidegger, said Mr. Dieter’s group had interpreted facts selectively. Mr. Scheidegger, of the Criminal Justice Legal Foundation, said that at least half the drop in death sentences could be attributed in part to a smaller number of murders in recent years, a fact that he and his group argue is a result of the nation’s high rates of incarceration.

NOTIZIE CORRELATE
27 Novembre 2018
REGNO UNITO
Roma, 28 novembre

IX Incontro internazionale dei ministri della Giustizia per "Un mondo senza pena di morte"


presso la Nuova Aula dei Gruppi parlamentari - Camera dei Deputati
27 Novembre 2018
#STAND4HUMANITY

IL 30 NOVEMBRE AL COLOSSEO: CITTA' PER LA VITA , CONTRO LA PENA DI MORTE


Lato Arco di Costantino ore 18
14 Novembre 2018
NEW YORK, STATI UNITI
La Terza Commissione dell'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato la risoluzione per la moratoria con 123 voti a favore

Approvata la risoluzione sulla moratoria della pena di morte con un numero maggiore di consensi rispetto al 2016


Un segnale positivo verso l’obiettivo dell’abolizione completa della pena capitale nel mondo!
3 Novembre 2018
La pena di morte in Germania venne applicata fin dal Medioevo. Fu cancellata dall'ordinamento giudiziario della Repubblica Federale nel 1949, mentre nella Repubblica Democratica fu abolita nel 1987

Germania: lo stato tedesco dell'Assia ha eliminato la pena di morte dalla costituzione che la conservava per un'anomalia giuridica


Con il loro voto i cittadini hanno modificato una norma che da 69 anni conservava la pena di morte
18 Ottobre 2018

Vescovi Usa: plauso per la fine della pena di morte nello Stato di Washington


"Ci uniamo ai vescovi cattolici di Washington, alla Conferenza cattolica dello Stato di Washington, alla rete di mobilitazione cattolica e a tutte le persone di buona volontà nell'accogliere favorevolmente questa decisione e perseverare nel lavoro per porre fine alla pena di morte"
12 Ottobre 2018
STATI UNITI

Lo Stato di Washington ha abolito la pena di morte


La Corte suprema dello Stato di Washington ha stabilito che la pena di morte “viola la Costituzione” e di conseguenza viene abolita
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati