Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
5 Luglio 2011 | ITALIA

ITALIA

La partecipazione di J. J. Martinez, ex condannato a morte, alla fiaccolata organizzata dalla Comunità di Sant'Egidio "La croce di Gesù e quelle dei poveri per le vie della città di Napoli".

 
versione stampabile

Comunità di Sant’Egidio

Nella serata del 18 giugno, seguendo la grande croce di legno, il popolo degli Amici dei poveri si è incamminato verso l'antica chiesa di Santa Chiara, che sembrava non poter contenere tanta gente. Qui sono risuonate le parole di di Joaquin Jose Martinez, ispanico di cittadinanza americana, ex condannato a morte riconosciuto innocente dopo tre anni di braccio

della morte. Egli ha saputo superare, con il perdono, il rancore verso chi lo aveva ingiustamente accusato: "Gesù disse: “Padre, perdona loro perchè non sanno quello che fanno.”  Oggi siamo chiamati umilmente e semplicemente a ripetere le stesse parole e ad imitare Gesù. Gesù ebbe la forza di chiedere al Signore di perdonare coloro che lo stavano uccidendo. Sappiamo che la vita non appartiene a me, o a nessuno di noi, non appartiene allo stato o al governatore, o a nessun altro. La vita umana appartiene a Dio, perchè è stata creata da Dio".

 ****

Following a big wooden cross, the people of the Friends of the Poor entered the ancient church of Santa Chiara, which was overcrowded. In the church Joaquin Jose Martinez, a Spanish man who had been sentenced to death in Florida and then was found innocent after three years and released from death row, said: "Jesus was able to overcome, with forgiveness, the grudge towards those who had unjustly accused him.

Jesus said: " Father, forgive them for they do not know  what they do. " Today we are called to humbly and simply repeat the same words and imitate Jesus . Jesus had the strength to ask the Lord to forgive those who were killing. We know that life does not belong to me, or anyone of us, it does not belong to the state or to the governor or anyone else. Human life belongs to God, because it was created by God."

 **************

 Suivant la grande croix de bois, le peuple des Amis des pauvres s'est remis en marche vers l'ancienne église Santa Chiara, qui semblait ne pas pouvoir contenir tant de monde. C'est sous ces voûtes qu'ont résonné le paroles de Joaquin Jose Martinez, Américain d'origine hispanique, ancien condamné à mort reconnu innocent après trois années passées dans les couloirs de la mort. Il a su surmonter, avec le pardon, le sentiment de rancœur contre ceux qui l'avaient injustement accusé : « Jésus a dit : “Père, pardonne-leur car ils ne savent pas ce qu'ils font.” Aujourd'hui nous sommes appelés humblement et simplement à répéter les mêmes paroles et à imiter Jésus. Jésus eut la force de demander au Seigneur de pardonner à ceux qui le tuaient. Nous savons que la vie ne m'appartient pas, qu'elle n'appartient à personne d'entre nous, qu'elle n'appartient pas à l'Etat ou au gouverneur, ni à quiconque. La vie humaine appartient à Dieu, car elle a été créée par Dieu ».

NEWS CORRELATE
4 Dicembre 2016
FIRENZE, ITALIA
A Firenze seduta solenne del Consiglio Regionale in occasione della Giornata internazionale "Città per la vita, contro la pena di morte" e Festa della Toscana, alle ore 11.00, presso il Teatro della Compagnia regionale

Riconoscimento alla Comunità di Sant'Egidio per l'impegno nella lotta alla pena capitale


Ha ritirato il premio il Prof. Adriano Roccucci, segretario generale della Comunità di Sant'Egidio
1 Dicembre 2016

dal Colosseo

1 Dicembre 2016
da Avvenire

Sant'Egidio. Duemila città si illuminano contro la pena di morte


Il 30 novembre è la Giornata mondiale delle città per la vita, iniziativa nata nel 2002 per abolire la pena capitale
30 Novembre 2016
PARIGI, FRANCIA
In occasione della Giornata delle Città per la Vita e dei 35 anni di abolizione della pena di morte in Francia

Parigi: 30 novembre, ore 19 Incontro per l'abolizione universale della pena di morte, Maison Victor Hugo, 6 Places de Vosges, Paris (Metro Bastille)


Con la Comunità di Sant'Egidio e il movimento dei Giovani per la Pace, alla presenza altre personalità
30 Novembre 2016
LISBONA, PORTOGALLO
Insieme alla Comunità di Sant'Egidio

Lisbona è città per la vita, contro la pena di morte, appuntamento il 30 novembre ore 18, Arco da rua Augusta


Sono molte le città portoghesi che aderiscono alla Giornata delle città per la vita
29 Novembre 2016
BIELORUSSIA
Lo annuncia Andrei Paluda dell'Associazione Viasna. Con la Comunità di Sant'Egidio siamo vicini alla sua famiglia

Apprendiamo con dolore che condanna di Ivan Kulesh è stata eseguita in Bielorussia


Ivan è uno dei condannati per i quali stiamo inviando appelli urgenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati