Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
11 Febbraio 2013 | ITALIA

INTERNATIONAL BUSINESS TIMES: Zimbabwe – La nomina di un boia dopo 7 anni di vacanza solleva timori di una ripresa delle esecuzioni. (EN)

 
versione stampabile


Zimbabwe's New Hangman Sparks Criticism Of Death Penalty

By Ryan Villarreal | February 08 2013 1:56 PM
The appointment of Zimbabwe’s new hangman after a seven-year vacancy has raised concerns among human rights advocates that executions will resume inside the country.
UK-based human rights group Amnesty International condemned the appointment and urged the Zimbabwean government to abolish the death penalty.
“This macabre recruitment is disturbing and suggests that Zimbabwe does not want to join the global trend towards abolition of this cruel, inhuman, and degrading form of punishment,” Noel Kututwa, Amnesty International’s southern Africa director, said in a statement .
Zimbabwe currently has 74 men and two women on death row, while no executions have been carried out since 2005 when the last hangman retired.
Prison Service Commissioner Paradzai Zimondi told reporters during a recent tour of the Harare Remand Prison that the position had actually been filled in 2012.
"Indeed, we now have a hangman, but these people are still to be executed,” Zimondi said, according to Zimbabwean news outlet the Herald .
In total, Zimbabwe has around 16,900 inmates held in 46 prisons, Zimondi added.
New Constitution Could Determine Fate Of Death Penalty
Zimbabwe is set to hold a referendum on adopting a new constitution in the coming months. The current draft prohibits executions for men and women under 21 and over 70 years of age.
Amnesty welcomed the limitations on the death penalty, but maintained its firm stance against it.
“The death penalty is the ultimate denial of human rights. It is the premeditated and cold-blooded killing of a human being by the state,” said Kututwa.
“We oppose the death penalty in all cases without exception regardless of the nature of the crime, the characteristics of the offender, or the method used by the state to kill the prisoner,” he added.
 

NEWS CORRELATE
18 Giugno 2018
BIELORUSSIA
La Bielorussia è l'unico paese europeo che ancora mantiene e applica la pena capitale, la sospensione delle due condanne è un fatto senza precedenti

La Corte Suprema bielorussia sospende due condanne a morte


la diplomazia francese era intervenuta lo scorso anno con un comunicato con il quale invitava la Bielorussia ad introdurre una moratoria contro la pena di morte
5 Maggio 2018
STATI UNITI

Robert Earl Butts Jr. è stato messo a morte per iniezione letale venerdì 4 maggio 2018

3 Maggio 2018
STATI UNITI
Per ora Robert è salvo! Ringraziamo per questi 90 giorni di sospensione e continuiamo a inviare appelli per la salvezza di Robert Butts Jr.

Il Comitato per la Clemenza della Georgia ha sospeso l'esecuzione di Robert Butts Jr a meno di 24 dalla esecuzione!


Continuiamo a inviare appelli
10 Aprile 2018
COSTA D'AVORIO

Dichiarazione finale del Congresso Regionale in Abidjan


La svolta africana: umanizzare le carceri e abolire la Pena di Morte
9 Aprile 2018
COSTA D'AVORIO
E' il terzo Congresso Regionale contro la pena capitale. Grande l'interesse, si sono iscritte oltre 300 persone

Il Congresso Regionale delle Associazioni Abolizioniste del mondo in Costa d'Avorio il 9 e 10 aprile 2018


La sessione plenaria del 10 Aprile dal titolo “Pena di morte, povertà, condizioni carcerarie: da una Giornata Mondiale all'altra” sarà presieduta da Annemarie Pieters (al centro nella foto)
23 Febbraio 2018
STATI UNITI

Lo stato della Florida ha portato a compimento l'esecuzione letale di Branch, nella prigione statale della Florida a Raiford


Branch, che era nel braccio della morte da quasi 25 anni, è stato dichiarato morto per un'iniezione letale alle 6:05 del pomeriggio
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

9 visite

5 visite

5 visite

6 visite

8 visite
tutta i media correlati