Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
13 Settembre 2012 | STATI UNITI

CNA/EWTN News - USA: L'Arcivescovo di Philadelphia Charles Chaput invoca con forza l'abolizione della pena di morte. (EN)

 
versione stampabile

Archbishop Chaput urges end to capital punishment
September 14, 2012
Philadelphia, Pa., Sep 11, 2012 / 12:06 pm (CNA/EWTN News).- Ahead of the possible execution of three convicts on Pennsylvania’s death row, Archbishop Charles J. Chaput of Philadelphia has called for an end to the death penalty.
“As children of God, we're better than this, and we need to start acting like it. We need to end the death penalty now,” he said in his Sept. 10 weekly column.
He said capital punishment “simply doesn’t work” as a deterrent, but answers “violence with violence” that implicates all citizens. The death penalty does not heal or redress wounds “because only forgiveness can do that,” he said.
In August the governor signed execution warrants for four men, though a judge stayed one of the warrants. Any of the three remaining convicts could be the first to be executed in Pennsylvania in 13 years.
The archbishop said that avoiding capital punishment does not diminish support for murder victims’ families, who bear “a terrible burden of grief” and “rightly demand justice.”
However, even justly convicted murderers “retain their God-given dignity as human beings.”
“When we take a murderer's life we only add to the violence in an already violent culture, and we demean our own dignity in the process,” he said.
Archbishop Chaput cited the case of Terrance Williams, a death row inmate he said is “indisputably guilty” of the 1984 murder of Amos Norwood which Williams committed when he was 18. Williams’ lawyers contended he had been sexually abused by the man he murdered, while state attorneys have said that those claims have been rejected after judicial review.
“Terrance Williams deserves punishment,” Archbishop Chaput said. “No one disputes that. But he doesn't need to die to satisfy justice.”
Both Scripture and Catholic tradition support capital punishment “under certain limited conditions,” the archbishop said.
“But the Church has repeatedly called us to a higher road over the past five decades. We don't need to kill people to protect society or punish the guilty. And we should never be eager to take anyone's life.”
Archbishop Chaput said the death penalty cannot be justified “except in the most extreme circumstances” and should have “no place in our public life.”
 

NOTIZIE CORRELATE
27 Novembre 2018
REGNO UNITO
Roma, 28 novembre

IX Incontro internazionale dei ministri della Giustizia per "Un mondo senza pena di morte"


presso la Nuova Aula dei Gruppi parlamentari - Camera dei Deputati
27 Novembre 2018
#STAND4HUMANITY

IL 30 NOVEMBRE AL COLOSSEO: CITTA' PER LA VITA , CONTRO LA PENA DI MORTE


Lato Arco di Costantino ore 18
14 Novembre 2018
NEW YORK, STATI UNITI
La Terza Commissione dell'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato la risoluzione per la moratoria con 123 voti a favore

Approvata la risoluzione sulla moratoria della pena di morte con un numero maggiore di consensi rispetto al 2016


Un segnale positivo verso l’obiettivo dell’abolizione completa della pena capitale nel mondo!
3 Novembre 2018
La pena di morte in Germania venne applicata fin dal Medioevo. Fu cancellata dall'ordinamento giudiziario della Repubblica Federale nel 1949, mentre nella Repubblica Democratica fu abolita nel 1987

Germania: lo stato tedesco dell'Assia ha eliminato la pena di morte dalla costituzione che la conservava per un'anomalia giuridica


Con il loro voto i cittadini hanno modificato una norma che da 69 anni conservava la pena di morte
18 Ottobre 2018

Vescovi Usa: plauso per la fine della pena di morte nello Stato di Washington


"Ci uniamo ai vescovi cattolici di Washington, alla Conferenza cattolica dello Stato di Washington, alla rete di mobilitazione cattolica e a tutte le persone di buona volontà nell'accogliere favorevolmente questa decisione e perseverare nel lavoro per porre fine alla pena di morte"
12 Ottobre 2018
STATI UNITI

Lo Stato di Washington ha abolito la pena di morte


La Corte suprema dello Stato di Washington ha stabilito che la pena di morte “viola la Costituzione” e di conseguenza viene abolita
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati