Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
11 Maggio 2011 | STATI UNITI

ILLINOIS/USA

Più di un mese fa l'Illinois aboliva la pena di morte. Ne parliamo con Delbert Tibbs, ex condannato a morte che oggi vive proprio in Illinois.

 
versione stampabile

Comunità di Sant’Egidio

Più di un mese fa l’Illinois aboliva la pena di morte. Ne parliamo con Delbert Tibbs, ex condannato a morte che oggi vive proprio in Illinois.

Delbert Tibbs fu l’undicesimo condannato a morte negli Stati Uniti riconosciuto innocente e rilasciato, nel 1977. Era stato condannato a morte con l’accusa per violenza sessuale ed omicidio, da una giuria composta da soli bianchi. La Corte Suprema della Florida decise di assolverlo dalle accuse e di liberarlo, in quanto le prove contro di lui erano palesemente incoerenti tra loro.

Oggi, oltre a scrivere libri di poesie, Delbert partecipa ad incontri e dibattiti, parlando della propria terribile esperienza di ex condannato a morte. Dal 2009 partecipa agli incontri organizzati dalla Comunità di Sant’Egidio nell’ambito della manifestazione internazionale “Cities for Life, Cities Against the Death Penalty.”

C. Il 9 marzo 2011 è stato un giorno storico, il governatore Pat Quinn ha abolito la pena di morte in Illinois. Un sogno realizzato per tutti noi, ma prima di tutto per te, cittadino di Chicago come Obama e soprattutto ex condannato a morte. Presto speriamo di poter festeggiare questo evento al Colosseo a Roma, con il Governatore. Cosa hai provato quando il Governatore ha firmato?

Delbert: Qual è stata la mia reazione quando il Governatore Quinn ha firmato l’abolizione della pena di morte in Illinois? Sollievo, sollievo, grande sollievo.

Mi stupisco sempre di quanto poco (se non per niente) la logica e la razionalità possano giocare nella vita degli esseri umani. E’ evidente quanto sia inutile la pena di morte al fine di realizzare qualcosa di positivo nella società. Eppure è ben noto, come migliaia di persone abbiano lavorato, talvolta in maniera febbrile, per emanare leggi belle ed imparziali, per regolare le relazioni umane. Questo è quanto è successo con l’abolizione della pena di morte nel mio Stato.

Una tappa razionale nel tentativo di rendere anche le leggi razionali. O forse più umane.

Sollievo è ciò che ho provato quando il Governatore ha firmato, perché in politica – come sappiamo – “Non si sa mai.”. Io credo che questa sia quasi la pura verità. Così mi sono sentito sollevato che (Il Governatore) avesse fatto ciò che mi sembrava la SOLA cosa logica da fare. Forse dovremmo arrivare ad un approccio più umano nella soluzione dei problemi sociali. Forse sto imparando qualcosa riguardo la DEMOCRAZIA… cioè quando migliaia di persone, anzi milioni, sostengono con forza un’idea ed una buona proposta… alla lunga il grande mondo non può che rispettare che l’energia e l’intelligenza forzano perché quella COSA avvenga. Forse sono sempre un poeta pazzo, eh?


C. L’Illinois è lo stato il sedicesimo stato (degli S.U.) che ha abolito la pena di morte. Speriamo che gli altri 34 Stati degli Stati Uniti seguiranno presto l’esempio dell’Illinois. Quali sono i prossimi, secondo te?

Delbert: Potrei solo provare, con una certa approssimazione, ad indovinare quale potrebbe essere il prossimo stato che abolirà. In Montana, ce l’avevamo quasi fatta, poi alla fine un piccolo passo indietro….ma sappiamo che deve essere considerato solo come un passo indietro temporaneo. Questa è la natura di questa lotta… Molti attivisti hanno spinto affinchè andassimo anche in Texas (dove si è svolto l’ultimo Journey of Hope, n.d.r.). Per quello che ne so io, (a meno che Dio non decida di scendere e intervenire personalmente) la lotta per eliminare questa barbarie dalla vita nazionale, sarà lunga e difficile ...

 C. Il tuo caso e la tua condanna a morte erano quelle tipiche di un processo deliberatamente viziate da un pregiudizio razziale. Secondo i giudici eri colpevole, solo perchè di colore. Sei stato riconosciuto innocente e rilasciato dal braccio della morte nel 1977, 34 anni fa. Il mondo è cambiato, l'America pure. Qual è il messaggio alle giovani generazioni di oggi?

Delbert: Forse questo è il nostro scopo qui, di portare avanti questo tipo di battaglie in nome dell'umanità. Quella stessa condanna (la mia) forse può essere essa stessa considerata come  un messaggio da consegnare ai giovani ... Sebbene spero davvero che loro (i giovani) non si stancano di messaggi dai vecchi ....

 C. Delbert, sei uno scrittore e poeta. Hai scritto una poesia in questa occasione?

Delbert: Si l’ho fatto. Io sono una specie di poeta e ho scritto una poesia in occasione della firma del Governatore. Ci sto ancora un po’ lavorando... Presto la vedrete .... Si intitola proprio “9.3.11” (la data dell’abolizione in Illinois, n.d.r.)..e le sue ultime parole sono: “Questo è un buon giorno in Illinois...”

 C: Davvero, Delbert questo è stato un buon giorno, per tutti noi....

 

***

One month ago Illinois abolished the death penalty. Delbert Tibbs is a man from Illinois who was exonerated from the death row.

 

Comunità di Sant’Egidio

 

 

DELBERT TIBBS

Delbert Tibbs was the 11th person in the USA exonerated form the death row, in 1977.

He was sentenced to death for the rape of a sixteen-year-old white girl and the murder of her companion. Tibbs, a black theological student, was convicted by an all-white jury. The conviction was overturned by the Florida Supreme Court because the verdict was not supported by the weight of the evidence.

Today Delbert writes poems and gives speeches all over the world, talking about his terrible experience of “ex death row inmate”. Since 2009 he participates to the meetings organized by the Community of Sant’Egidio within the event of “Cities for Life, Cities Against the Death Penalty.”

 

INTERVIEW BY CARLO SANTORO, COMMUNITY OF SANT’EGIDIO

C. On March 9th  2011 (historical day), Governor Pat Quinn abolished the death penalty in Illinois. A dream realized for us all, but first of all for you, citizen of Chicago like Obama and Lincoln. Soon we hope we will be able to celebrate this event at the Coliseum in Rome, with the Governor. What did you think when the Gov signed?

Delbert: What was my reaction to Gov. Quinn's signing the repeal of the death penalty in Illinois? RELIEF, GREAT RELIEF. I am amazed  at how small  a part ( if at all ) that logic, rationality, plays in the lives of human beings; the facts on the futility of the death penalty to accomplish anything positive in human society is well known, yet thousands of people have worked, sometimes, feverishly to craft laws and statues that are fair and impartial in our human relations. That is what the repeal of the death penalty in my home state meant to me: a rational step toward making our laws in this part of the social contract rational; maybe more humane. Relief is what I felt when the Governor signed because, as we know, in politics, "you never know."

I think that is ALMOST, a literal truth. So I was relieved that he had done what seemed to me the only logical thing. maybe we can bring a more humanistic approach to solving social problems; maybe (maybe) I am learning something about DEMOCRACY....that when thousands of people (and millions) support and push a good idea... over time, the great universe will respect that energy and intelligence and cause the THING to be. Maybe I am a crazy poet, eh?

C.:Illinois is the 16th state which has abolished. We hope the other 34 US States will follow Illinois soon. Which are the next States, in your opinion?

Delbert: I could only wildly guess which state might be next to abolish. We just got turned back in Montana... but we know that has to be looked at as temporary set back; such is the nature of this struggle; people in this movement have gotten a strong push going in TX.  What I know (unless God comes down and personally intervenes) is that the fight to eliminate this barbarism from the national life will be long and hard...

C. Your case and your death sentence were typical of a trial deliberately tainted by a racial bias. According to the judges you were guilty because you were black. You were released from death row in 1977, 34 years ago. The world changed, America as well. What‘s the message to the young generations today?

Delbert: Maybe that is our purpose here, to wage this kind of battles in the name of humanity. That last sentence can be taken as a message to the youth... I really hope they (the youth) do not get tired of messages from the old folk....

C: Delbert, you are a writer and poet. Did you write a poem on this occasion?

D.:Yes I did. I am some kind of a poet and I did write ( I hope ) a poem on the occasion of the Gov.'s signing. I am just polishing it up a bit... Soon you will see it....the title is just 3.9.11... the last words of my poem: This is a good day, here in Illinois....

Indeed it was Delbert...a Good Day, .for us all and the world....

NEWS CORRELATE
20 Agosto 2016
STATI UNITI
PENA SOSPESA PER JEFF WOOD

L'ESECUZIONE DI JEFFERY WOOD NON AVRA' LUOGO


LA SUA ESECUZIONE ERA STATA FISSATA PER IL 24 AGOSTO 2016
5 Luglio 2016
CONAKRY, GUINEA
L'abolizione della pena capitale era stata indicata come possibile dal Ministro della Giustizia Cheik Sako nel corso del Convegno promosso a Roma dalla Comunità di Sant'Egidio lo scorso febbraio

Guinea-Conakry: il parlamento ha approvato l'abolizione pena di morte dal codice penale


E' il primo passo per passare dalla moratoria de facto alla moratoria de jure. L'abolizione sarà la tappa successiva
25 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Marazziti presenta l'iniziativa della Comunità di Sant'Egidio

"Citiesforlife" a Oslo, come metodo per continuare nella via dell'abolizione #AbolitionNow


A Oslo la marcia degli abolizionisti per le strade della città
20 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Inizia oggi il VI Congresso Mondiale Contro la Pena di Morte a Oslo

La Comunità di Sant'Egidio partecipa al Congresso di Oslo con una delegazione da Italia, Congo, Belgio, Spagna, Germania e Indonesia


Sono 1500 gli iscritti provenienti da oltre 80 paesi del mondo, tra loro 20 ministri, 200 diplomatici, parlamentari, accademici, avvocati, associazioni e membri della società civile
4 Giugno 2016
CITTÀ DEL VATICANO
No alla pena di morte e all'ergastolo: "Una pena senza speranza è tortura"

Papa Francesco parlando ai magistrati e giuristi del mondo torna a dire No alla pena di morte

24 Maggio 2016
INDONESIA
La Comunità di Sant'Egidio in Indonesia e le associazioni indonesiane impegnate in difesa dei diritti umani come Kontras, Imparsial, Elsam, Lbh Masyarakat, chiedono di fermare le esecuzioni

La Chiesa e la società civile si mobilitano contro le esecuzioni capitali


Giacarta è tra le 15 città indonesiane dove negli anni scorsi si è tenuta la manifestazione "Città per la vita, città contro la pena di morte" organizzata da Sant'Egidio in oltre duemila comuni nei cinque continenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
23 Maggio 2016
AP

Malaysian death row convict loses final appeal in Singapore
23 Maggio 2016
AsiaNews

Vescovo filippino: È presto per giudicare il contraddittorio Duterte. No alla pena di morte
14 Maggio 2016
Ilsole24ore

Pfizer blocca i farmaci per la pena di morte negli Usa
14 Maggio 2016
La Stampa

Pena di morte, Pfizer blocca l’uso dei suoi farmaci per le iniezioni letali negli Usa
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

3 visite

2 visite

1 visite

1 visite

7 visite
tutta i media correlati