Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
20 Novembre 2013

Ginevra - ICDP - Dichiarazione della Commissione Internazionale contro la Pena di Morte: Indonesia - quinta esecuzione nel 2013

 
versione stampabile

Ginevra, 19 Novembre 2013

Dichiarazione della Commissione Internazionale contro la Pena di Morte:

Indonesia - quinta esecuzione nel 2013

La Commissione internazionale contro la pena di morte ( ICDP )
condanna la fucilazione di Muhammad Abdul Hafeez.


Hafeez, un cittadino pakistano di 44 anni, come riferito è stato giustiziato  in
segreto  domenica 17 Novembre 2013 nel Sud Tangerang. Era
condannato a morte nel novembre 2001, dopo essere stato arrestato nel giugno del
stesso anno per aver tentato di contrabbandare eroina in Indonesia.
Secondo l'Ufficio del Procuratore Generale, gli appelli di Hafeez per
rivedere questo verdetto e le richieste di clemenza sono state tutte respinte.


L’Indonesia ha ripreso le esecuzioni nel marzo 2013 dopo quattro anni di
moratoria de facto. Muhammad Abdul Hafeez è la quinta persona che è stata
giustiziata quest'anno.
Si ritiene che in Indonesia 130 persone siano in attesa di condanna a morte e

che circa un terzo di loro siano cittadini stranieri.
Viene riferito che altre persone sono a rischio di esecuzione, quando
 i loro processi si concluderanno.


" La ripresa delle esecuzioni di quest'anno in Indonesia è preoccupante in quanto
va contro la tendenza globale verso l'abolizione della pena di morte ",
ha dichiarato Federico Mayor, presidente di ICDP.
Secondo le Nazioni Unite, circa 150 paesi di tutte le regioni e culture
del mondo hanno abolito la pena capitale o non applicano più la pena capitale.
Queste nazioni hanno stabilito che l'omicidio di Stato è
sbagliato e non riesce a scoraggiare i crimini.
Con il suo uso della pena di morte, il governo indonesiano sta
gravemente minando il suo attivo appello per assicurare clemenza ai suoi
cittadini condannati a morte all'estero.


ICDP rivolge un appello al governo Indonesiano per fermare ulteriori esecuzioni,
commutare tutte le condanne a morte in periodi di detenzione e per
attuare un’immediata moratoria sulle esecuzioni, in linea con le
risoluzioni dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottate nel 2007, 2008,
2010 e  2012. Inoltre, ICDP chiede al governo dell’Indonesia di avviare

un dibattito pubblico indipendente e informato sul suo uso della pena di morte.

Federico Mayor
Presidente della Commissione Internazionale contro la Pena di Morte

Informazioni su ICDP

ICDP è stata fondata a Madrid nel mese di ottobre  del 2010.

ICDP è composta da 15 personalità di alto livello internazionale, da tutte le regioni del
mondo, che agiscono in totale indipendenza e neutralità e  lavorano sotto
il suo Presidente Sig. Federico Mayor.


ICDP si oppone alla pena di morte in qualsiasi circostanza ritenendo
che violi il diritto alla vita sancito dalla Dichiarazione Universale dei
Diritti Umani. ICDP promuove l'abolizione della pena capitale per
legge in quegli Stati che osservano una moratoria de facto sull'uso della
pena di morte e promuove moratorie sulle esecuzioni negli Stati
che applicano raramente la pena di morte.

ICDP esorta gli Stati che continuano a fare esecuzioni ad un rigoroso rispetto

delle norme internazionali.
ICDP lavora con le Nazioni Unite e altre organizzazioni internazionali e
regionali, con governi e organizzazioni non governative
per favorire l' abolizione della pena capitale in tutto il mondo.
Il lavoro del ICDP è supportato da un gruppo eterogeneo di 17 Stati
da tutte le regioni del mondo che sono impegnati per l'abolizione della
pena di morte. Il suo segretariato ha sede a Ginevra .

 

NEWS CORRELATE
7 Luglio 2017
STATI UNITI
Dopo una vasta campagna mondiale basata sulla preoccupazione per la sua salute mentale e sulla richiesta di abolizione della pena di morte

Apprendiamo con dolore che in Virginia ha avuto luogo l'esecuzione di William Morva


William Morva, 35 anni, è morto alle 9.15 di giovedì nel centro correttivo di Greensville a Jarratt, in Virginia
24 Giugno 2017
STATI UNITI

Comunità di Sant'Egidio: a Washington per rafforzare l'impegno contro la pena di morte

2 Maggio 2017
STATI UNITI

Anthony Farina non è più condannato a morte. Non sarà libero, ma non rischia più l'esecuzione


Dal 2012 migliaia di appelli urgenti alle autorità e lettere e cartoline a Anthony hanno sostenuto questo importante cambiamento
29 Aprile 2017
STATI UNITI
Apprendiamo che lo Stato dell'Arkansas ha portato a termine quattro delle esecuzioni previste

L'ultima esecuzione ieri, Kenneth William era un afroamericano di 38 anni

21 Aprile 2017
STATI UNITI

L'Arkansas ha messo a morte uno dei condannati di nome Ledell Lee


E' prima esecuzione dal 2005. La nostra campagna continua con l'invio di appelli e la richiesta di clemenza
15 Aprile 2017
STATI UNITI
Un giudice ha accolto il ricorso dell'azienda produttrice dei farmaci: il prodotto non era stato venduto per questo scopo

Fermate le esecuzioni in Arkansas in seguito all'esposto di un'azienda farmaceutica


Il provvedimento è temporaneo, continuiamo a inviare appelli!
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

1 visite

1 visite

2 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati