Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei dentro: no pena di morte - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
29 Novembre 2014

Nella Chiesa di San Pietro Martire, con i giovani della Comunità di Sant'Egidio

A Napoli incontro con Antoinette Chahine, testimone dal Libano

Condannata a morte ingiustamente parla per difendere la vita delle compagne conosciute nel braccio della morte

 
versione stampabile

Antoinette Chahine aveva vent'anni quando fu arrestata a Beirut dopo un attentato. La sua è una vicenda intrecciata alla guerra civile. Era il 1994 quando la polizia la catturò a casa sua. Fu presa lei, la più piccola della famiglia, perché il fratello più grande faceva parte delle Forze Libanesi.
Poi le torture e la condanna a morte pronunciata nel 1997. Della sua storia Antoinette ha in testa quattro immagini: la statuetta della Madonna che i poliziotti fanno a pezzi quando entrano in casa e gli interrogatori, durante i quali le chiedevano soltanto dove fosse scappato suo fratello Jean e mai
di quell'attentato contro una chiesa.
La condanna a morte: «Quando l'ho ascoltata sono svenuta e per un mese non sono riuscita più a parlare né a camminare». Poi, nel 1999, la revisione del processo sotto la spinta di Amnesty International, e l'assoluzione. 

Con il ritorno in libertà nel 2000 Antoinette, non senza fatica, ha ripreso la vita normale. Si è sposata e ora ha una bella famiglia, due bambini che sono la sua gioia, la più grande non è un caso l'ha chiamata Gioia!

ira il mondo per dare la sua testimonianza, non vuole abbandonare le donne che ha conosciuto nel braccio della morte, parla per dare voce a tutti i prigionieri i cui diritti umani non sono rispettati, e che subiscono torture e ingiustizie. 

NOTIZIE CORRELATE
12 Ottobre 2018
STATI UNITI

Lo Stato di Washington ha abolito la pena di morte


La Corte suprema dello Stato di Washington ha stabilito che la pena di morte “viola la Costituzione” e di conseguenza viene abolita
10 Ottobre 2018

10 ottobre 2018 - Giornata Mondiale contro la Pena di Morte, Sant'Egidio rafforza l'impegno per l'abolizione

10 Ottobre 2018
Giornata mondiale contro la pena di morte

Intervista a Mario Marazziti, della Comunità di Sant'Egidio: la vendetta rende prigionieri


Nel 2017 la maggior parte delle esecuzioni ha avuto luogo in Iran, Arabia Saudita, Iraq e Pakistan.
9 Agosto 2018
The Los Angeles Times

The Catholic Church's opposition on the death penalty began with previous popes


By Mario Marazziti
29 Giugno 2018
BURKINA FASO

Il Burkina Faso elimina la pena di morte: un altro passo verso l’abolizionismo globale

26 Giugno 2018
Mons. Rodolfo Diamante, segretario esecutivo della Commissione episcopale per la pastorale carceraria presenta un libro contro la pena di morte

La Conferenza episcopale delle Filippine resta vigile sul tema della pena di morte


In occasione della memoria del dodicesimo anniversario dell'abolizione della pena capitale nel paese
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

1 visite

0 visite

0 visite

9 visite

5 visite
tutta i media correlati