Chiediamo clemenza per Ivan Cantu, la sua esecuzione è programmata per il 28 febbraio in Texas

- in News

Ivan Abner Cantu, nato nel 1973, è un detenuto ispanico nel braccio della morte in Texas dal 2000. Condannato a morte nel 2001 per l’omicidio di suo cugino James Mosqueda e di Amy Kitchen, la fidanzata di James, a Dallas, Ivan ha sempre sostenuto la sua totale innocenza.

Durante l’intero processo, Ivan non ha mai avuto una difesa adeguata: gli avvocati di ufficio, nominati dallo Stato, non hanno chiamato nessun testimone a difesa, non hanno chiesto perizie, non hanno presentato ai giudici nessuno dei numerosi elementi di prova per l’innocenza, non hanno mai chiesto un confronto con i periti e i testimoni citati dall’accusa. Proprio i testimoni di accusa sono stati più volte indebitamente istruiti dagli investigatori, su cosa dire o non dire, e la principale testimone contro Ivan è stata successivamente condannata per falso giuramento. Non è stato mai effettuato alcun test del DNA su Ivan.

Nel 2023, dopo numerosi appelli, anche da parte di Sant’Egidio, l’ultimo rinvio all’esecuzione. Indagini indipendenti hanno dimostrato l’incompatibilità delle prove con la condanna. Tuttavia, la Corte di Appello penale del Texas ha respinto tutto.

Ora, per la terza volta, è stata fissata la data di esecuzione per il 28 febbraio 2024. Ivan è stato in contatto con Sant’Egidio da quasi 20 anni, come amico di penna fedele e coinvolgente.

Un Appello alla Clemenza per Ivan Cantu

Non possiamo restare in silenzio. Chiediamo clemenza per Ivan e che la sua vita venga risparmiata. Unisciti a noi nella compassione e nella ferma rinuncia ad ogni catena di vendetta e violenza.