Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
16 Ottobre 2013 | YEMEN

Hands off Cain - Stop alle esecuzioni dei minorenni in Yemen. (IT)

 
versione stampabile
I rappresentanti dell' Unione Europea e dell’UNICEF hanno accolto con soddisfazione la decisione dello Yemen di non applicare la pena di morte nei confronti dei minorenni, in accordo con le norme internazionali. L'uso della pena di morte per reati commessi da persone di età inferiore ai 18 anni è vietato dal diritto internazionale sui diritti umani.
 
Il 3 dicembre 2012 un plotone di esecuzione ha giustiziato a Sana’a Hind al- Barti una giovane donna condannata per omicidio il cui certificato di nascita la indicava come appena 15enne al momento del presunto crimine. Organizzazioni per i diritti umani, tra cui Amnesty International e Human Rights Watch, avevano chiesto al presidente Abdo Rabbo Mansour Hadi di porre immediatamente fine a questa pratica.
 
"Il presidente Hadi dovrebbe rompere con il passato dello Yemen di giustizia arbitraria e di violenza imposta dallo stato annullando gli ordini di esecuzione già firmati relativi a tre giovani", ha detto nel marzo 2013 Priyanka Motaparthy, ricercatrice per i diritti dei fanciulli di Human Rights Watch, aggiungendo che "mettere fine alle esecuzioni di minorenni è un modo chiaro e semplice per il governo dello Yemen di mostrare come onori i suoi impegni sui diritti umani."
 
Il Presidente ha scelto di riformare il sistema giudiziario dello Yemen per garantire che tutti gli imputati minorenni siano adeguatamente identificati e processati in conformità alla legge. In una dichiarazione congiunta, l’UNICEF e la delegazione dell'Unione europea in Yemen "hanno espresso apprezzamento, in occasione della Giornata Mondiale ed Europea contro la Pena di Morte, per i recenti sforzi da parte delle autorità yemenite di mettere fine nel Paese alla pena di morte per i minorenni.”
 
Inoltre,, è stata accolta con favore "in particolare, l'istituzione da parte del Ministero della Giustizia di un Comitato Forense Specializzato finalizzato a rivedere tutti i casi in cui vi sia dubbio sull'età del presunto colpevole. Siamo inoltre incoraggiati dalla recente decisione del presidente Abdo Rabbo Mansour Hadi di chiedere al Supremo Consiglio Giudiziario di riaprire tre casi capitali riguardanti imputati minorenni". (fonte Nessuno tocchi Caino
NEWS CORRELATE
5 Maggio 2018
STATI UNITI

Robert Earl Butts Jr. è stato messo a morte per iniezione letale venerdì 4 maggio 2018

3 Maggio 2018
STATI UNITI
Per ora Robert è salvo! Ringraziamo per questi 90 giorni di sospensione e continuiamo a inviare appelli per la salvezza di Robert Butts Jr.

Il Comitato per la Clemenza della Georgia ha sospeso l'esecuzione di Robert Butts Jr a meno di 24 dalla esecuzione!


Continuiamo a inviare appelli
10 Aprile 2018
COSTA D'AVORIO

Dichiarazione finale del Congresso Regionale in Abidjan


La svolta africana: umanizzare le carceri e abolire la Pena di Morte
9 Aprile 2018
COSTA D'AVORIO
E' il terzo Congresso Regionale contro la pena capitale. Grande l'interesse, si sono iscritte oltre 300 persone

Il Congresso Regionale delle Associazioni Abolizioniste del mondo in Costa d'Avorio il 9 e 10 aprile 2018


La sessione plenaria del 10 Aprile dal titolo “Pena di morte, povertà, condizioni carcerarie: da una Giornata Mondiale all'altra” sarà presieduta da Annemarie Pieters (al centro nella foto)
23 Febbraio 2018
STATI UNITI

Lo stato della Florida ha portato a compimento l'esecuzione letale di Branch, nella prigione statale della Florida a Raiford


Branch, che era nel braccio della morte da quasi 25 anni, è stato dichiarato morto per un'iniezione letale alle 6:05 del pomeriggio
23 Febbraio 2018
STATI UNITI

Il governatore Greg Abbott ha commutato in pena a vita Thomas Whitacker


Il governatore ha ha accettato la raccomandazione rara e unanime del Texas Board of Pardons and Parole di concedere la grazia Thomas, condannato a morte, la cui esecuzione doveva avere luogo ieri
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

9 visite

5 visite

5 visite

6 visite

8 visite
tutta i media correlati