Numerosi studi mostrano che con la pena di morte si rischia di uccidere un innocente, che il suo uso è spesso discriminatorio nei confronti dei più poveri e dei più deboli e che nei paesi abolizionisti c’è una diminuzione del numero di reati. Essere informati riduce il consenso alla pena capitale. Ma le testimonianze di uomini e donne attivisti, familiari di vittima, ex condannati a morte aiutano a capire di più.

Raccogliamo in questo spazio storie, libri e dossier per non lasciare che la cultura di morte e la logica della ritorsione inquinino i sentimenti e l’aria che respiriamo.

Catechismo: impegno per l’abolizione in tutto il mondo

Nell’agosto del 2018 la nuova formulazione del paragrafo 2267 del Catechismo della Chiesa cattolica  afferma…

Tamara Chikunova, madre coraggio

Tamara Ivanova Chikunova, è una coraggiosa e straordinaria attivista per l’affermazione dei diritti dell’uomo. Nata…

Dominique Green, condannato a morte

Le lettere di questo giovane afroamericano dal braccio della morte hanno ispirato dal 1995 la…

Johnny Paul Penry: no alla condanna dei disabili mentali

L’amicizia con John Paul Penry un disabile condannato a morte in Texas. Un’amicizia lunga più…