Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
30 Gennaio 2011 | IRAN

Iran

Ondata di esecuzioni da inizio anno: due al giorno. Appello dall'Unione Europea

 
versione stampabile

Adnkronos

IRAN: ASHTON, TEHERAN FERMI LE ESECUZIONI E DECIDA MORATORIA PENA MORTE

Bruxelles, -L'Unione Europea rinnova all'Iran l'appello a fermare le esecuzioni capitali ed a proclamare una moratoria sulla pena di morte. "L'Ue - ha detto l'Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune europea, Catherine Ashton - e' profondamente preoccupata per il ricorso alla pena di morte in Iran. Le esecuzioni stanno avvenendo ad un livello allarmante. Inoltre, continuano ad essere usate pratiche orribili come le esecuzioni pubbliche e le impiccagioni, in violazioni degli obblighi internazionali" assunti dalla Repubblica islamica.
Di qui la richiesta dei 27 alle autorita' di Teheran fatta dalla Ashton perche' "fermi immediatamente tutte le esecuzioni pendenti e proclami al piu' presto possibile una moratoria sulla pena di morte". L'Unione Europea, ha ricordato l'Alto rappresentante, "si oppone alla pena capitale in ogni circostanza in tutti i Paesi e lavora alla sua abolizione universale, chiedendo come primo passo una moratoria globale".

Ansa

PENA MORTE: APPELLO UE A IRAN, STOP AD ESECUZIONI

BRUXELLES, - L'Unione europea e' ''molto preoccupata'' per l'ondata di esecuzioni capitali in Iran e chiede a Teheran di sospendere questa pratica.
''Le esecuzioni in Iran stanno avendo una tendenza allarmante. Inoltre, pratiche orrende come la pubblica esecuzione o l'impiccagione continuano ad essere usate dall'Iran, contravvenendo ai suoi obblighi internazionali'', dichiara l'alto rappresentante della politica estera della Unione Europea, Catherine Ashton.
''La Ue chiede alle autorita' iraniane di fermare immediatamente tutte le sentenze di pene capitali pendenti e di dichiarare una moratoria il piu' presto possibile'', aggiunge la Ashton. ''La Ue si oppone alla pena di morte in tutte le circostanze e in tutti i paesi, e punta alla sua abolizione universale, di cui una moratoria globale e' un primo passo'', conclude la Ashton.
Oggi in Iran ci sono state 10 esecuzioni capitali che portano a 65 gli impiccati iraniani dall'inizio dell'anno: una cifra record se paragonata ai 179 morti dell'intero 2010.

 

AFP

Exécutions en Iran: l'UE demande à Téhéran de décréter un moratoire

BRUXELLES, - L'Union européenne a appelé jeudi les autorités iraniennes à "cesser immédiatement" les exécutions prévues de condamnés à mort et de décréter "aussi vite que possible" un moratoire sur la peine de mort.
"Les exécutions ont lieu à un rythme alarmant. En outre des pratiques abominables telles que des exécutions publiques et des pendaisons continuent à être utilisées en dépit des obligations internationales de l'Iran", a déploré la chef de la diplomatie européenne Catherine Ashton dans un communiqué.
"L'UE appelle les autorités iraniennes à cesser immédiatement toutes les exécutions en cours et de décréter un moratoire sur la peine de mort aussi vite que possible", a-t-elle ajouté.
Dix trafiquants de drogue ont été exécutés par pendaison jeudi en Iran, ont indiqué les médias, portant à 65 le nombre d'exécutions dans ce pays en moins d'un mois, soit au moins deux par jour, selon un décompte de l'AFP.
Le régime exécute aussi ses opposants. Téhéran a également pendu deux activistes de l'Organisation de moudjahidine du peuple, principal mouvement de lutte armée contre le régime de Téhéran, et un rebelle kurde membre du mouvement séparatiste Pjak accusé d'avoir tué un garde-frontière.
Les autorités n'ont donné jusqu'à présent aucune explication à ce chiffre record, comparé notamment aux 179 pendaisons publiquement annoncées en 2010 et même aux 388 exécutions recensées l'an dernier par l'organisation internationale des droits de l'Homme Human Rights Watch (HRW).
L'Iran est l'un des pays où se déroule le plus grand nombre d'exécutions dans le monde, avec la Chine, l'Arabie saoudite et les Etats-Unis.

NEWS CORRELATE
20 Agosto 2016
STATI UNITI
PENA SOSPESA PER JEFF WOOD

L'ESECUZIONE DI JEFFERY WOOD NON AVRA' LUOGO


LA SUA ESECUZIONE ERA STATA FISSATA PER IL 24 AGOSTO 2016
5 Luglio 2016
CONAKRY, GUINEA
L'abolizione della pena capitale era stata indicata come possibile dal Ministro della Giustizia Cheik Sako nel corso del Convegno promosso a Roma dalla Comunità di Sant'Egidio lo scorso febbraio

Guinea-Conakry: il parlamento ha approvato l'abolizione pena di morte dal codice penale


E' il primo passo per passare dalla moratoria de facto alla moratoria de jure. L'abolizione sarà la tappa successiva
25 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Marazziti presenta l'iniziativa della Comunità di Sant'Egidio

"Citiesforlife" a Oslo, come metodo per continuare nella via dell'abolizione #AbolitionNow


A Oslo la marcia degli abolizionisti per le strade della città
20 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Inizia oggi il VI Congresso Mondiale Contro la Pena di Morte a Oslo

La Comunità di Sant'Egidio partecipa al Congresso di Oslo con una delegazione da Italia, Congo, Belgio, Spagna, Germania e Indonesia


Sono 1500 gli iscritti provenienti da oltre 80 paesi del mondo, tra loro 20 ministri, 200 diplomatici, parlamentari, accademici, avvocati, associazioni e membri della società civile
4 Giugno 2016
CITTÀ DEL VATICANO
No alla pena di morte e all'ergastolo: "Una pena senza speranza è tortura"

Papa Francesco parlando ai magistrati e giuristi del mondo torna a dire No alla pena di morte

24 Maggio 2016
INDONESIA
La Comunità di Sant'Egidio in Indonesia e le associazioni indonesiane impegnate in difesa dei diritti umani come Kontras, Imparsial, Elsam, Lbh Masyarakat, chiedono di fermare le esecuzioni

La Chiesa e la società civile si mobilitano contro le esecuzioni capitali


Giacarta è tra le 15 città indonesiane dove negli anni scorsi si è tenuta la manifestazione "Città per la vita, città contro la pena di morte" organizzata da Sant'Egidio in oltre duemila comuni nei cinque continenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
23 Maggio 2016
AP

Malaysian death row convict loses final appeal in Singapore
23 Maggio 2016
AsiaNews

Vescovo filippino: È presto per giudicare il contraddittorio Duterte. No alla pena di morte
14 Maggio 2016
Ilsole24ore

Pfizer blocca i farmaci per la pena di morte negli Usa
14 Maggio 2016
La Stampa

Pena di morte, Pfizer blocca l’uso dei suoi farmaci per le iniezioni letali negli Usa
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

3 visite

2 visite

1 visite

1 visite

7 visite
tutta i media correlati