Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

Andrea Riccardi: la rassegna stampa

change language
sei in: no pena di morte - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
4 Giugno 2016 | CITTÀ DEL VATICANO

No alla pena di morte e all'ergastolo: "Una pena senza speranza è tortura"

Papa Francesco parlando ai magistrati e giuristi del mondo torna a dire No alla pena di morte

 
versione stampabile

" Per le "nuove forme di schiavitù" che chiedono l'impegno di tutti, la Chiesa non può rimanere a guardare ma deve "impegnarsi nella politica, 'la gran politica'", dice il Papa in spagnolo, quella dei valori più alti Tweet Papa Francesco: "L'umanità è ferita dall'ingiustizia e dall'avidità" Papa Francesco: "Non dobbiamo tollerare gli abusi sui minori" Papa Francesco: "A Lesbo tanto dolore, soprattutto tra i bambini" Sviluppo sostenibile e i fallimenti della politica, l'Enciclica verde di Papa Francesco Papa Francesco 'detta' l'agenda alla politica Usa Città del Vaticano 03 giugno 2016 Papa Francesco ha incontrato oltre cento giuristi e magistrati di tutto il mondo in Vaticano, per un confronto sulla tratta delle persone, la criminalità organizzata e la corruzione. Durante l'appuntamento organizzato dalla Pontificia Accademia delle Scienze Sociali, il papa ha ribadito il suo no alla pena di morte e la sua contrarietà all'ergastolo. Il Pontefice ha chiesto di "comminare pene che siano per la rieducazione dei responsabili e cercare il loro reinserimento nella società" sottolineando che "fare giustizia non è la pena in se stessa. Non c'è pena valida, senza la speranza. Una pena chiusa in se stessa, che non dà possibilità alla speranza, è una tortura non è una pena! Su questo - spiega - mi baso anche per affermare seriamente la posizione della Chiesa contro la pena di morte".

Bergoglio ha parlato di "nuove forme di schiavitù" che chiedono l'impegno di tutti, a partire dalla Chiesa. Una Chiesa che non può rimanere a guardare ma deve "impegnarsi nella politica, 'la gran politica'", dice il Papa in spagnolo, quella dei valori più alti. Il Papa chiede di lavorare "in comunione" perché si "apra una breccia per un nuovo cammino di giustizia che punti alla promozione della dignità umana". "Voi siete chiamati a dare speranza", dice ai giudici Papa Francesco. Le vittime, infatti, nutrono la speranza "che l'ingiustizia che attraversa questo mondo" non abbia "l'ultima parola". Ci sono dei delitti, dal traffico di persone a quello di organi, dal lavoro minorile allo sfruttamento della prostituzione, che "come diceva Benedetto XVI sono crimini contro l'umanità e tali debbono essere considerati dai leader politici, sociali, religiosi".

Francesco ha voluto i giuristi in Vaticano perché diano il loro impegno in un "moto trasversale" per cambiare le cose e per superare quella tendenza che oggi vorrebbe "liquefare" la figura dei giudici. "So che soffrite pressioni, minacce e so che oggi essere procuratori, essere pubblici ministeri, è rischiare la propria vita. E questo mi fa essere riconoscente del coraggio di alcuni di voi, che vogliono andare avanti, rimanendo liberi nell'esercizio delle proprie funzioni giuridiche. Senza questa libertà, il potere giudiziario di una nazione si corrompe e genera corruzione.

Tutti conosciamo la caricatura, in questo caso, della giustizia: la giustizia con gli occhi bendati". Ma Papa Bergoglio coglie anche l'occasione per parlare del riscatto per le vittime e come buona prassi indica la legge italiana sulla confisca dei beni ai malavitosi, proprio come strumento di riabilitazione per le vittime. "Questo - ha detto il Papa - è il bene maggiore che possiamo fare loro, alla comunità e alla pace sociale". Infine un plauso alle donne che dirigono le carceri: lo fanno meglio degli uomini, è l'opinione di Papa Francesco, perché il senso di maternità dà loro "una maggiore sensibilità ai progetti di reinserimento".

NEWS CORRELATE
20 Agosto 2016
STATI UNITI
PENA SOSPESA PER JEFF WOOD

L'ESECUZIONE DI JEFFERY WOOD NON AVRA' LUOGO


LA SUA ESECUZIONE ERA STATA FISSATA PER IL 24 AGOSTO 2016
5 Luglio 2016
CONAKRY, GUINEA
L'abolizione della pena capitale era stata indicata come possibile dal Ministro della Giustizia Cheik Sako nel corso del Convegno promosso a Roma dalla Comunità di Sant'Egidio lo scorso febbraio

Guinea-Conakry: il parlamento ha approvato l'abolizione pena di morte dal codice penale


E' il primo passo per passare dalla moratoria de facto alla moratoria de jure. L'abolizione sarà la tappa successiva
25 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Marazziti presenta l'iniziativa della Comunità di Sant'Egidio

"Citiesforlife" a Oslo, come metodo per continuare nella via dell'abolizione #AbolitionNow


A Oslo la marcia degli abolizionisti per le strade della città
20 Giugno 2016
OSLO, NORVEGIA
Inizia oggi il VI Congresso Mondiale Contro la Pena di Morte a Oslo

La Comunità di Sant'Egidio partecipa al Congresso di Oslo con una delegazione da Italia, Congo, Belgio, Spagna, Germania e Indonesia


Sono 1500 gli iscritti provenienti da oltre 80 paesi del mondo, tra loro 20 ministri, 200 diplomatici, parlamentari, accademici, avvocati, associazioni e membri della società civile
24 Maggio 2016
INDONESIA
La Comunità di Sant'Egidio in Indonesia e le associazioni indonesiane impegnate in difesa dei diritti umani come Kontras, Imparsial, Elsam, Lbh Masyarakat, chiedono di fermare le esecuzioni

La Chiesa e la società civile si mobilitano contro le esecuzioni capitali


Giacarta è tra le 15 città indonesiane dove negli anni scorsi si è tenuta la manifestazione "Città per la vita, città contro la pena di morte" organizzata da Sant'Egidio in oltre duemila comuni nei cinque continenti
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
23 Maggio 2016
AP

Malaysian death row convict loses final appeal in Singapore
23 Maggio 2016
AsiaNews

Vescovo filippino: È presto per giudicare il contraddittorio Duterte. No alla pena di morte
14 Maggio 2016
Ilsole24ore

Pfizer blocca i farmaci per la pena di morte negli Usa
14 Maggio 2016
La Stampa

Pena di morte, Pfizer blocca l’uso dei suoi farmaci per le iniezioni letali negli Usa
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

3 visite

2 visite

1 visite

1 visite

7 visite
tutta i media correlati