Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
2 Febbraio 2013 | RUSSIA

RT : Russia – Deputati in Kabardino-Balkaria spingono per l'introduzione della pena di morte per omicidio di giornalisti. (EN)

 
versione stampabile

RT

 

Death penalty for murdering journalists eyed in Russia

Published: 01 February, 2013

 

MPs in the South Russian Region of Kabardino-Balkaria have suggested the federal parliament re-introduce the death penalty for those convicted of killing reporters.

Currently the Russian Criminal Code has an article against creating obstacles to journalists’ work – this is punishable with up to six years in prison. Kabardino-Balkaria politicians want to amend the article with a paragraph that describes attempts on a journalist's life aimed which prevents them from carrying out their profession, as well as in revenge for such activities. Legislators consider it fair that such an offence is punishable by 12 to 20 years in prison or life in prison or even capital punishment.

Russiacurrently has a moratorium on the death penalty introduced in 1996 in order to comply with the regulations of the Council of Europe.

Khamid Bashorov of the Kabardino Balkaria Public Security Committee told the Interfax news agency that the move was prompted by the need to increase the level of protection for Russian journalists, and to secure additional legal guarantees for their work. “Pressuring reporters to the point of attacks on their lives remain the most acute everyday problem in our life,” the official said.

The move comes after the killing of Kazbek Gekkiyev – a correspondent who worked for the state television company Vesti KBR. Gekkiyev was gunned down on December 5, about 6 months after he started anchoring a news program at Vesti KBR. Before that the journalist and his colleagues had repeatedly received threats over their coverage of counter-terrorist operations in the republic.

Police established the identities of Gekkiyev’s two attackers by studying CCTV records and put the men on a wanted list. One of the criminals was killed by police on January 22.

According to the Russian NGO Glasnost Defense Foundation four journalists and media workers were killed throughout Russia in 2012 and over 90 reporters became victims of attacks while at work.

NEWS CORRELATE
4 Dicembre 2016
FIRENZE, ITALIA
A Firenze seduta solenne del Consiglio Regionale in occasione della Giornata internazionale "Città per la vita, contro la pena di morte" e Festa della Toscana, alle ore 11.00, presso il Teatro della Compagnia regionale

Riconoscimento alla Comunità di Sant'Egidio per l'impegno nella lotta alla pena capitale


Ha ritirato il premio il Prof. Adriano Roccucci, segretario generale della Comunità di Sant'Egidio
1 Dicembre 2016

dal Colosseo

1 Dicembre 2016
da Avvenire

Sant'Egidio. Duemila città si illuminano contro la pena di morte


Il 30 novembre è la Giornata mondiale delle città per la vita, iniziativa nata nel 2002 per abolire la pena capitale
30 Novembre 2016
PARIGI, FRANCIA
In occasione della Giornata delle Città per la Vita e dei 35 anni di abolizione della pena di morte in Francia

Parigi: 30 novembre, ore 19 Incontro per l'abolizione universale della pena di morte, Maison Victor Hugo, 6 Places de Vosges, Paris (Metro Bastille)


Con la Comunità di Sant'Egidio e il movimento dei Giovani per la Pace, alla presenza altre personalità
30 Novembre 2016
LISBONA, PORTOGALLO
Insieme alla Comunità di Sant'Egidio

Lisbona è città per la vita, contro la pena di morte, appuntamento il 30 novembre ore 18, Arco da rua Augusta


Sono molte le città portoghesi che aderiscono alla Giornata delle città per la vita
29 Novembre 2016
BIELORUSSIA
Lo annuncia Andrei Paluda dell'Associazione Viasna. Con la Comunità di Sant'Egidio siamo vicini alla sua famiglia

Apprendiamo con dolore che condanna di Ivan Kulesh è stata eseguita in Bielorussia


Ivan è uno dei condannati per i quali stiamo inviando appelli urgenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati