Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
3 Luglio 2014

Pena di morte, l'appello di Ban Ki-Moon: «Non ha posto nel 21esimo secolo»

L'obiettivo è consolidare la maggioranza di 111 Paesi che due anni fa si sono pronunciati a favore della moratoria

 
versione stampabile

«La pena di morte non ha posto nel 21esimo secolo»: in un panel organizzato dall'Italia all'ONU per segnare l'inizio del semestre italiano di presidenza Ue il segretario generale Ban Ki-moon ha lanciato un forte appello per il «sì» alla moratoria delle esecuzioni che a dicembre sarà messa ai voti dell'Assemblea Generale.  «Assieme possiamo porre fine a questa pratica disumana e crudele in tutto il mondo», ha detto Ban chiedendo a tutti i paesi delle Nazioni Unite di «fare passi concreti per abolire o non applicare più questa forma di punizione».

Per l'Italia è una priorità, ma il nostro Paese continua a portare avanti la battaglia per la moratoria in uno spirito di rispetto di ogni paese a procedere al proprio passo. «L'obiettivo di un mondo senza pena di morte non dev'essere lo sforzo di un gruppo ristretto o esclusivo, ma un processo globale che un giorno forse coinvolgerà ogni nazione del mondo», ha detto il rappresentante permanente italiano all'ONU Sebastiano Cardi dando il benvenuto ai partecipanti al dibattito: tra questi il numero due dell'Onu per gli affari umanitari Ivan Simonovic, Tawakkul Karman, attivista yemenita e premio Nobel 2011 per la pace, l'ex ministro delle minoranze del Pakistan Paul Bhatti, l'ex procuratore capo di Los Angeles Gil Garcetti e un noto avvocato dello Zimbabwe, Innocent Maja.

L'obiettivo di oggi è consolidare quella maggioranza di 111 Paesi che due anni fa si pronunciarono a favore della moratoria, in aumento rispetto al 2007 quando il primo documento di questo tipo passò con 104 «sì» al termine di una battaglia pluriennale che aveva visto l'Italia sempre in prima linea.

L'iniziativa al Palazzo di Vetro fa seguito alla prima riunione ieri a Roma del ministro degli Esteri Federica Mogherini con la "task force" incaricata di coordinare l'azione italiana in vista della votazione all'Onu: hanno partecipato Amnesty International, la Comunità di Sant'Egidio e «Nessuno Tocchi Caino». 

NOTIZIE CORRELATE
27 Novembre 2018
REGNO UNITO
Roma, 28 novembre

IX Incontro internazionale dei ministri della Giustizia per "Un mondo senza pena di morte"


presso la Nuova Aula dei Gruppi parlamentari - Camera dei Deputati
27 Novembre 2018
#STAND4HUMANITY

IL 30 NOVEMBRE AL COLOSSEO: CITTA' PER LA VITA , CONTRO LA PENA DI MORTE


Lato Arco di Costantino ore 18
14 Novembre 2018
NEW YORK, STATI UNITI
La Terza Commissione dell'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato la risoluzione per la moratoria con 123 voti a favore

Approvata la risoluzione sulla moratoria della pena di morte con un numero maggiore di consensi rispetto al 2016


Un segnale positivo verso l’obiettivo dell’abolizione completa della pena capitale nel mondo!
3 Novembre 2018
La pena di morte in Germania venne applicata fin dal Medioevo. Fu cancellata dall'ordinamento giudiziario della Repubblica Federale nel 1949, mentre nella Repubblica Democratica fu abolita nel 1987

Germania: lo stato tedesco dell'Assia ha eliminato la pena di morte dalla costituzione che la conservava per un'anomalia giuridica


Con il loro voto i cittadini hanno modificato una norma che da 69 anni conservava la pena di morte
18 Ottobre 2018

Vescovi Usa: plauso per la fine della pena di morte nello Stato di Washington


"Ci uniamo ai vescovi cattolici di Washington, alla Conferenza cattolica dello Stato di Washington, alla rete di mobilitazione cattolica e a tutte le persone di buona volontà nell'accogliere favorevolmente questa decisione e perseverare nel lavoro per porre fine alla pena di morte"
12 Ottobre 2018
STATI UNITI

Lo Stato di Washington ha abolito la pena di morte


La Corte suprema dello Stato di Washington ha stabilito che la pena di morte “viola la Costituzione” e di conseguenza viene abolita
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite

0 visite
tutta i media correlati