Le donazioni alla Comunità di Sant'Egidio sono fiscalmente deducibili
secondo la normativa vigente
 
Anche quest'anno è possibile destinare il 5x1000 alla Comunità di Sant'Egidio
Scrivi il numero 80191770587 nella dichiarazione dei redditi

Andrea Riccardi: sul web

Andrea Riccardi: sui social network

change language
sei dentro: no pena di morte - appelli urgenti newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

 
4 Giugno 2020 | BIELORUSSIA

Aiutiamo Hanna Kostseva a salvare i suoi fratelli condannati a morte in Bielorussia

Appello per salvare dalla pena di morte Stanislav e Il'ja Kostsev, sono due ragazzi di 19 e 21 anni

Chiediamo che ai due giovani sia commutata la condanna a morte in pena detentiva

condannato a morte:
Stanislaw e Ilya Kostsew condannati a morte in Bielorussia
data esecuzione:
DATA DI ESECUZIONE NON ANCORA STABILITA
luogo esecuzione:
BIELORUSSIA
clicca qui per inviare l'appello
 
versione stampabile

Apprendiamo da un articolo pubblicato sul BBC News a firma di Tatsiana Melnichuk e Tatsiana Yanutsevich, che due giovani sono stati condannati a morte in Bielorussia.   Non è nota la data di esecuzione, perciò da un giorno all'altro è possibile che due ragazzi vengano giustiziati.

E' Hanna la sorella maggiore a portare la sua testimonianza. Cinque mesi fa la condanna a morte. Hanna in quell'aula di tribunale ha abbracciato i suoi fratelli minori e ha promesso loro di fare tutto il possibile per salvarli. Crediamo sia nostro dovere sostenerla chiedendo al Presidente della Repubblica di Bielorussia di usare clemenza nei contronti di questi due giovani.
 
E' una storia di povertà che risale a 19 anni fa, quando il padre di questi ragazzi morì. Stanislaw, il più giovane aveva allora cinque mesi. Il'ya aveva già due anni. La mamma dei ragazzi, Natalja, per nutrire la sua famiglia lavorava come lattaia in una fattoria collettiva. Successivamente ottenne un lavoro in una compagnia di trasporti, dove faceva dei turni fino a notte fonda. Stanislaw, Il'ya e il loro fratello maggiore erano spesso affidati alle cure di Hanna, la figlia maggiore.
 
Natalja resistette per 13 anni. Ma quando Stanislav e Il'ya avevano 14 e 16 anni le furono portati via e messi in una casa per bambini gestita dallo stato.  Natalja doveva pagare un conto allo stato, ogni mese un terzo del suo magro stipendio. E' attualmente in debito con lo stato della Bielorussia a cui dovrà pagare le rate che non potuto assolvere ancora per i prossimi otto anni.
 
Da quando i suoi figli sono stati arrestati nell'aprile 2019, il suo unico contatto con loro è stato per lettera. La prigione era lontana e Natalja non poteva viaggiare a causa dei turni di lavoro e dei debiti.
 
Poco dopo il diciottesimo compleanno di Stanislav, quando finalmente entrambi i ragazzi erano tornati a casa, la gioia per l'essere di nuovo uniti alla famiglia non è durata a lungo. Un vicino di casa ha segnalato ai servizi sociali i figli di Hanna, nipotini di Natalja, suggerendo di mandare anche loro nell'istituto. Per questo Stanislav e Il'ya hanno ucciso e dato fuoco alla casa, sono stati poi rapidamente arrestati.
 
I due fratelli hanno implorato la famiglia della vittima di perdonarli, e da allora entrambi hanno chiesto di vedere un prete. Sono detenuti separaatamente, perché non possono incontrarsi né scriversi l'un l'altro.
 
Dopo la condanna a morte dei suoi fratelli Hanna ha appreso che altri paesi in Europa, tra cui la vicina Russia e Ucraina, non compiono esecuzioni dal 1996 e non hanno più la pena di morte. È stata una scoperta amara, ma forse anche una speranza che la loro pena possa essere commutata in ergastolo.
 
La Bielorussia è l'unico paese europeo in cui esiste ancora la pena di morte, inoltre il quel paese la famiglia non può conoscere la data di esecuzione né dove vengano sepolti i  corpi. La pena di morte nega il diritto ad avere un luogo in cui piangere i propri cari.
 
La pena di morte nega il diritto al pentimento. 
NOTIZIE CORRELATE
17 Giugno 2020
STATI UNITI
La Corte Suprema riesamina il caso sollevato dai vescovi texani sul mancato conforto spirituale perché il cappellano non può entrare nella camera della morte

La Corte Suprema concede uno stop dell'ultimo minuto all'esecuzione di Ruben Gutierrez


Grazie a tutti coloro che hanno firmato l'appello per Ruben!!!! Speriamo e combattiamo ancora.
20 Maggio 2020
STATI UNITI
Continuiamo a lavorare e a batterci per una giutizia che non tolga la vita

Con dolore apprendiamo che Walter "Arkie" Barton è stato messo a morte a Bonne Terre, in Missouri, ieri, mercoledì 19 maggio in serata


Noi non ci rassegniamo: la pena di morte può essere bloccata ovunque nel mondo. Grazie per gli appelli con cui avete sostenuto Walter
17 Novembre 2019
Buona notizia!

Usa, sospesa in Texas l'esecuzione di Rodney Reed! Ringraziamo tutti coloro che hanno inviato petizioni


La pena di morte è una strada senza ritorno, molti condannati sono poi stati riconosciuti innocenti ed estranei ai fatti #NoDeathPenalty
27 Ottobre 2019
Ruben NON verrà eseguito il 30 ottobre!

Buona notizia! La Corte d'Appello del Texas ha concesso una sospensione dell'esecuzione a Ruben Gutierrez


Ringraziamo tutti quelli che hanno inviato l'appello per Ruben
8 Ottobre 2019
RINGRAZIAMO TUTTI COLORO CHE HANNO INVIATO PETIZIONI E CONTRIBUITO ALLA GIUSTIZIA

L'ESECUZIONE DI RANDY HALPRIN E' STATA SOSPESA! RIPRENDEREMO A MANDARE APPELLI SE SARA' NECESSARIO


ERA PREVISTA PER IL 10 OTTOBRE 2019 GIORNATA MONDIALE CONTRO LA PENA DI MORTE
6 Settembre 2019
STATI UNITI

Nonostante le migliaia di appelli l’esecuzione di Bill Crutsinger ha avuto luogo. Dolore e sdegno per questo orrore


Grazie a tutti quelli che hanno inviato appelli e che continueranno a lottare con noi
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Novembre 2016
AP

High court to examine mental disability, death penalty issue
12 Novembre 2016
Internazionale

Si rafforza la pena di morte negli Stati Uniti
11 Novembre 2016

Al liceo classico “Socrate” di Bari, conferenza “Non c’è giustizia senza vita”
24 Ottobre 2016
New York Times

The Death Penalty, Nearing Its End
4 Giugno 2016
The Washington Post

Meet the red-state conservatives fighting to abolish the death penalty
tutta la rassegna stampa correlata

VIDEO FOTO
53
Video promo Cities for Life 2015
3:22

148 visite

66 visite

63 visite

37 visite

38 visite
tutta i media correlati