Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
17 Ottobre 2013 | IRAN

La Stampa: IRAN – Alireza sopravvive alla forca. Sarà impiccato di nuovo. (IT)

 
versione stampabile

La Stampa

16/10/2013

Iran, sopravvive alla forca
Sarà impiccato di nuovo

Era stato condannato a morte
perché trovato in possesso di droga

Un condannato a morte, portato sulla forca, impiccato e dichiarato morto, in realtà è sopravvissuto. L’uomo adesso versa in condizioni precarie, ma appena si riprenderà - ha deciso il giudice - sarà di nuovo sottoposto all’impiccagione. 

L’efferata storia arriva dall’Iran ed è riportata, secondo l’ong Iran Human Rights, dal sito on-line Jam e-Jam, pubblicato dall’emittente ufficiale di Stato iraniana, Irib. L’uomo, 27 anni, identificato come tale Alireza M. era stato condannato a morte perché trovato in possesso di un chilo di una droga sintetica all’interno della prigione di Bojnord.  

L’esecuzione è durata 12 minuti e al termine il medico legale ha firmato il certificato di decesso e l’uomo è stato trasferito in un obitorio; ma l’indomani, il 10 ottobre scorso (Giornata Mondiale contro la Pena di Morte, tra l’altro) qualcuno si è accorto che Alireza M. Respirava ancora: trasferito in ospedale, le sue condizioni -secondo il sito web - sono soddisfacenti; e «le più felici sono state le figlie» che si erano già preparate al funerale. Poi però la doccia fredda. «È stato condannato a morte da un Tribunale Rivoluzionario e la sentenza sarà effettuata una volta che i sanitari confermeranno che sta sufficientemente bene», ha stabilito un giudice. Di qui l’appello da parte dell’ong alla comunità internazionale: «Alireza M. sia salvato. È già passato una volta attraverso la tortura e il processo disumanizzante di una condanna a morte. Il mondo non deve consentire che accada di nuovo». 

NOTIZIE CORRELATE
12 Ottobre 2018
STATI UNITI

Lo Stato di Washington ha abolito la pena di morte


La Corte suprema dello Stato di Washington ha stabilito che la pena di morte “viola la Costituzione” e di conseguenza viene abolita
10 Ottobre 2018

10 ottobre 2018 - Giornata Mondiale contro la Pena di Morte, Sant'Egidio rafforza l'impegno per l'abolizione

10 Ottobre 2018
Giornata mondiale contro la pena di morte

Intervista a Mario Marazziti, della Comunità di Sant'Egidio: la vendetta rende prigionieri


Nel 2017 la maggior parte delle esecuzioni ha avuto luogo in Iran, Arabia Saudita, Iraq e Pakistan.
9 Agosto 2018
The Los Angeles Times

The Catholic Church's opposition on the death penalty began with previous popes


By Mario Marazziti
29 Giugno 2018
BURKINA FASO

Il Burkina Faso elimina la pena di morte: un altro passo verso l’abolizionismo globale

26 Giugno 2018
Mons. Rodolfo Diamante, segretario esecutivo della Commissione episcopale per la pastorale carceraria presenta un libro contro la pena di morte

La Conferenza episcopale delle Filippine resta vigile sul tema della pena di morte


In occasione della memoria del dodicesimo anniversario dell'abolizione della pena capitale nel paese
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

1 visite

0 visite

0 visite

9 visite

5 visite
tutta i media correlati