Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
30 Gennaio 2011 | IRAN

Iran

Ondata di esecuzioni da inizio anno: due al giorno. Appello dall'Unione Europea

 
versione stampabile

Adnkronos

IRAN: ASHTON, TEHERAN FERMI LE ESECUZIONI E DECIDA MORATORIA PENA MORTE

Bruxelles, -L'Unione Europea rinnova all'Iran l'appello a fermare le esecuzioni capitali ed a proclamare una moratoria sulla pena di morte. "L'Ue - ha detto l'Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune europea, Catherine Ashton - e' profondamente preoccupata per il ricorso alla pena di morte in Iran. Le esecuzioni stanno avvenendo ad un livello allarmante. Inoltre, continuano ad essere usate pratiche orribili come le esecuzioni pubbliche e le impiccagioni, in violazioni degli obblighi internazionali" assunti dalla Repubblica islamica.
Di qui la richiesta dei 27 alle autorita' di Teheran fatta dalla Ashton perche' "fermi immediatamente tutte le esecuzioni pendenti e proclami al piu' presto possibile una moratoria sulla pena di morte". L'Unione Europea, ha ricordato l'Alto rappresentante, "si oppone alla pena capitale in ogni circostanza in tutti i Paesi e lavora alla sua abolizione universale, chiedendo come primo passo una moratoria globale".

Ansa

PENA MORTE: APPELLO UE A IRAN, STOP AD ESECUZIONI

BRUXELLES, - L'Unione europea e' ''molto preoccupata'' per l'ondata di esecuzioni capitali in Iran e chiede a Teheran di sospendere questa pratica.
''Le esecuzioni in Iran stanno avendo una tendenza allarmante. Inoltre, pratiche orrende come la pubblica esecuzione o l'impiccagione continuano ad essere usate dall'Iran, contravvenendo ai suoi obblighi internazionali'', dichiara l'alto rappresentante della politica estera della Unione Europea, Catherine Ashton.
''La Ue chiede alle autorita' iraniane di fermare immediatamente tutte le sentenze di pene capitali pendenti e di dichiarare una moratoria il piu' presto possibile'', aggiunge la Ashton. ''La Ue si oppone alla pena di morte in tutte le circostanze e in tutti i paesi, e punta alla sua abolizione universale, di cui una moratoria globale e' un primo passo'', conclude la Ashton.
Oggi in Iran ci sono state 10 esecuzioni capitali che portano a 65 gli impiccati iraniani dall'inizio dell'anno: una cifra record se paragonata ai 179 morti dell'intero 2010.

 

AFP

Exécutions en Iran: l'UE demande à Téhéran de décréter un moratoire

BRUXELLES, - L'Union européenne a appelé jeudi les autorités iraniennes à "cesser immédiatement" les exécutions prévues de condamnés à mort et de décréter "aussi vite que possible" un moratoire sur la peine de mort.
"Les exécutions ont lieu à un rythme alarmant. En outre des pratiques abominables telles que des exécutions publiques et des pendaisons continuent à être utilisées en dépit des obligations internationales de l'Iran", a déploré la chef de la diplomatie européenne Catherine Ashton dans un communiqué.
"L'UE appelle les autorités iraniennes à cesser immédiatement toutes les exécutions en cours et de décréter un moratoire sur la peine de mort aussi vite que possible", a-t-elle ajouté.
Dix trafiquants de drogue ont été exécutés par pendaison jeudi en Iran, ont indiqué les médias, portant à 65 le nombre d'exécutions dans ce pays en moins d'un mois, soit au moins deux par jour, selon un décompte de l'AFP.
Le régime exécute aussi ses opposants. Téhéran a également pendu deux activistes de l'Organisation de moudjahidine du peuple, principal mouvement de lutte armée contre le régime de Téhéran, et un rebelle kurde membre du mouvement séparatiste Pjak accusé d'avoir tué un garde-frontière.
Les autorités n'ont donné jusqu'à présent aucune explication à ce chiffre record, comparé notamment aux 179 pendaisons publiquement annoncées en 2010 et même aux 388 exécutions recensées l'an dernier par l'organisation internationale des droits de l'Homme Human Rights Watch (HRW).
L'Iran est l'un des pays où se déroule le plus grand nombre d'exécutions dans le monde, avec la Chine, l'Arabie saoudite et les Etats-Unis.

NOTIZIE CORRELATE
9 Agosto 2018
The Los Angeles Times

The Catholic Church's opposition on the death penalty began with previous popes


By Mario Marazziti
29 Giugno 2018
BURKINA FASO

Il Burkina Faso elimina la pena di morte: un altro passo verso l’abolizionismo globale

26 Giugno 2018
Mons. Rodolfo Diamante, segretario esecutivo della Commissione episcopale per la pastorale carceraria presenta un libro contro la pena di morte

La Conferenza episcopale delle Filippine resta vigile sul tema della pena di morte


In occasione della memoria del dodicesimo anniversario dell'abolizione della pena capitale nel paese
18 Giugno 2018
BIELORUSSIA
La Bielorussia è l'unico paese europeo che ancora mantiene e applica la pena capitale, la sospensione delle due condanne è un fatto senza precedenti

La Corte Suprema bielorussia sospende due condanne a morte


la diplomazia francese era intervenuta lo scorso anno con un comunicato con il quale invitava la Bielorussia ad introdurre una moratoria contro la pena di morte
5 Maggio 2018
STATI UNITI

Robert Earl Butts Jr. è stato messo a morte per iniezione letale venerdì 4 maggio 2018

3 Maggio 2018
STATI UNITI
Per ora Robert è salvo! Ringraziamo per questi 90 giorni di sospensione e continuiamo a inviare appelli per la salvezza di Robert Butts Jr.

Il Comitato per la Clemenza della Georgia ha sospeso l'esecuzione di Robert Butts Jr a meno di 24 dalla esecuzione!


Continuiamo a inviare appelli
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

9 visite

5 visite
tutta i media correlati