Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
4 Marzo 2011 | TAIWAN

Taiwan

La Chiesa invita il Governo a non riprendere le esecuzioni

 
versione stampabile

ucannews.com

Church pleads not to resume executions.

A veteran Catholic prison ministry leader has called on the Taiwan government to abolish the death penalty, as the jsustice minister indicated another round of executions may take place in a few weeks.
“Our government should replace the death penalty with lifetime imprisonment to show to the world that Taiwan cherishes human life,” said Cheng Tao, president of the Association of Chinese Catholic Prison Ministry.
Taiwan president Ma Ying-jeou had said about a month ago that the government would reduce the number of executions before society reached a consensus on the controversial issue.
However, justice minister Tsang Yung-fu said March 1 that the 11-month break in executions may end as early as this month. In a cautious approach, the ministry would only execute a death row inmate only if he or she had tried all legal channels for an appeal, he said.
Involved in prison ministry for 14 years, Cheng said the government should give death row inmates a chance for renewal as many of them did repent for their wrongdoings during imprisonment.
It is also common to hear wrong judgments in court and thus “we should not use death penalty to determine the life and death of a person,” said the 71-year-old layman.
Abolition of the death penalty has been a controversial issue in Taiwan as many people still hold the idea of “an eye for an eye”.
Last year, it stirred heated debate in society when the former justice minister Wang Ching-feng stepped down for refusing to sign any execution orders. Shortly after Tsang took the place of Wang, he approved the execution of 4 inmates. The court later also sentenced 5 more criminals to death row. Currently there are 45 death row inmates, 11 of them still waiting for an appeal.
In a statement issued in response to last year’s debate, the Chinese Regional Bishops’ Conference says the death penalty is absolutely not a way of resolving the problem of crime.
It appeals to Taiwan society to consider the abolition of the death penalty and to support suspending carrying out the death penalty pending its complete abolition in order to respect human dignity and the sacredness of life.

NOTIZIE CORRELATE
27 Novembre 2018
REGNO UNITO
Roma, 28 novembre

IX Incontro internazionale dei ministri della Giustizia per "Un mondo senza pena di morte"


presso la Nuova Aula dei Gruppi parlamentari - Camera dei Deputati
27 Novembre 2018
#STAND4HUMANITY

IL 30 NOVEMBRE AL COLOSSEO: CITTA' PER LA VITA , CONTRO LA PENA DI MORTE


Lato Arco di Costantino ore 18
14 Novembre 2018
NEW YORK, STATI UNITI
La Terza Commissione dell'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato la risoluzione per la moratoria con 123 voti a favore

Approvata la risoluzione sulla moratoria della pena di morte con un numero maggiore di consensi rispetto al 2016


Un segnale positivo verso l’obiettivo dell’abolizione completa della pena capitale nel mondo!
3 Novembre 2018
La pena di morte in Germania venne applicata fin dal Medioevo. Fu cancellata dall'ordinamento giudiziario della Repubblica Federale nel 1949, mentre nella Repubblica Democratica fu abolita nel 1987

Germania: lo stato tedesco dell'Assia ha eliminato la pena di morte dalla costituzione che la conservava per un'anomalia giuridica


Con il loro voto i cittadini hanno modificato una norma che da 69 anni conservava la pena di morte
18 Ottobre 2018

Vescovi Usa: plauso per la fine della pena di morte nello Stato di Washington


"Ci uniamo ai vescovi cattolici di Washington, alla Conferenza cattolica dello Stato di Washington, alla rete di mobilitazione cattolica e a tutte le persone di buona volontà nell'accogliere favorevolmente questa decisione e perseverare nel lavoro per porre fine alla pena di morte"
12 Ottobre 2018
STATI UNITI

Lo Stato di Washington ha abolito la pena di morte


La Corte suprema dello Stato di Washington ha stabilito che la pena di morte “viola la Costituzione” e di conseguenza viene abolita
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati